Carrello 0
RESTAURO

‘Cammini e Percorsi’, pubblicato il bando per i primi 43 immobili

di Rossella Calabrese
Commenti 19231

Ecco i primi 30 immobili di proprietà dello Stato, a breve i bandi per gli altri 13 beni. Progetti entro l’11 dicembre 2017

Vedi Aggiornamento del 16/10/2017
Commenti 19231
24/07/2017 - È stato pubblicato dall’Agenzia del Demanio il primo Bando ‘Cammini e Percorsi’ per l’assegnazione di 43 immobili situati lungo i cammini e i percorsi ciclopedonali e storico-religiosi italiani.

VAI AL BANDO DI GARA

L’obiettivo è quello di promuovere il turismo lento attraverso il recupero di immobili pubblici da trasformare in contenitori di attività e servizi per i viaggiatori. 
 

Il primo Bando ‘Cammini e Percorsi’

Il bando è rivolto ad imprese, cooperative e associazioni composte in prevalenza da under 40 che potranno ottenere gli immobili in concessione gratuita per 9 anni. È la prima volta che l’Agenzia utilizza lo strumento della concessione gratuita per sostenere l’imprenditoria giovanile e il terzo settore allo scopo di incentivare iniziative a carattere innovativo, sociale, culturale, creativo e sportivo.

Da oggi e fino al prossimo 11 dicembre, sul sito dell'Agenzia del Demanio è possibile scaricare il bando unico nazionale, la “Guida al bando” e tutta la documentazione (schede di approfondimentoportafoglio immobiliare) riguardante i 30 immobili (FOTO) di proprietà dello Stato in gara:

Casa Cantoniera a Irsina (MT)
Appartamento a Barile (PZ)
Ex Ufficio Agenzia delle Entrate a Mileto (VV)
Ex Padiglione Imposte Dirette A Mileto (VV)
Convento San Marco a Sant’Angelo dei Lombardi (AV)
Ufficio Postale a Caserta
Torre Angellara a Salerno
Casa del Fascio a Ro Ferrarese (FE)
Torre della Bastiglia a Serramazzoni (MO)
Casa di Guardia a Campegine (RE)
Rustico Casa Cantoniera a Località Borgo Grappa, Latina
Villetta a schiera a Lardirago (PV)
Cinque fabbricati residenziali a Potenza Picena (MC),
Appartamento a Campomarino (CB)
Edificio in corso di costruzione Sepino (CB)
Fabbricato residenziale Palazzolo Vercellese (VC)
Casa del Fascio a Vinzaglio (NO)
Casello Ferroviario a Altamura (BA)
Casello Ferroviario Grumo Appula (BA)
Casello Ferroviario a Toritto (BA)
Postazione Antiaerea a Alghero (SS)
Casello Ferroviario Ponte Patti a Calatafimi Segesta (TP)
Stazione di Vedetta Capo Feto Mazara del Vallo (TP)
Torre S. Francesco C.da Marausa, Trapani
Abitazione Canale Lusenzo – via Foxia Chioggia (VE)
Abitazione Canale Lusenzo – via San Felice Chioggia (VE)
 
Contestualmente, e nei prossimi giorni, anche gli altri enti locali coinvolti pubblicheranno sui rispettivi siti istituzionali i bandi dei 13 beni di loro proprietà inseriti nell’iniziativa:

Casa Cantoniera a Alfedena e Casa Cantoniera Vascapenta a L'Aquila - Provincia dell'Aquila (AQ)
Casello Ferroviario Venusio e Fabbricato a Matera - Comune di Matera (MT) - BANDO PUBBLICATO
Palazzo Saraceno e Torre Angioina ad Atella - Comune di Atella (PZ) - BANDO PUBBLICATO
Macello a Vignola - Comune di Vignola (MO) - BANDO PUBBLICATO
Colonia Elioterapica a Verolengo - Comune di Verolengo (TO) - BANDO PUBBLICATO
Locale a Corato - Comune di Corato (BA) - BANDO PUBBLICATO
Casina Ruta e fabbricato urbano a Ruvo Di Puglia - Comune di Ruvo di Puglia (BA) - BANDO PUBBLICATO
Edificio residenziale Roncafort ed edificio residenziale Meano a Trento - Comune di Trento (TN) - BANDO PUBBLICATO

Contatti dei responsabili per informazioni e chiarimenti sull’Avviso di gara e per sopralluoghi dei beni di interesse.

Per partecipare alla gara è necessario presentare - entro le 12.00 dell’11 dicembre 2017- una proposta che non prevede l’offerta di un canone: la valutazione si baserà unicamente sugli elementi qualitativi del progetto presentato che dovrà essere coerente con la filosofia e le finalità dell’iniziativa. Innanzitutto l’ipotesi di recupero e riuso del bene che dovrà prevedere nuove funzioni in grado di offrire servizi al viaggiatore, oltre che tutelare il carattere storico e identitario dell’immobile e del contesto in cui è inserito. 

Come previsto dalla norma, si terrà poi conto delle potenzialità della proposta sia in termini di sviluppo turistico, e relativo beneficio economico e sociale, sia in termini di promozione dello slow travel. Infine, tra i fattori che incideranno sul punteggio della proposta anche la sostenibilità ambientale e le specifiche azioni previste per la salvaguardia e la tutela dell’ambiente, come ad esempio l’uso di materiali bio-eco compatibili e di tecniche e dispostivi bioclimatici; e l’efficienza energetica quindi le azioni volte alla riduzione dei consumi e all’implementazione di fonti rinnovabili.
 

La consultazione pubblica

Prima della pubblicazione del Bando, si è svolta una consultazione pubblica sul progetto, che ha raccolto quasi 25.000 contributi, il 78% compilati da under 40, 6mila provenienti dall’estero. Le idee e gli spunti arrivati sono stati utilizzati per completare il quadro di riferimento del progetto in vista del bando.  
 

AGGIORNAMENTO DEL 27 LUGLIO 2017

Le iniziative imprenditoriali degli under 40 che intendono partecipare al Bando ‘Cammini e Percorsi’ potranno contare sul sostegno di Invitalia. Secondo il protocollo d’intesa firmato con l’Agenzia del Demanio, Invitalia metterà a disposizione i propri strumenti agevolativi, tra cui “Nuove Imprese a Tasso Zero” e “Cultura Crea” che puntano a favorire l’avvio dell’attività d’impresa ai giovani soprattutto nei settori del Turismo e della promozione e dello sviluppo delle iniziative culturali.
 

In autunno il secondo Bando ‘Cammini e Percorsi’

In autunno sarà pubblicato il secondo bando, dedicato agli immobili di maggior pregio, che assegnerà i restanti beni ad operatori, senza limiti di età, che possano sviluppare un progetto turistico dall’elevato potenziale per i territori, in una logica di partenariato pubblico-privato, a beneficio di tutta la collettività.

Il bando riguarderà i beni che richiedono investimenti consistenti, da affidare in concessione di valorizzazione fino a 50 anni con un canone di affitto e un progetto sostenibile che ne preveda il recupero e il riuso.

 

Il progetto ‘Valore Paese - Cammini e Percorsi’

Gli immobili coinvolti nel progetto (masserie, castelli, monasteri, cascine, mulini, stazioni, ecc.) si trovano lungo 7 Tracciati e altri itinerari locali: la Via Appia (9 immobili), la Via Francigena (18 immobili), il Cammino di Francesco (3 immobili) e il Cammino di San Benedetto (1 immobile), lungo la Ciclovia VEnTO (15 immobili), la Ciclopista del SOLE (32 immobili) la ciclovia Acqua dell’Acquedotto Pugliese (11 immobili), e lungo altri itinerari riconosciuti a livello locale (14 immobili).
 
L’obiettivo è quello di trasformare i 103 immobili in ostelli, piccoli hotel, punti di ristoro, ciclofficine per i pellegrini, i turisti, i camminatori e i ciclisti che ogni anno percorrono questi tracciati, sostenendo lo sviluppo del turismo lento e il riuso degli immobili come contenitori di servizi e di esperienze autentiche, fortemente radicate sul territorio.
 
Il progetto ‘Valore Paese - Cammini e Percorsi’ - ricordiamo - fa parte del Piano Strategico del Turismo 2017-2022 e del Sistema Nazionale delle Ciclovie Turistiche ed è finalizzato alla salvaguardia e al riuso del patrimonio tipico della tradizione locale (masserie, rifugi, piccole stazioni, case cantoniere, caselli idraulici) e del patrimonio culturale di pregio (monasteri, castelli, ville).
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui