Grigliato Lagos
Carrello 0
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Parcelle Professionali

mercoledì 24 agosto 2016

ACCA presenta il software gratuito per il calcolo dei corrispettivi

Il software è aggiornato al decreto per il calcolo dei corrispettivi professionali

24/08/2016 - E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il nuovo decreto 17 giugno 2016 che sostituisce il D.M. 143/2013 e approva le tabelle per il calcolo dei corrispettivi professionali come stabilito dal nuovo Codice Appalti che all’ art. 24  comma 8 prevede che il Ministro di Giustizia, di concerto con il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, approvi, con proprio decreto, le tabelle dei corrispettivi commisurati al livello qualitativo delle prestazioni e delle attività’ di : - progettazione (di fattibilità tecnica e economica, definitiva ed esecutiva)   - coordinamento della sicurezza (in fase di progettazione e in fase di esecuzione)   - direzione dei lavori   - collaudo   - incarichi [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 1 agosto 2016
pubblicato da Rossella Calabrese in NORMATIVA

Appalti, Fondazione Inarcassa: ‘sui corrispettivi a base d’asta grave errore’

‘Il DM Parametri appena emanato non accoglie l’obbligatorietà suggerita da Anac e Parlamento’

Appalti, Fondazione Inarcassa: ‘sui corrispettivi a base d’asta grave errore’
01/08/2016 - “Le modalità di impiego dei nuovi corrispettivi per i servizi di ingegneria e architettura costituiscono un danno ingente per l’intera categoria e si rende immediatamente necessario un decreto per arginarne le possibili conseguenze”.   Con queste parole Andrea Tomasi, Presidente di Fondazione Inarcassa (braccio operativo sui temi della professione creato da Inarcassa), commenta l’approvazione da parte del Ministero della Giustizia, di concerto con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, delle tabelle dei corrispettivi commisurati al livello qualitativo delle prestazioni di progettazione, adottate ai sensi dell’articolo 24, comma 8, del nuovo Codice degli Appalti.   “Il decreto, infatti, stabilisce che la stazione [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 28 luglio 2016
pubblicato da Alessandra Marra in PROFESSIONE

Gare di progettazione, i parametri non sono più obbligatori

In Gazzetta Ufficiale il nuovo decreto per determinare i corrispettivi. Dal CNI un vademecum per l'affidamento dei bandi

Gare di progettazione, i parametri non sono più obbligatori
28/07/2016 –  D’ora in poi le Amministrazioni non sono più obbligate ad usare parametri di legge per determinare i compensi dei professionisti nelle gare di progettazione.   Lo stabilisce il nuovo Decreto Parametri (DM 17 giugno 2016), attuativo dell’articolo 24, comma 8 del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), appena pubblicato in Gazzetta Ufficiale, che sostituisce il DM 143/2013.   In base al nuovo decreto, le Stazioni Appaltanti potranno (non più ‘dovranno’) rifarsi ai parametri solo nel caso in cui li ritengano adeguati. Altrimenti ogni Amministrazione userà propri criteri.   Le Amministrazioni che vorranno utilizzare i parametri determineranno il compenso attraverso la sommatoria dei prodotti tra il costo delle  [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 26 luglio 2016

Codice Appalti, il Ministro Delrio promette tutela per le piccole imprese

Confartigianato parteciperà al monitoraggio sulla fase transitoria. Già attivo il confronto con Ance

Codice Appalti, il Ministro Delrio promette tutela per le piccole imprese
26/07/2016 – Artigiani e piccoli imprenditori saranno coinvolti nella fase di attuazione del nuovo Codice Appalti (D.lgs. 50/2016). Lo hanno concordato venerdì scorso il Ministero delle Infrastrutture e Confartigianato durante un incontro per discutere sulle difficoltà riscontrate in questi mesi dalle piccole e medie imprese.   Nuovo Codice Appalti e PMI “Siamo a 93 giorni dalla pubblicazione del Nuovo Codice dei Contratti Pubblici e non si hanno ancora notizie dei decreti attuativi e della soft law - ha lamentato nei giorni scorsi il presidente di Confartigianato, Giorgio Merletti - ad oggi sono disponibili soltanto le linee guida dell’ANAC che però appaiono tarate per tipologie aziendali lontane dalle micro e piccole imprese e [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 26 luglio 2016
pubblicato da Alessandra Marra in PROFESSIONE

Servizi di progettazione, dal CNI il software per calcolare i compensi

In arrivo la versione aggiornata del programma, che sarà a breve implementato con il bando-tipo dell'Anac di prossima pubblicazione

Servizi di progettazione, dal CNI il software per calcolare i compensi
26/07/2016 – In arrivo l’aggiornamento del software gratuito predisposto dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) per determinare il compenso da porre a base delle gara per servizi di ingegneria e architettura.   Il CNI ha infatti presentato la versione aggiornata (presto disponibile qui) il 22 luglio scorso, nel corso di un convegno formativo sull’Affidamento dei Servizi di Ingegneria e Architettura (Sia) e il nuovo quadro normativo.   Corrispettivi ingegneri: il software CNI Come ha spiegato il CNI nel corso del convegno, il software determina il corrispettivo sulla base del Decreto Parametri (DM 143/2013) e contribuisce alla produzione degli elaborati previsti dal Nuovo Codice Appalti come la relazione tecnico-illustrativa, il calcolo degli importi [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 25 luglio 2016

Codice Appalti, le professioni tecniche chiedono un tavolo col Governo

Gli architetti insistono sulla centralità della progettazione, in vista del decreto correttivo

Codice Appalti, le professioni tecniche chiedono un tavolo col Governo
25/07/2016 – Rilanciare la centralità del progetto e risolvere le criticità dei servizi di ingegneria e architettura presenti nel Codice Appalti, costituendo un tavolo di confronto tra professioni tecniche e Ministero delle Infrastrutture.   È la richiesta avanzata dal Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC) e dalla Rete delle Professioni Tecniche (RPT) dopo l’apertura manifestata dal Governo nei confronti dell’Ance, con cui è già iniziato il dialogo sulla fase transitoria e sui possibili aggiustamenti da apportare al Codice.   Codice Appalti, il tavolo per il primo correttivo Obiettivo dei professionisti tecnici è partecipare alla stesura del primo correttivo al Codice [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 19 luglio 2016
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Codice Appalti, pubblicate le correzioni formali

Manca ora il primo correttivo, in fase di gestazione, che dovrebbe intervenire su importi a base di gara e progetto di fattibilità

Codice Appalti, pubblicate le correzioni formali
19/07/2016 – Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la rettifica degli errori materiali del nuovo Codice Appalti. Si tratta di correzioni formali (Scarica il testo del Codice Appalti corretto), nulla a che vedere con il primo decreto correttivo che dovrebbe apportare modifiche sostanziali ai contenuti della norma.    Correzioni formali al Codice Appalti Le otto pagine di rettifiche pubblicate in Gazzetta Ufficiale non modificano il senso della norma.   Le correzioni riguardano infatti refusi causati probabilmente dalla fretta con cui è stato pubblicato il Codice per rispettare la scadenza del 18 aprile fissata dall'Unione Europea. Tempi stretti, che non hanno consentito una revisione del testo prima della pubblicazione in Gazzetta. Le correzioni [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 14 luglio 2016

Codice Appalti, professionisti e Amministrazioni in difficoltà sugli importi

Ingegneri: l’uso facoltativo del DM Parametri può causare errori nella scelta della procedura di affidamento e non garantire la qualità della progettazione

Codice Appalti, professionisti e Amministrazioni in difficoltà sugli importi
14/07/2016 – Maggiore chiarezza sui metodi per calcolare gli importi delle gare d’appalto, attenzione ai piccoli appalti e investimenti sulla fase di progettazione per risparmiare sul costo delle opere.   Sono le richieste per superare alcune difficoltà del nuovo Codice Appalti, con cui professionisti e Stazioni Appaltanti si stanno confrontando. Se ne è parlato martedì a Bari durante il convegno “Il nuovo Codice Appalti e i servizi di ingegneria e architettura: novità e criticità” organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari.   Soglie e calcolo degli importi col Codice Appalti “Non si possono fissare norme rigorose sulle soglie degli appalti e poi non stabilire metodi chiari con cui calcolare [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 13 luglio 2016

Livelli di progettazione, il decreto sarà pubblicato dopo l’estate

Perrini, Ordine Ingegneri Bari: ‘allo studio del CSLP la semplificazione delle procedure per le opere semplici’

Livelli di progettazione, il decreto sarà pubblicato dopo l’estate
13/07/2016 – Il decreto sui livelli di progettazione, attuativo del nuovo Codice Appalti, sarà pronto probabilmente dopo l’estate. Lo ha reso noto Angelo Domenico Perrini, presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari e componente della Commissione che si sta occupando di redigere il testo all’interno del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici.   Uno degli scogli su cui il decreto si sta arenando, facendo registrare qualche ritardo rispetto all’annuncio di pubblicazione prima della pausa estiva, è la possibilità di semplificare il progetto di fattibilità per le opere semplici.   Livelli di progettazione per opere semplici e complesse Uno dei capisaldi del decreto, ha ricordato Perrini a margine del convegno [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Giorgio
mercoledì 13 luglio 2016 - 16:53
DOVETE FAR PARTECIPARE AGLI APPALTI PUBBLICI ANCHE GLI INGEGNERI TRIENNALI, NON SOLO VOI DELLA SEZIONE A, CHE ITALIETTA SIAMO SEMPRE ALLE SOLITE, ALTRO CHE GIOVANI...


lunedì 4 luglio 2016
pubblicato da Alessandra Marra in PROFESSIONE

Jobs Act Autonomi: proposta la non obbligatorietà dei CFP

Confprofessioni: tra le altre richieste l’accorpamento delle casse private e garanzie per i pagamenti

Jobs Act Autonomi: proposta la non obbligatorietà dei CFP
04/07/2016 – Crediti formativi non obbligatori per i liberi professionisti, accorpamento delle casse di previdenza private, maggiori certezze sul diritto alla riscossione dei compensi e deducibilità delle spese di viaggio e soggiorno per l'aggiornamento professionale.   Queste alcune delle proposte presentate nell’ambito dell’esame del ddl sul lavoro autonomo (Jobs Act degli Autonomi) all'esame della Commissione Lavoro del Senato ed evidenziate da Conprofessioni.   Jobs Act Autonomi: crediti formativi e competenze I Senatori Sergio Puglia e Nunzia Catalfo hanno presentato un ordine del giorno che impegna il Governo, qualora fosse accolto, "a porre in essere iniziative normative volte a prevedere per tutti i liberi professionisti la [Leggi tutto l'articolo ...]


» Tutte le news PARCELLE PROFESSIONALI

Speciale PARCELLE PROFESSIONALI sponsored by:

Blumatica
Blumatica


Grigliato Lagos