gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Parcelle Professionali

martedì 22 luglio 2014
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Gare di progettazione, confronto aperto sui requisiti di fatturato

In consultazione il documento Anac che rivede le linee guida per l’affidamento dei servizi di ingegneria

Gare di progettazione, confronto aperto sui requisiti di fatturato
22/07/2014 - Nelle gare per l’affidamento dei servizi di ingegneria ed architettura, le Stazioni Appaltanti devono avere margini di discrezione nella determinazione dei requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi da richiedere ai concorrenti, ma devono sempre rispettare i principi di proporzionalità e ragionevolezza rispetto all’oggetto e all’importo della gara d’appalto.   Sono queste le conclusioni cui l’Autorità nazionale Anticorruzione (ANAC) è giunta al termine dell’attività di revisione delle linee guida per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura.   Le considerazioni dell’ANAC, contenute in un documento posto in consultazione fino al 15 settembre 2014, intervengono [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
pippis
domenica 27 luglio 2014 - 17:01
Eccerto, mettiamo il requisito che per progettare una scuiletta da 200'000 euro bisogna avere già progettato dieci scuoile da 500'000 e avere un fatturato annuo di 1'000'000 euro, così i piccoli ed i giovini, bravi per carità, ma poverissimi, saranno ..
[Leggi questo commento]
addetto
martedì 22 luglio 2014 - 16:41
ecco come l'italia va avanti........siamo sull'orlo del baratro........, quindi per partecipare alle gare di progettazione bisogna dimostrare un fatturato precedente, che rispetti certe proporzioni Pertanto tutti i giovani professionisti e/o non c....si ..
[Leggi questo commento]


martedì 15 luglio 2014

InarSind chiede di versare i contributi Inarcassa tramite F24

‘In questo modo ingegneri e architetti potranno compensare contributi e crediti Irpef e Iva’

InarSind chiede di versare i contributi Inarcassa tramite F24
15/07/2014 - Rivedere con urgenza i criteri per il versamento dei contributi ad Inarcassa e non prestare i soldi all'erario, come accade ancora oggi, senza garanzie per il creditore.   Sono le richieste di InarSind, il sindacato degli Ingegneri e degli Architetti liberi professionisti, ad Inarcassa, la cassa di previdenza di riferimento.   “La crisi che sta attraversando il settore è molto pesante, come ha rilevato la stessa Cassa di Previdenza rendendo noti i dati del 2012: il 33,2% degli iscritti ha dichiarato meno di 10 mila euro e il reddito medio è bruscamente calato del 20% in cinque anni” dice il presidente di InarSind Salvo Garofalo.   “Non si può far finta di nulla di fronte a dati di questa gravità - prosegue [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 9 luglio 2014
pubblicato da in PROFESSIONE

Cnappc: ‘le Società tra Professionisti siano equiparate alle imprese’

Sotto accusa il Dlgs per le semplificazioni fiscali che assimila le STP alle associazioni professionali

Cnappc: ‘le Società tra Professionisti siano equiparate alle imprese’
09/07/2014 - Alle Società tra Professionisti (STP) indipendentemente dalla forma giuridica, si applicherà, anche ai fini dell’IRES, il regime fiscale delle associazioni senza personalità giuridica costituite tra persone fisiche per l’esercizio in forma associata di arti e professioni.   Lo prevede il Dlgs “Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata” approvato il 20 giugno scorso dal Consiglio dei Ministri.   Contro questa novità si è espresso il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori (CNAPPC), secondo il quale la norma “ci riporta indietro di anni”.   “Le STP - afferma il CNAPPC -, al contrario di quanto prevede questo decreto Legislativo, [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 9 luglio 2014

Pompe di calore, via alla tariffa sperimentale D1

Il sistema non sarà progressivo e avvantaggerà i clienti con alti consumi, domande possibili fino al 31 dicembre 2015

Pompe di calore, via alla tariffa sperimentale D1
09/07/2014 – È operativa da luglio la nuova tariffa di rete per i consumi ad alta efficienza messa a punto dall'Autorità per l'energia elettrica, il gas e il sistema idrico.    A partire da questo mese, chi riscalda la propria abitazione esclusivamente con pompe di calore elettriche può chiedere di partecipare alla sperimentazione della nuova tariffa D1, che consente di pagare un costo più aderente a quello effettivo per i servizi di rete, cioè trasporto, misura e gestione del contatore.   Normalmente, spiega l’Authority, il prezzo dell'energia elettrica per gli utenti domestici italiani è definito sommando tre corrispettivi: un corrispettivo fisso, definito in centesimi di euro/anno, un corrispettivo di potenza, [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 7 luglio 2014

Obbligo di POS, InarSind: ‘non è così che si combatte l’evasione’

Il sindacato: ‘l’unico modo per rendere tracciabili i pagamenti è eliminare il contante’

Obbligo di POS, InarSind: ‘non è così che si combatte l’evasione’
07/07/2014 - “L’unico modo per rendere tracciabili i pagamenti è eliminare l’uso dei contanti, ma si può fare senza le complicazioni introdotte dall’uso del Pos”. Lo dice InarSind, il sindacato degli architetti e degli ingegneri liberi professionisti.   “È inutile introdurre nuove complicazioni - dichiara Salvo Garofalo, presidente di InarSind. Finché ci sarà la possibilità di scegliere se emettere una fattura o rilasciare una ricevuta a fronte di un pagamento in contanti che, a meno di un versamento su un conto corrente, non può essere riscontrato, l’obbligo di dotarsi di POS o altri sistemi è del tutto ininfluente ai fini della lotta all’evasione fiscale”.   Il POS [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
pippis
domenica 27 luglio 2014 - 16:56
Non c'è da "ridurre i costi", c'è da eliminare quest'obbligo ridicolo per i professinisti. Non mi stancherò di ripetere cheil POS va bene per l'acquisto di beni o prestazioni ed esigibilità immediata, non certo per i lavori di lungo corso come quelli ..
[Leggi questo commento]


giovedì 26 giugno 2014
pubblicato da Rossella Calabrese in NORMATIVA

350 milioni di euro per l’efficienza energetica di scuole e Università

Nel Decreto Legge 91/2014 procedure più rapide contro il rischio idrogeologico e per le bonifiche

350 milioni di euro per l’efficienza energetica di scuole e Università
26/06/2014 - La pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Legge 91/2014 conferma i finanziamenti agevolati per 350 milioni di euro per l’efficienza energetica di scuole e Università e lo snellimento delle procedure per gli interventi di mitigazione del rischio idrogeologico e per le bonifiche.   350 milioni di euro per l’efficienza energetica delle scuole Per incrementare l’efficienza energetica degli edifici scolastici e universitari, saranno concessi finanziamenti a tasso agevolato per un importo complessivo di 350 milioni di euro, attraverso il fondo rotativo “Kyoto”. Ai finanziamenti si applica un tasso di interesse dello 0,25%, dimezzando così il tasso previsto dalla legge per i finanziamenti del fondo Kyoto, che è dello [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 20 giugno 2014
pubblicato da Rossella Calabrese in NORMATIVA

Ecobonus 65%, abolita la comunicazione all’Agenzia Entrate

Il Decreto sul 730 precompilato cancella l’onere per chi effettua lavori di riqualificazione energetica che proseguono nell’anno successivo

Ecobonus 65%, abolita la comunicazione all’Agenzia Entrate
20/06/2014 - Abrogazione della comunicazione all’Agenzia delle Entrate per i lavori di riqualificazione energetica degli edifici, ammessi alla detrazione del 65%, che proseguono per più periodi di imposta.   La novità è contenuta nel Dlgs “Semplificazione fiscale e dichiarazione dei redditi precompilata” approvato dal Consiglio dei Ministri di questa mattina, in attuazione dell’articolo 7 della Delega fiscale (Legge 23/2014).   Si tratta della cancellazione di un adempimento previsto dal comma 6, dell’articolo 29, del DL 185/2008, convertito dalla Legge 2/2009, che impone a chi sta realizzando interventi di riqualificazione energetica usufruendo della detrazione fiscale del 55%-65%, di comunicare all’Agenzia delle Entrate [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 11 giugno 2014
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

DM Parametri, Aicarr: penalizzati gli impianti meccanici

Per il legislatore progettare impianti meccanici richiede impegno e capacità minori rispetto alle opere edili

DM Parametri, Aicarr: penalizzati gli impianti meccanici
11/06/2014 – "Le valutazioni del DM Parametri sugli impianti meccanici sono scorrette, inadeguate e incomplete". A denunciare lo scarso peso dato alla complessità e alle competenze tecniche necessarie per la progettazione degli impianti meccanici è un documento diffuso dall’associazione italiana condizionamento dell’aria, riscaldamento e refrigerazione (AICARR).   L’analisi di Aicarr si è concentrata sul parametro G, che individua il grado di complessità della prestazione.   In primo luogo, Aicarr ha rilevato che il DM 143/2013 annovera tra le opere inerenti agli impianti meccanici negli edifici gli impianti per l'approvvigionamento, la preparazione e la distribuzione di acqua nell'interno di edifici o per [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 11 giugno 2014

Professioni: presentato lo ‘Statuto delle Attività professionali’

La proposta di legge arriva da CoLAP, Alta Partecipazione e Confassociazioni

Professioni: presentato lo ‘Statuto delle Attività professionali’
11/06/2014 - Sostegno all’avvio dell’attività professionale, regolazione dei rapporti di lavoro autonomo, promozione del lavoro autonomo femminile, pagamenti, garanzie del credito, tutela della maternità, previdenza, ammortizzatori sociali.   Sono questi i contenuti della proposta di legge “Statuto delle Attività Professionali” presentata lunedì presso la Camera dei Deputati dal Coordinamento Libere Associazioni Professionali (CoLAP), Alta Partecipazione e Confassociazioni.   La proposta - spiega il CoLAP - ripensa in maniera organica strumenti di sostegno, regolazione e salvaguardia del lavoro autonomo svolto con attività prevalentemente individuale e prevede temi quali: semplificazione, facilitazione, sostegno e salvaguardia [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 10 giugno 2014

Architetti: nel mirino dell’Antitrust i software per calcolare le parcelle

Consiglio Nazionale: ‘grave che un’Autorità pubblica rincorra i fantasmi di un inesistente trust di 150 mila architetti’

Architetti: nel mirino dell’Antitrust i software per calcolare le parcelle
10/06/2014 - L’Antitrust ha aperto un’istruttoria nei confronti degli Ordini degli Architetti di Roma, Firenze e Torino per verificare l’esistenza di eventuali intese restrittive della concorrenza.   Sotto la lente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato è finito un software per calcolare i compensi professionali, che gli Ordini hanno messo a disposizione degli iscritti sui propri siti web.   Il calcolatore consente al professionista di definire il proprio compenso compilando una serie di voci già predisposte: importo dei lavori da eseguire, relativa classe e categoria, percentuale di spese previste, nonché selezionando le prestazioni che verranno erogate per i suddetti lavori, ottenendo così un valore dell’importo [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
roberto architetto
martedì 17 giugno 2014 - 11:18
Condivido in pieno l'operato del CNA... . L'ANTITRUST si occupi della concorrenza tra le società che rivendono energia, MOSE docet. Suggerisco di inviare tutto il carteggio al Presidente del Consiglio Matteo Renzi.
E i "cartello" dei petrolieri?
martedì 17 giugno 2014 - 10:48
Dov'è l'antitrust quando TUTTI i marchi della benzina aumentano il costo del carburante il 1° luglio, il 24 dicembre, per la vigilia dei ponti etc? Dov'è l'antitrust quando , appena il barile di petrolio sale di 1 dollaro, TUTTI i marchi di carburante ..
[Leggi questo commento]
Altro che "cartello" degli Ordini
martedì 17 giugno 2014 - 10:43
Dov'era l'antitrust quando in 6 anni l'assicurazione della stessa Golf volkswagen è passata da 250 a 600 euro l'anno senza che io abbia fatto incidenti in tutti questi anni? Dov'era l'Antitrust quando nel 2009 non so0no riuscito a trovare UNA assicurazione ..
[Leggi questo commento]


» Tutte le news PARCELLE PROFESSIONALI

Speciale PARCELLE PROFESSIONALI sponsored by: