Carrello 0

Scheda Normativa

Norme Correlate

Delibera/zione 03/07/ 2012 n. 1335

Regione Puglia - Approvazione Schema “Protocollo di intesa” tra Regione Puglia e Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Innovapuglia per l’attuazione dell’art. 146 “Autorizzazione Paesaggistica” del D.Lgs. n. 42 del 22/02/2004 - Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio

Bozza non ancora in vigore 12/04/ 2012 n. 144

Regione Toscana - Istituzione della commissione regionale per il paesaggio ai sensi dell'articolo 137 del D.lgs n.42/04 (Codice dei beni culturali e del paesaggio) e disciplina del procedimento per la dichiarazione di notevole interesse pubblico di immobili ed aree di particolare pregio paesaggistico

Decreto Pres. Repubblica 09/07/ 2010 n. 139

Regolamento recante procedimento semplificato di autorizzazione paesaggistica per gli interventi di lieve entita', a norma dell'articolo 146, comma 9, del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e successive modificazioni

Circolare 21/09/ 2009 n. 36

Ministero per i Beni e le AttivitĂ  Culturali - Disciplina transitoria degli operatori di restauro (Art. 182 commi 1, 1-bis, 1-ter, 1-quater ed 1-quinquies del Codice dei beni culturali e del paesaggio). Addendum alle Linee Guida pubblicate con Circolare del Segretariato Generale n. 35 del 2009

Decreto Legislativo 26/03/ 2008 n. 63

Ulteriori disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in relazione al paesaggio

Decreto Legislativo 26/03/ 2008 n. 62

Ulteriori disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in relazione ai beni culturali

Decreto Legislativo 24/03/ 2006 n. 156

Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in relazione ai beni culturali

Decreto Legislativo 24/03/ 2006 n. 157

Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, in relazione al paesaggio

News Correlate

03/02/2017
Tettoie, se alterano la volumetria serve il permesso di costruire

Tar Campania: il permesso va richiesto anche quando si modifica la sagoma di un immobile vincolato o la destinazione d’uso nei centri storici

01/02/2017
Edilizia e paesaggio, come cambia il sistema delle autorizzazioni

Le recenti norme sulla Scia indicano il titolo abilitativo richiesto per ogni lavoro; il nuovo decreto dirà se è necessaria l’autorizzazione paesaggistica

16/12/2016
Riqualificazione edilizia, 400 milioni di euro per l’autorecupero

La proposta in un disegno di legge del M5S. I Comuni dovrebbero censire gli immobili abbandonati che sarebbero ristrutturati da gruppi di cittadini

02/11/2016
Cinema, bonus volumetrici per la demolizione e ricostruzione

All’esame della Camera il ddl che stanzia 120 milioni di euro per il potenziamento delle sale cinematografiche

20/06/2016
Botteghe storiche, dal Governo un piano per la tutela

Ministro Franceschini: i sindaci potranno limitare le attivitĂ  commerciali non compatibili col patrimonio culturale

04/05/2016
Impianti solari sui tetti, in aree vincolate autorizzazione paesaggistica sempre obbligatoria

Mibact: per beni paesaggistici particolarmente delicati, la tutela deve essere rafforzata, non certo esclusa

12/02/2016
Interventi su edifici storici e artistici, gli ingegneri possono progettarli

Tar Emilia Romagna: i lavori non devono coinvolgere l’aspetto estetico dell’immobile, altrimenti sono di competenza degli architetti

03/02/2016
Recupero dei sottotetti, Campania bocciata dalla Corte Costituzionale

Nella legge regionale introdotte deroghe illegittime al piano paesaggistico e al piano urbanistico territoriale

Decreto Legislativo 22/01/2004 n. 42

(Gazzetta ufficiale 24/02/2004 n. 45)

Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137. (Suppl. Ordinario n. 28)

Testo vigente al 14 giugno 2013

IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA

Visti gli articoli 76, 87, 117 e 118 della Costituzione;
Visto l'articolo 14 della legge 23 agosto 1988, n. 400;
Visto il decreto legislativo 20 ottobre 1998, n. 368, recante
istituzione del Ministero per i beni e le attivita' culturali, a
norma dell'articolo 11 della legge 15 marzo 1997, n. 59, e successive
modifiche e integrazioni;
Visto il decreto legislativo 29 ottobre 1999, n. 490, recante
testo unico delle disposizioni legislative in materia di beni
culturali e ambientali, a norma dell'articolo 1 della legge 8 ottobre
1997, n. 352;
Visto l'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137;
Vista la preliminare deliberazione del Consiglio dei Ministri,
adottata nella riunione del 29 settembre 2003;
Acquisito il parere della Conferenza unificata, istituita ai
sensi del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281;
Acquisiti i pareri delle competenti commissioni del Senato della
Repubblica e della Camera dei deputati;
Vista la deliberazione del Consiglio dei Ministri, adottata nella
riunione del 16 gennaio 2004;
Sulla proposta del Ministro per i beni e le attivita' culturali,
di concerto con il Ministro per gli affari regionali;

E m a n a
il seguente decreto legislativo:

Art. 1.
1. E' approvato l'unito codice dei beni culturali e del
paesaggio, composto di 184 articoli e dell'allegato A, vistato dal
Ministro proponente.
Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sara'
inserito nella Raccolta ufficiale degli atti normativi della
Repubblica italiana. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo
e di farlo osservare.
Dato a Roma, addi' 22 gennaio 2004
CIAMPI
Berlusconi, Presidente del Consiglio
dei Ministri
Urbani, Ministro per i beni e le
attivita' culturali
La Loggia, Ministro per gli affari
regionali
Visto, il Guardasigilli: Castelli

PARTE PRIMA
Disposizioni generali


Articolo 1
Principi

1. In attuazione dell'articolo 9 della Costituzione, la Repubblica
tutela e valorizza il patrimonio culturale in coerenza con le
attribuzioni di cui all'articolo 117 della Costituzione e secondo le
disposizioni del presente codice.
2. La tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale
concorrono a preservare la memoria della comunita' nazionale e del
suo territorio e a promuovere lo sviluppo della cultura.
3. Lo Stato, le regioni, le citta' metropolitane, le province e i
comuni assicurano e sostengono la conservazione del patrimonio
culturale e ne favoriscono la pubblica fruizione e la valorizzazione.
4. Gli altri soggetti pubblici, nello svolgimento della loro
attivita', assicurano la conservazione e la pubblica fruizione del
loro patrimonio culturale.
5. I privati proprietari, possessori o detentori di beni
appartenenti al patrimonio culturale ((, ivi compresi gli enti
ecclesiastici civilmente riconosciuti, )) sono tenuti a garantirne la
conservazione.
6. Le attivita' c [ . . . ]

TESTO INTEGRALE DISPONIBILE
PER GLI UTENTI REGISTRATI


Consiglia questa pagina ai tuoi amici
 
USB 2.1
WindFree

NEWS NORMATIVA

24/03 - Antisismica, conta la zona su cui si edifica e non i materiali usati

Cassazione: preavviso al Genio Civile obbligatorio se la costruzione sorge in area a rischio e interessa la pubblica incolumitĂ 

23/03 - ResponsabilitĂ  solidale, il committente pagherĂ  prima dell'appaltatore

Consulenti del Lavoro: solo in un secondo momento potrĂ  chiedere al debitore principale il rimborso di quanto versato


Peri
-18%
Piani di sicurezza POS e PIMUS. CD-ROM
PIANI DI SICUREZZA POS E PIMUS. CD-ROM

Prezzo: € 105

Offerta: € 86,07

-15%
Guida alla movimentazione manuale dei carichi
GUIDA ALLA MOVIMENTAZIONE MANUALE DEI CARICHI

Prezzo: € 30

Offerta: € 25,5

Ghost