Carrello 0
Un 'Military Museum' fra le rocce della Costa Smeralda
CONCORSI

Un 'Military Museum' fra le rocce della Costa Smeralda

di Cecilia Di Marzo

Un museo della storia militare nella Batteria Militare di Capo d’Orso a Palau

28/03/2018 - Esistono luoghi nei quali la storia ci parla con maggiore vigore, spazi in cui la memoria assume una dimensione fisica, quasi tangibile, e il ricordo del passato ci ammanta con straordinario realismo ed intensa attualità.
La batteria militare di Capo d’Orso, a Palau, è uno di quei luoghi: scolpita nel granito di una costa monumentale, dai suoi bastioni i lussuosi panfili che veleggiano sul Mediterraneo si confondono alla memoria dei galeoni inglesi che secoli orsono inseguivano la flotta napoleonica in questo stesso tratto di mare. Qui le guerre sono finite, i soldati se ne sono andati, ma ne restano le caserme, le postazioni di tiro, gli arsenali: architetture dimenticate sopravvissute al proprio scopo, retaggio di tempi severi, in cui le pagine della storia erano scritte dall’acciaio delle baionette e dallo stilo dei cannoni. Una storia per certi tratti troppo vicina e difficile da raccontare, ma cionondimeno fondamentale da tramandarsi e farsi conoscere dalle nuove generazioni.

A tale fine nasce Military Museum, il concorso di YAC ed Agenzia del Demanio per trasformare la Batteria Militare di Capo d’Orso in un Museo della storia militare, della marina e della navigazione, un luogo in cui il racconto delle vicende che hanno interessato questo fazzoletto di mare possa dare origine ad uno dei musei più affascinanti del Mediterraneo, attrazione per i milioni di turisti che ogni anno ne affollano le coste, e nuovo fondamento per la costruzione di una civiltà di pace e solidarietà.

Come trasformare le architetture della guerra in nuove strutture a vocazione turistica e culturale? Come armonizzare un passato di conflitto con un’attualità di svago ed evasione? Tale la sfida di Military Museum, il concorso che offre ai progettisti l’opportunità di disegnare il più importante centro di scoperta della Storia Militare: un luogo in cui lasciarsi trasportare dal racconto di vicende antiche e di un tempo in cui il mare era piegato dal sudore dell’uomo e dal ruggito dei cannoni. Rigenerata dalla cultura e da nuove architetture, le bocche di fuoco di Capo d’Orso non serviranno più logiche di violenza, ma si orienteranno ad arricchire la società contemporanea offrendo al mondo uno dei musei più affascinanti d’Europa, incastonato fra le rocce di una natura selvaggia ed immerso in un paesaggio fra i più maestosi del Mediterraneo.

Le iscrizioni si chiudono il 17/06/2018 (h 23.59 GMT) e il termine per la consegna degli elaborati è fissata per il 20/06/2018 (h 12.00 Mezzogiorno GMT).

© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui