gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Parcelle Professionali

martedì 28 ottobre 2014

Gli architetti chiedono all’Antitrust di riaprire il ‘caso Groupon’

Il Consiglio Nazionale degli Architetti ‘contro la svendita delle certificazioni energetiche degli edifici e a tutela dei consumatori’

Gli architetti chiedono all’Antitrust di riaprire il ‘caso Groupon’
28/10/2014 - Il Consiglio Nazionale Architetti torna a chiedere all’Antitrust di aprire un procedimento contro Groupon.   “Nonostante l’esito positivo per il Consiglio Nazionale dei due precedenti esposti presentati all’Antitrust per salvaguardare l’attività dei liberi professionisti iscritti al proprio Albo - scrive il Cnappc - non si ferma la battaglia degli architetti italiani contro la svendita delle prestazioni professionali e a tutela dei consumatori”.   Al centro della questione vi sono le offerte di certificazioni energetiche degli edifici, vendute attraverso il sito di couponing e contestate dal Cnappc perché pubblicate da Groupon senza adeguate garanzie per i consumatori, relativamente ai requisiti dei professionisti [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Giorgio
mercoledì 29 ottobre 2014 - 16:44
CERTO LA COSA PIU' COMICA E' CHE GLI ARCHITETTI FANNO I CERTIFICATI ENERGETICI!!! MA QUANDO LI HANNO IMPARATO A FARE!!! HAHAHAHAHAHAHA
Alberto
mercoledì 29 ottobre 2014 - 09:01
Proprio ieri una persona mi ha chiamato per sapere se potevo fargli meglio di un'offerta vista su Groupon che era di € 39. Gli ho chiesto se lui farebbe un lavoro per € 39...mi ha risposto di no...allora io gli ho detto che siamo in due.
Ing. Luigi P.
martedì 28 ottobre 2014 - 20:39
Io personalmente non chiedo meno di 4/5 volte tanto quello che è proposto su groupon proprio per l'elenco di cosa da fare che viene recitato da qualcuno qui ... Ma io sottolineo sempre al mio cliente ... io te lo faccio davvero l'APE, lo trasmetto digitalmente ..
[Leggi questo commento]


giovedì 23 ottobre 2014
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Partite Iva, i ‘nuovi minimi’ tassati al 15%

Stabilità 2015: in arrivo tasse più elevate su pensioni integrative e rendimenti finanziari delle Casse di previdenza

Partite Iva, i ‘nuovi minimi’ tassati al 15%
23/10/2014 - Dopo la bollinatura della Ragioneria generale dello Stato, sta per approdare in Parlamento il disegno di legge di Stabilità per il 2015. Tassazione a forfait per le Partite Iva con redditi bassi e nuovo sistema di tassazione sui fondi pensione sono alcuni degli argomenti che saranno a breve esaminati.   Partite Iva I professionisti con ricavi da 15 mila a 40 mila euro saranno tassati con un’imposta sostitutiva al 15%. Si tratta di un aumento rispetto all’attuale regime dei minimi, che prevede una tassazione dei ricavi del 5%, ma non ci saranno più limiti né di età né temporali (al momento si può usufruire della minore tassazione per cinque anni, o comunque fino al compimento del trentacinquesimo anno di età).   Oltre [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
pippis
domenica 26 ottobre 2014 - 12:55
Altro pronìblema poi è quello della platea cui si rivolge la legge: dall'articolo non ho capito fino a qule soglia questo regime è applicabile, e se la soglia riguarda il fatturato, il volume d'affari, l'imponibile irpef, e così via. 40'000 euro di fatturato ..
[Leggi questo commento]
pippis
domenica 26 ottobre 2014 - 12:42
Veramente l'attuale sistema dei minimi con irpef al 5% e senza iva (molto favorevole, ma anche aiuto di stato e concorrenza sleale verso i poveracci che per età non ci rientrano pur fatturando poco) di fatto NON prevede nessuna detrazione analitica dellel ..
[Leggi questo commento]
Michael
domenica 26 ottobre 2014 - 10:14
[...] "la previsione legislativa fissa in maniera forfettaria le detrazioni che non possono superare la soglia del 22%". Cosa significa? Dovremo pagare il 15% della differenza tra i nostri ricavi e max il 22% delle nostre spese? Prevedere una soglia ..
[Leggi questo commento]


venerdì 17 ottobre 2014
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Stabilità 2015: tasse a forfait per le Partite Iva con redditi bassi

Imposta unica del 15% per i professionisti che registrano ricavi da 15 mila a 40 mila euro ed esclusione dagli studi di settore

Stabilità 2015: tasse a forfait per le Partite Iva con redditi bassi
17/10/2014 – Tassazione forfettaria per i liberi professionisti con partita Iva che guadagnano poco. È uno degli obiettivi contenuti nella bozza di Legge di Stabilità 2015.   La misura riguarderà chi guadagna fino a 15 mila euro lordi l’anno, con ricavi da 15 mila a 40 mila euro, e in un certo senso modificherà l’attuale regime dei minimi.  Al momento, infatti, gli under 35 con ricavi fino a 30 mila euro pagano un’imposta al 5%. Col nuovo sistema ai ricavi verrà applicata un’imposta al 15%, ma non ci saranno più limiti di età. L’unico modo per uscire dal regime agevolato sarà sforare i limiti di reddito o le altre condizioni, come i tetti di spesa.   Oltre alle condizioni sui ricavi, [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
GIADA
mercoledì 29 ottobre 2014 - 17:59
FREGATURA PER TUTTI GLI ARTIGIANI CHE IN UN ANNO NON SOLO NON DEVONO SUPERARE 20.000,00 EURO PER POTER ACCEDERE A QUESTO NUOVO REGIME, MA PUR RIENTRANDO IN TALE SISTEMA DEVONO PAGARE IL 15% ANKE DELL'IRAP COSA CHE IN QUESTO MOMENTO ESSENDO CONTRIBUENTI ..
[Leggi questo commento]
Michael
lunedì 20 ottobre 2014 - 14:47
Bisogna fare un po' di conti e valutare caso per caso per scoprire se realmente il nuovo regime sia un vantaggio. A mio avviso, non essendoci una ritenuta d'acconto, era già una "fregatura" l'imposta sostitutiva al 5%, figuriamoci quella al 15%! Non ..
[Leggi questo commento]
Franco
lunedì 20 ottobre 2014 - 11:39
l'unico vantaggio è la non applicazione degli studi di settore


venerdì 10 ottobre 2014

Professionisti: ‘il POS è un balzello inaccettabile di 150 euro all’anno’

I tecnici: ‘torniamo al primo decreto: obbligo solo per chi fattura più di 200 mila euro, esclusi i pagamenti effettuati all’esterno degli studi’

Professionisti: ‘il POS è un balzello inaccettabile di 150 euro all’anno’
10/10/2014 - I professionisti tecnici hanno manifestato tutte le loro perplessità in merito all’obbligo di installare il POS negli studi e hanno proposto di tornare alle regole messe a punto dal Ministero dello Sviluppo economico nel dicembre 2013.   L’occasione per tornare a discutere di questo obbligo, che grava su professionisti e imprese, è stata l’audizione della Rete delle Professioni Tecniche (RPT) presso le Commissioni Finanze e Attività produttive della Camera dei Deputati, impegnate nella revisione della disciplina relativa all’obbligo di accettare pagamenti con carte di debito e alle misure a sostegno del commercio elettronico.   La RPT ha fatto presente che gli interventi normativi del 2011-2012 hanno rivoluzionato il sistema [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Pippis
lunedì 13 ottobre 2014 - 11:33
Si svegliano ora? o meglio: continuano a "deplorare" come stanno facendo da 18 mesi ad oggi? E l'obbligo di fare formazione a pagamento chi l'ha imposta caro Zambrano? Per noi ingegneri siete voi dello CNI che avete imposto di non limitare l'aggiornamento ..
[Leggi questo commento]
GIUSEPPE
venerdì 10 ottobre 2014 - 09:58
I CORSI DI FORMAZIONDE PER L'AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE A 200 EURO L'UNO NON SONO UN BALZELLO PRESIDENTE VISTO CHE LI ELARGISCONO GLI ORDINI STESSI!!!! CI STATE ROVINANDO CNI IN TESTA!!!!


martedì 30 settembre 2014
pubblicato da Cecilia Di Marzo in CONCORSI

Italgraniti Group lancia “Fill up the #Italgranitibox”

Proposte progettuali per il format espositivo dei nuovi showroom

Italgraniti Group lancia “Fill up the #Italgranitibox”
30/09/2014 - “Fill up the #Italgranitibox” è un contest ideato da Italgraniti Group in occasione del 20° anniversario dalla nascita di Italgraniti. L’obiettivo del concorso è selezionare un progetto per uno shoowroom ideale di 50-70 mq che accolga l’esposizione e la vendita delle collezioni dell’azienda, il cui format possa essere riprodotto nei punti monomarca di nuova apertura in tutto il mondo, nel rispetto delle vigenti norme di sicurezza. Il concorso si sviluppa in 3 fasi. La prima fase consiste nella registrazione dei partecipanti entro il 31 ottobre e l’invio dei progetti entro il 10 gennaio. La seconda fase consiste nel social voting fino al 15 Febbraio 2015. I progetti più votati accederanno alla terza fase in cui [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 30 settembre 2014
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Gare di ingegneria e architettura, in arrivo le linee guida dell’ANAC

Le proposte degli addetti ai lavori: alleggerimento dei requisiti di fatturato, del numero di collaboratori e della capacità tecnica

Gare di ingegneria e architettura, in arrivo le linee guida dell’ANAC
30/09/2014 – Calcolo degli importi da porre a base di gara nell’affidamento dei servizi di progettazione e requisiti per l’accesso agli appalti. Sono gli elementi segnalati dalla Rete delle professioni tecniche (RTP) ed esaminate dall’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) per la redazione delle nuove linee guida per l’affidamento dei servizi attinenti all’ingegneria e all’architettura.   Secondo RTP, il calcolo dell’importo da porre a base di gara è sempre stato caratterizzato da una certa incertezza normativa. Dal momento che è stata rilevata una mancanza di uniformità nel comportamento delle Stazioni Appaltanti, RTP ritiene che le nuove linee guida dovrebbero ribadire l’obbligo di rifarsi esclusivamente [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 30 settembre 2014

Calcolo delle parcelle, gli Ordini degli architetti ritirano i software

Gli Ordini di Firenze, Roma e Torino si impegnano a chiudere la contestazione dell’Antitrust

Calcolo delle parcelle, gli Ordini degli architetti ritirano i software
30/09/2014 - Gli Ordini degli Architetti di Firenze, Roma e Torino non rimetteranno online il software per il calcolo delle parcelle professionali, che avevano messo a disposizione dei propri iscritti, e ricorderanno loro l’obbligo di redigere il preventivo, non appena ricevono un incarico.   Sono questi gli impegni formalmente presi dai tre Ordini provinciali dopo che i software per calcolare i compensi professionali, messi a disposizione degli iscritti sui siti web, sono stati contestati dall’Antitrust perché considerati alla stregua di “intese restrittive della concorrenza”.   A finire sotto la lente dell’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato era stato un calcolatore che consentiva al professionista di definire il proprio [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Antonio R.
mercoledì 1 ottobre 2014 - 22:53
I nostri Ordini professionali . Senza commento.


mercoledì 24 settembre 2014
pubblicato da Rossella Calabrese in NORMATIVA

Dall’Agenzia Entrate le Guide per comprare, vendere o affittare casa

Pubblicati i nuovi vademecum che spiegano a venditori, acquirenti, locatori e inquilini tutti gli adempimenti, le imposte e le agevolazioni

Dall’Agenzia Entrate le Guide per comprare, vendere o affittare casa
24/09/2014 - Ispezione ipotecaria, compromesso, imposte e detrazioni. Sono tanti gli adempimenti e le cose da sapere quando si acquista o si vende una casa. E lo stesso vale per gli affitti.   Per aiutare i cittadini, l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato due nuove Guide fiscali, dedicate rispettivamente all’acquisto e vendita della casa e alla locazione a uso abitativo fra privati.   La Guida ‘Fisco e casa: acquisto e vendita’ assiste il contribuente nei passaggi chiave che conducono all’acquisto o alla vendita di un’abitazione. Si parte dall’ispezione ipotecaria, un controllo nei Registri immobiliari per verificare il legittimo proprietario e la presenza o meno di ipoteche o pendenze.   Sgombrato il campo da dubbi, si passa al [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 22 settembre 2014
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

In arrivo controlli sui contratti immobiliari registrati online, multe per quelli senza APE

Il decreto 'Semplificazioni fiscali' abolisce la comunicazione per i lavori che usufruiscono dell'Ecobonus e che proseguono l'anno successivo

In arrivo controlli sui contratti immobiliari registrati online, multe per quelli senza APE
22/09/2014 – Collaborazione tra Agenzia delle Entrate e Ministero dello sviluppo economico per scoprire le irregolarità negli Attestati di Prestazione Energetica (APE); abolizione della comunicazione all’Agenzia delle Entrate per i lavori di riqualificazione energetica degli edifici che usufruiscono del 65% e che proseguono per più periodi di imposta.   Sono queste le novità della bozza di decreto sulla semplificazione fiscale, approvata venerdì dal Consiglio dei Ministri in attuazione della Delega Fiscale.   Irregolarità nell’APE Il DL 145/2013, convertito dalla Legge 9/2014, ha stabilito che le compravendite e gli affitti conclusi senza allegare l’APE non sono nulli, come inizialmente previsto, ma vengono puniti con [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 19 settembre 2014

Ingegneri: dedurre le spese per la formazione obbligatoria al 100%

Le altre richieste del Congresso Nazionale: chiarire l’assoggettabilità degli studi all’IRAP e applicare il Decreto Parametri

Ingegneri: dedurre le spese per la formazione obbligatoria al 100%
19/09/2014 - Rendere deducibili al 100% le spese sostenute per l’aggiornamento professionale e rivedere il concetto di ‘autonoma organizzazione’ degli studi professionali ai fini dell’assoggettabilità all’IRAP.   Sono solo alcune delle proposte contenute nella Mozione approvata al termine del Congresso nazionale degli Ingegneri che si è tenuto a Caserta la scorsa settimana.   Con l’introduzione dell’obbligo di aggiornamento professionale, gli ingegneri sono tenuti a frequentare corsi e seminari per acquisire 30 crediti formativi all’anno, con un esborso che ad oggi è deducibile al 50%. Per ridurre i costi, gli ingegneri chiedono che tali spese siano interamente deducibili.   Quello dell’assoggettabilità [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
pippis
domenica 21 settembre 2014 - 12:11
Caro GiFi, pensa un po' che illustrri politicanti come Bersani, Fassina o gente come Landini e la Camusso si indignano per le proposte di Renzi, perché a loro dire toglie diritti ai lavoratori. Ma certo quel genio di Fassina, da bravo radical-chic, non ..
[Leggi questo commento]
GIFI
venerdì 19 settembre 2014 - 11:36
MA TUTTI I RAGAZZI CHE FANNO GLI SCHIAVI NEGLI STUDI CON FALSE PARTITE IVA, SILENZIO!!! TANTO SONO LORO I PRIMI AD USUFRUIRE DEGLI SCHIAVETTI!!!
Salvatore
venerdì 19 settembre 2014 - 11:29
Continuiamo a girare attorno ai problemi, buttiamo fumo in faccia. Il sistema è totalmente sbagliato ma del resto in un paese che si dice democratico ma che assolutamente non lo è, i cittadini tutti anzi gli schiavi, vanno solo presi in giro. La formazione ..
[Leggi questo commento]


» Tutte le news PARCELLE PROFESSIONALI

Speciale PARCELLE PROFESSIONALI sponsored by: