Carrello 0
Giardini storici, le aree verdi dove si respira la storia
AMBIENTE

Giardini storici, le aree verdi dove si respira la storia

di Paola Mammarella

Fanno da contorno a dimore nobiliari che hanno ospitato imperatori, papi e artisti. Oggi sono musei, tenute agricole e resort

14/05/2018 – Aree verdi secolari, in cui hanno passeggiato artisti di fama mondiale, re, nobili e perfino papi. Sono i giardini storici, che fanno da contorno a dimore medievali o rinascimentali. Oggi sono visitabili come musei, in qualche caso hanno conservato la vocazione agricola.
 
Vediamone alcuni da Sud a Nord
 

Villa Tasca, Palermo

Il parco che circonda la villa cinquecentesca si estende per 8 ettari ed è ricco di agrumeti e alberi secolari. È un emblema del Romanticismo siciliano Ottocentesco.
 Foto: Grandi giardini
 

Villa San Michele, Capri – Napoli

Villa San Michele non è una vera e propria abitazione ma piuttosto l’incarnazione dei pensieri e delle emozioni di Axel Munthe, scrittore e psichiatra svedese, riguardo alla bellezza e alle grandi questioni della vita. Il giardino è disposto su livelli diversi e presenta una grande varietà di colori. Ha ricevuto il premio Giardino più bello d’Italia.
Foto: Villa San Michele
 

Villa Lante, Viterbo

Il parco circonda una villa cinquecentesca decorata da artisti della scuola di Raffaello. Fontane, alberi e laghetti hanno assistito al passaggio dei Lanzichenecchi.
Foto: Mibact
 

Parco Storico Seghetti Panichi, Castel di Lama - Ascoli Piceno

Oggi è un hotel e location per cerimonie. Il giardino, dotato di sentieri, fontane con giochi d’acqua e piante rare, circonda e protegge una villa del Trecento.
 Foto: Grandi giardini
 

Villa Poggio Torselli, S. Casciano Val di Pesa - Firenze

La villa è stata di proprietà della famiglia Machiavelli. Il giardino è stato apprezzato da Papa Pio VII, che qui ha soggiornato durante il suo viaggio verso Parigi in occasione dell’incoronazione di Napoleone a imperatore. Oggi nel parco si produce vino.
 Foto: Grandi giardini
 

Palazzo Fantini, Tredozio – Forlì Cesena

Il palazzo del Settecento è circondato da un giardino all’italiana sopraelevato rispetto al piano della casa. Progettato nell’Ottocento, riprende i temi classici dell’epoca: vialetti segreti, fontana con le ninfee, geometrie precise delle siepi, bossi topiati.
 Foto: Grandi giardini
 

Parco della Villa Reale di Marlia, Lucca

La villa risale al medioevo ed è stata di proprietà di Elisa Bonaparte, sorella di Napoleone. Nel suo giardino hanno passeggiato e si sono ispirati personaggi del calibro dello scrittore Alberto Moravia, il pittore Salvador Dalì e il pittore Afro Basaldella.
 Foto: Grandi giardini
 

La Cervara, Santa Margherita Ligure - Genova

Nel Trecento, quando è stata costruita, era un monastero dedicato a San Girolamo. Si narra che lo abbiano visitato il poeta Francesco Petrarca, Santa Caterina da Siena, dei papi Gregorio XI, Urbano VI e Pio VII. Il parco circostante, valorizzato nei secoli successivi, ha visto passare Giovanni d’Austria, il famoso condottiero che sconfisse i Turchi a Lepanto nel 1574, il letterato Alessandro Piccolomini e Guglielmo Marconi. Passeggiando nel giardino si raggiunge una torre che nel Cinquecento è stata utilizzata come prigione per Francesco I re di Francia.
 Foto: Grandi giardini
 

Rocca di Lonato del Garda, Lonato del Garda - Brescia

La villa e il giardino sono nati nel Quattrocento come Casa del Podestà, sede del rappresentante di Venezia. Nel 1906 venne acquistata ad un'asta pubblica dall'allora avvocato e deputato liberale Ugo Da Como. Oggi è un museo ornitologico e location per eventi.
 Foto: Grandi giardini
 

Castello di Roncade, Roncade - Treviso

Il maestoso complesso rinascimentale, è l’unica villa veneta pre-palladiana cinta da mura in cui è ancora presente la tradizione agricola veneta. Da generazioni la famiglia proprietaria si dedica alla la produzione di vini.
 Foto: Grandi giardini
 
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui