usBIM.viewer+
Carrello 0
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Parcelle Professionali

mercoledì 14 marzo 2018

Toscana, la Regione garantirà un equo compenso ai professionisti

Il presidente Enrico Rossi: ‘il lavoro va adeguatamente retribuito’

Toscana, la Regione garantirà un equo compenso ai professionisti
14/03/2018 - Garantire un equo compenso ai professionisti incaricati della progettazione di opere pubbliche. È questo l’obiettivo della delibera approvata nei giorni scorsi dalla Giunta regionale della Toscana su proposta dell’assessore alla formazione e al lavoro, Cristina Grieco.   La delibera definisce le regole necessarie a garantire un equo compenso ai progettisti e alle altre figure professionali alle quali vengano richieste prestazioni aggiuntive rispetto a quelle previste dal mansionario o altri servizi esterni che non potranno più essere corrisposte a titolo gratuito.   Le linee guida approvate dalla Regione saranno valide per le professioni tecniche come agrotecnico, architetto, pianificatore, paesaggista e conservatore, biologo, chimico, dottore [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 7 marzo 2018
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Architetti e ingegneri dipendenti con attività libero professionali: Inps o Inarcassa?

La Cassazione spiega procedure e obblighi dei tecnici nei confronti dei due enti previdenziali

Architetti e ingegneri dipendenti con attività libero professionali: Inps o Inarcassa?
07/03/2018 – Che procedure devono seguire architetti e ingegneri dipendenti che contemporaneamente svolgono delle attività libero professionali? Lo spiega la Cassazione, che con la sentenza 30344 ha messo fine a un contenzioso sorto tra un ingegnere e l’Istituto nazionale per la previdenza sociale (INPS).   Architetti e ingegneri dipendenti, il conflitto con l’lNPS Nel caso preso in esame dai giudici, un ingegnere, iscritto all’Albo e inquadrato come lavoratore dipendente, per un periodo aveva svolto contemporaneamente delle attività libero professionali, per le quali aveva versato ad Inarcassa il contributo integrativo.   Secondo l’Inps l’ingegnere avrebbe dovuto iscriversi anche alla gestione separata, pagando i relativi contributi. [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 2 marzo 2018

Elezioni 2018, le richieste di Fondazione Inarcassa

Nel Manifesto programmatico, i decreti attuativi per l’equo compenso e il divieto di doppio lavoro per i dipendenti pubblici

Elezioni 2018, le richieste di Fondazione Inarcassa
02/03/2018 - Un impegno generale per il Paese e tre azioni concrete per la tutela e la promozione della libera professione, in particolare quella degli architetti e degli ingegneri.   A pochi giorni dalla tornata elettorale per il rinnovo del Parlamento, Fondazione Inarcassa lancia il suo manifesto programmatico rivolto alle forze in campo con indicazioni, idee e proposte. L’obiettivo non è solo promuovere e tutelare la professionalità degli architetti e degli ingegneri liberi professionisti, ma soprattutto lanciare un appello per la difesa di un Paese, l’Italia, di cui prendersi cura sotto il profilo della prevenzione antisismica, idrogeologica e la tutela del patrimonio storico, artistico e culturale: l’unica strada per lasciare alle future generazioni [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 1 marzo 2018

LINK industries presenta le griglie GSGEN

Le griglie concave e piane in ghisa sferoidale predisposte per raccogliere e far confluire tali acque

LINK industries presenta le griglie GSGEN
01/03/2018 - Nel mondo la disponibilità di acqua è enorme, ma solamente il 3% circa è rappresentato da acqua dolce (acque sotterranee e superficiali) i cui prelievi aumentano progressivamente. Infatti, il tema di una corretta ed efficiente gestione della risorsa idrica, diviene argomento ricorrente ed in diversi studi di settore si legge come l’acqua sia considerata ormai un bene prezioso e sempre più “scarso”. Nell’analisi del bene-acqua rientra a pieno titolo il ragionamento sull’infrastruttura idrica che la supporta e la conseguente necessità di un suo efficientamento sia in termini di utilizzo vero e proprio della risorsa, sia dei relativi consumi energetici associati. Le stime effettuate dimostrano come gli [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 20 febbraio 2018

Smart Home, il mercato in Italia vale 250 milioni di euro

Osservatorio Internet of Things: per il settore della casa connessa +35% nel 2017

Smart Home, il mercato in Italia vale 250 milioni di euro
20/02/2018 - Tra videocamere di sorveglianza, termostati, caldaie e lavatrici, proliferano gli impieghi delle soluzioni Internet of Things per la Smart Home, il cui mercato in Italia raggiunge quota 250 milioni di euro nel 2017, registrando una crescita del 35% rispetto al 2016. Tale incremento risulta in linea con la crescita dei principali Paesi occidentali, anche se in termini assoluti i numeri sono ancora inferiori rispetto agli altri mercati europei.   Nel mercato italiano della casa connessa, insieme alle startup (che offrono oltre metà dei prodotti in vendita) sono entrati grandi produttori con brand affermati, dotati di una rete di vendita capillare e di una filiera fidelizzata di installatori, fattori cruciali per aumentare la fiducia dei consumatori. Il 38% degli italiani [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 7 febbraio 2018
pubblicato da Cecilia Di Marzo in CONCORSI

La nuova uscita del museo delle Cappelle Medicee

Iscrizioni e consegna degli elaborati di concorso entro il 15 febbraio 2018

La nuova uscita del museo delle Cappelle Medicee
07/02/2018 - È fissata per il 15 febbraio p.v. la scadenza del concorso bandito dal Museo Nazionale del Bargello, in collaborazione con la Fondazione degli Architetti di Firenze, per la nuova uscita del museo delle Cappelle Medicee. Oggetto del concorso è l’acquisizione di un progetto, con livello di approfondimento pari a quello di un "Progetto di fattibilità tecnica ed economica", che definisca la sistemazione complessiva della nuova uscita e l'allestimento dell'area con percorso museale, servizi e bookshop, da collocarsi nello spazio interrato - già realizzato al grezzo - e nel soprastante spazio aperto – a quota strada- nella zona delimitata tra i corpi di fabbrica della Cappella dei Principi, della Sagrestia [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 2 febbraio 2018
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Studi di settore: pubblicati 193 modelli, 24 riguardano i professionisti

Saranno utilizzati per l’ultima volta, i redditi prodotti nel 2018 si dichiareranno con gli indici sintetici di affidabilità fiscale

Studi di settore: pubblicati 193 modelli, 24 riguardano i professionisti
02/02/2018 – Si completa il quadro per le dichiarazioni dei redditi dei professionisti. L’Agenzia delle Entrate ha approvato il provvedimento 31 gennaio 2018, e pubblicato sul proprio sito web i 193 modelli utili all’applicazione degli studi di settore.   Ricordiamo che la dichiarazione dei rediti 2017, effettuata nel 2018, sarà l’ultima basata sugli studi di settore. I redditi del 2018, da dichiarare nel 2019, saranno “schedati” in base ai nuovi indici di affidabilità fiscale.   Studi di settore, ultimo anno Sul totale, i modelli per il comparto delle professioni sono 24, corredati dalle istruzioni per la compilazione. È inoltre presente una parte generale con le istruzioni comuni a tutti gli studi di settore, ad esempio [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 22 gennaio 2018
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Fascicolo di fabbricato, CNI: ‘unico strumento efficace per conoscere il livello di rischio’

Ingegneri scettici su diagnosi speditiva e archivio unico informatizzato proposti da Casa Italia

Fascicolo di fabbricato, CNI: ‘unico strumento efficace per conoscere il livello di rischio’
22/01/2018 – Il fascicolo di fabbricato è l’unico strumento efficace per conoscere il livello di rischio cui sono esposti gli immobili. Ad affermarlo è il Centro Studi del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI), che ha analizzato il Rapporto sulla Promozione della sicurezza dai Rischi naturali del Patrimonio abitativo, elaborato a giugno 2017 dalla Struttura di Missione Casa Italia, sottoponendolo a 4mila iscritti. Dall’analisi è emerso invece scetticismo verso la diagnosi speditiva e il Repository unico, altri strumenti di classificazione degli immobili individuati dal rapporto.   Rischio sismico, tre modi per classificare gli edifici Il rapporto di Casa Italia individua tre possibili metodi per conoscere il livello di rischio cui sono esposti [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 19 gennaio 2018
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Ricostruzione post sisma, definiti i criteri per la progettazione

In Gazzetta le indicazioni per la riparazione degli edifici che hanno riportato danni lievi

Ricostruzione post sisma, definiti i criteri per la progettazione
19/01/2018 – Via libera ai criteri per la progettazione degli interventi di ricostruzione e riparazione degli edifici che, dopo gli eventi sismici del 2016, hanno riportato danni lievi. È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale l’ordinanza 44/2017, che specifica quali interventi sono ammessi ai contributi, dando una guida ai progettisti.   Riduzione della vulnerabilità L’ordinanza chiarisce innanzitutto che la riduzione delle vulnerabilità consiste in una serie di interventi finalizzati a ridurre o eliminare i collassi locali, così come indicato nell’Allegato, tenendo conto del materiale con cui è realizzato l’edificio e degli elementi presenti.   Ricostruzione e costo dell’intervento L’ordinanza spiega [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 18 gennaio 2018

Appalti, definite le regole sui collaudi delle grandi opere

Per le opere realizzate con la formula del contraente generale possono essere affidati a soggetti specializzati esterni

Appalti, definite le regole sui collaudi delle grandi opere
18/01/2018 – Pubblicata in Gazzetta Ufficiale un’altra norma del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016). Si tratta del DM 7 dicembre 2017 che detta le regole per il collaudo delle grandi opere.   Grandi opere, collaudo anche all’esterno Il soggetto aggiudicatore di infrastrutture di grande rilevanza o complessità, affidata con la formula del contraente generale, sulla base di una motivata richiesta della commissione di collaudo, e prima dell'emissione del certificato di collaudo, può autorizzare la commissione ad avvalersi di soggetti specializzati esterni.   I servizi di collaudo devono essere aggiudicati, secondo le procedure di gara previste dal Codice Appalti, a soggetti specializzati nel settore d'interesse.   Grandi opere, i costi [Leggi tutto l'articolo ...]


» Tutte le news PARCELLE PROFESSIONALI

Speciale PARCELLE PROFESSIONALI sponsored by:

Roma Diamond
Roma Diamond
Roofingreen Leaf


Ideal work