REDArt
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

Redi Recupero Plus

News Parcelle Professionali

giovedì 11 giugno 2015
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Modello Unico, la scadenza slitta dal 16 giugno al 6 luglio

La proroga vale per contribuenti soggetti agli studi di settore, professionisti con vecchi e nuovi minimi, imprese

Modello Unico, la scadenza slitta dal 16 giugno al 6 luglio
11/06/2015 – Professionisti, lavoratori autonomi e imprese avranno più tempo per pagare le tasse. Lo ha comunicato il Ministero dell’economia e delle finanze (Mef) anticipando i contenuti di un dpcm in fase di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.   Modello Unico, i nuovi termini Slitta dal 16 giugno al 6 luglio 2015 il termine per i versamenti delle imposte che emergono dalla dichiarazione Unico 2015.   Chi avrà bisogno di più tempo potrà versare le imposte entro il 20 agosto 2015 con una maggiorazione dello 0,40%.   Chi può usufruire delle nuove scadenze del Modello Unico Potranno usufruire di questo slittamento non solo i contribuenti soggetti agli studi di settore, ma anche quelli rientranti nel regime dei vecchi minimi, [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 11 giugno 2015

Certezza dei pagamenti, la proposta di legge dei tecnici

Il Comitato Professioni Tecniche propone di istituire un registro dei contratti di prestazione professionale

Certezza dei pagamenti, la proposta di legge dei tecnici
11/06/2015 - Dopo un processo di consultazioni on-line durato oltre un anno, il Comitato Professioni Tecniche ha messo a punto una proposta di legge per la certezza dei pagamenti, un documento unico e condiviso che mette insieme idee e proposte di centinaia di professionisti.   Il documento, intitolato “Istituzione di un registro dei contratti di prestazione professionale”, rappresenta - secondo i promotori - un esperimento ben riuscito di ‘progettazione partecipata’.   “La genesi che ci ha visti impegnati e uniti nella stesura della proposta - spiega la nota -, è stata la presenza accertata di un diffuso disagio che aleggia fra i professionisti. La consapevolezza della difficile situazione si è palesata nel corso dei lunghi dibattiti [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Pasquale
mercoledì 17 giugno 2015 - 12:40
Apprezzo l'iniziativa ma penso che l'unica vera soluzione sia un'altra: tutti gli elaborati professionali hanno valore legale solo se ritirati presso l'Ordine professionale. Il cliente li ritira all'Ordine dopo aver saldato la parcella. Senza aver pagato ..
[Leggi questo commento]
Gigi
giovedì 11 giugno 2015 - 17:36
Il problema non è la certezza dei pagamenti ma la mancanza di lavoro...tutto il resto sono chiacchiere!!!


lunedì 8 giugno 2015
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Catasto, entro giugno il decreto che darà il via alla riforma

A breve i nuovi criteri di calcolo delle rendite e dei valori catastali basati sui metri quadri. Già operative le Commissioni censuarie

Catasto, entro giugno il decreto che darà il via alla riforma
08/06/2015 – Entrerà nel vivo tra qualche settimana la Riforma del Catasto. A fare il punto della situazione sullo stato dell’arte delle riforme, volute dall’Unione Europea per recuperare competitività e modernizzare la Pubblica Amministrazione, è stato il Governo.     Rendite e valori catastali Secondo l’Esecutivo, la Delega fiscale sarà completata entro settembre. Il decreto per la nuova definizione dei valori catastali sarà varato a giugno, mentre è già stato regolato il funzionamento delle commissioni censuarie, istituite col compito di revisionare i valori immobiliari e le rendite. Il valore degli immobili si baserà sulla superficie e non più sui vani. In questo modo i valori catastali [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 4 giugno 2015
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Partite Iva con redditi bassi, ecco come aprire o chiudere l’attività

Dall’Agenzia delle Entrate il nuovo modello per chi sceglie i vecchi minimi o il nuovo regime forfetario al 15%

Partite Iva con redditi bassi, ecco come aprire o chiudere l’attività
04/06/2015 – L’Agenzia delle Entrate con il provvedimento 75295/2015 spiega come aprire o chiudere la Partita Iva a chi si avvale del regime dei minimi o del nuovo sistema forfetario.   Il modello AA9/12 approvato col provvedimento, che può essere utilizzato da oggi, si adegua alla proroga del regime dei minimi per tutto il 2015.   Il modello deve essere utilizzato dalle imprese individuali e dai professionisti per le dichiarazioni d’inizio attività, variazione dati e cessazione attività entro 30 giorni dalla data di inizio attività o dalla data di variazione.   Come spiegato dal Fisco, la Legge di stabilità per il 2015 (L 190/2014) ha introdotto a partire dal 2015 il nuovo regime forfetario abrogando il regime di vantaggio [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 1 giugno 2015
pubblicato da Cecilia Di Marzo in CONCORSI

Il concorso internazionale 'Mirafiori' scade il 22 giugno

Idee per il riutilizzo temporaneo dell’ex area logistica di Fiat

Il concorso internazionale 'Mirafiori' scade il 22 giugno
01/06/2015 - Sostenibile, partecipato, internazionale e multidisciplinare. Sono queste le linee guida del concorso internazionale di idee per il riutilizzo temporaneo dell’ex area logistica di Fiat a Mirafiori, che porterà alla selezione di otto progetti entro fine giugno e alla successiva fase di incarico per uno studio di prefattibilità.  L’iniziativa è promossa da TNE Torino Nuova Economia, società proprietaria delle aree dismesse dall’allora Fiat nel 2005, ed è sostenuta dalla Città di Torino e Regione Piemonte, principali azionisti della società.  Obiettivo del concorso di idee è di individuare la migliore proposta possibile per l’utilizzo temporaneo del fabbricato che si affaccia [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 26 maggio 2015
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Professionisti, il Ministero dell’Economia rivede gli studi di settore

La revisione si è resa necessaria a causa della riduzione delle tariffe professionali e dei ritardi nei pagamenti riscontrati nel 2014

Professionisti, il Ministero dell’Economia rivede gli studi di settore
26/05/2015 – È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 15 maggio 2015 che rivede gli studi di settore dei professionisti tenendo conto della crisi economica.   Perché gli studi di settore sono stati rivisti Gli studi di settore, elaborati mediante analisi economiche e tecniche statistico-matematiche, consentono di stimare i ricavi o i compensi che possono essere attribuiti al contribuente. I correttivi introdotti dal decreto si riferiscono al periodo di imposta 2014 e prendono in considerazione vari elementi, come la contrazione dei margini di guadagno e gli andamenti congiunturali in relazione al territorio. In tutto sono stati rivisti 204 studi di settore, di cui 12 riguardano le attività professionali che applicano funzioni di compenso basate sugli [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 22 maggio 2015
pubblicato da Alessandra Marra in NORMATIVA

Ristrutturazioni e Bonus Mobili: le Entrate aggiornano le guide

Revisionato anche il vademecum sulle agevolazioni prima casa per chi acquista o vende

Ristrutturazioni e Bonus Mobili: le Entrate aggiornano le guide
22/04/2015 – L’Agenzia delle Entrate ha aggiornato ad aprile 2015 le guide su ‘Ristrutturazioni edilizie’ e ‘Bonus Mobili’.   Agevolazioni per le ristrutturazioni Ricordiamo che per chi ristruttura casa è possibile detrarre dall’Irpef (l’imposta sul reddito delle persone fisiche) il 50% delle spese sostenute (bonifici effettuati) dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015, con un limite massimo di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare.   La detrazione deve essere ripartita in dieci quote annuali di pari importo, nell’anno in cui è sostenuta la spesa e in quelli successivi.   Oltre alle spese necessarie per l’esecuzione dei lavori, ai fini della detrazione è possibile considerare anche [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 21 maggio 2015

In arrivo il nuovo Conto Termico e incentivi alle rinnovabili

Ministro Guidi: 'Il Governo lavorerà per definire nuove regole fino al 2020'

In arrivo il nuovo Conto Termico e incentivi alle rinnovabili
21/05/2015 – In arrivo un nuovo conto termico e nuovi incentivi per le rinnovabili elettriche diverse dal fotovoltaico (vedi bozza) fino alla fine del 2016; in più novità per il fotovoltaico.   Questo l’annuncio del Ministro dello Sviluppo Economico, Federica Guidi, nel corso dell’Audizione alla Commissione Industria del Senato sulle politiche, soprattutto energetiche, del suo dicastero. La Guidi ha confermato che per il Governo le rinnovabili, insieme all’efficienza energetica, rientrano tra le principali priorità d’azione sul lungo termine; contestualmente però ha anticipato una revisione delle politiche energetiche con particolare attenzione alla riduzione dei costi delle bollette.   Incentivi per le FER [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 20 maggio 2015
pubblicato da Alessandra Marra in APPALTI

Qualità architettonica: il ddl Zanda introduce il diritto d’autore per i progetti

Iniziata al Senato la discussione sul testo che rende obbligatori concorsi di idee o di progettazione per tutte le opere pubbliche

Qualità architettonica: il ddl Zanda introduce il diritto d’autore per i progetti
20/05/2015 - È iniziato l’esame al Senato del Ddl Zanda sulla valorizzazione della qualità architettonica e sulle norme che disciplinano la progettazione di un’opera pubblica.   Qualità architettonica nell’interesse pubblico Il Disegno di legge introduce nell’ordinamento legislativo italiano la nozione di "qualità architettonica", da intendersi come ‘l’esito di un coerente sviluppo progettuale che recepisca le esigenze di carattere funzionale ed estetico poste a base della progettazione e della realizzazione dell’opera, garantendone l’armonico inserimento nell’ambiente circostante e il rispetto del paesaggio e dell’assetto urbano’.   La senatrice PD Rosa Maria Di Giorgi ha [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 12 maggio 2015
pubblicato da Alessandra Marra in PROFESSIONE

Cemento armato: i geometri riaprono la battaglia

Per il CNGeGL la categoria è competente in materia. La sentenza del Consiglio di Stato non ha valore assoluto

Cemento armato: i geometri riaprono la battaglia
12/05/2015 – Ai geometri non è preclusa la possibilità di progettare strutture in cemento armato e per questo si deve continuare ad operare, come sempre si è fatto, valutando caso per caso senza dare un valore assoluto all’ultima sentenza del Consiglio di Stato sull’argomento.   Lo ho dichiarato il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati (CNGeGL) che in una recente circolare riprende la questione delle competenze professionali circa la progettazione in cemento armato sollevata prima dalla sentenza del Consiglio di Stato, che aveva annullato la delibera  con cui un Comune riconosceva ai geometri la possibilità di progettare modeste costruzioni in cemento armato, e poi dalla Circolare del Consiglio Nazionale Ingegneri (CNI) [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Gianluca
mercoledì 20 maggio 2015 - 08:06
Condivido quanto detto da Salvatore e da Angelo. E poi scusate, è inutile che ci si incazzi sempre con i geometri sperando di arrivare così ad avere più lavoro per i laureati, perchè questo è il fine. Non mischiamo il personale con le competenze, Tecnici ..
[Leggi questo commento]
Angelo
martedì 12 maggio 2015 - 23:53
Siamo sempre alle solite, non capisco cosi tanto accanimento per una categoria all'avanguardia, le uniche persone che vedo in cantiere sono esclusivamente loro, secondo me sono gli unici che sanno realmente cosa sia un cantiere e sopratutto come si realizza ..
[Leggi questo commento]
gabriele
martedì 12 maggio 2015 - 15:27
categoria da eliminare in quanto inesistente nel resto del mondo, altro che da salvaguardare. per l'edilizia spiccia la crisi non finirà mai, non lo avete ancora capito???


» Tutte le news PARCELLE PROFESSIONALI

Speciale PARCELLE PROFESSIONALI sponsored by:

Poroton Plan TS8
Mini Rosette
Mini Rosette


Strato by KME
Lastre Fermacell