ANPEL - Ass. Naz. Produttori Elementi Leca

LECABLOCCO BIOCLIMA

Blocco da tamponamento in cls

Blocco da tamponamento in cls LECABLOCCO BIOCLIMA - ANPEL - ASS. NAZ. PRODUTTORI ELEMENTI LECA

LECABLOCCO BIOCLIMA - Blocchi portanti in cls alleggerito per murature con isolamento termico e acustico

Lecablocco Bioclima è il manufatto in calcestruzzo alleggerito con argilla espansa Leca in cui la densità dell’impasto (750-1100 kg/m3), la percentuale di foratura (inferiore al 30%), la forma e la disposizione delle camere d'aria sono studiate per conferire alla muratura elevate caratteristiche di bioclimaticità, vale a dire:
• Isolamento termico
• Inerzia termica
• Salubrità
• Traspirabilità della parete
• Isolamento acustico
• Resistenza al fuoco
• Basse emissioni di radon e radionuclidi

Campi d'impiego
Grazie alla leggerezza del calcestruzzo (800-1100 kg/m3) e sfruttando l'apporto migliorativo delle caratteristiche di inerzia termica, Lecablocco Bioclima permette di realizzare murature ad isolamento diffuso, ed in particolare:
• Pareti perimetrali di tamponamento o portanti in zona non sismica
• Pareti doppie e ventilate
Maggiori informazioni del produttore su LECABLOCCO BIOCLIMA
  Schede Tecniche - Catalogo
brochure LECABLOCCO BIOCLIMA (.pdf) brochure PROGETTO BIOCLIMA (.pdf) brochure LECABLOCCO SOLUZIONI PER IL D.Lgs 311 (.pdf)
Voce di capitolato LECABLOCCO BIOCLIMA (.doc)
  Link

Programma di calcolo Termoacustico on-line
  Approfondimento

DATI TECNICI

Spessore
cm
s
Massa volumica del calcestruzzo di argilla espansa Leca
kg/m³
Y
750÷ 1100
Percentuale di foratura
j
%
≤ 30
Indice di valutazione del potere fonoisolante
dB
Rw
≥ 50
Resistenza caratteristica a compressione del blocco nella direzione dei carichi verticali
N/mm2
fbk
≥ 3
Trasmittanza termica della parete interna intonacata
W/m2K
U
≤ 8
Calore specifico
J/KgK
cp
1000
Permeabilità al vapore acqueo
Kg/smPa
δ
25 X 10-12
Resistenza alla diffusione del vapore
μ
8
Resistenza al fuoco
min.
REI
≥ 180
Materiale
Calcestruzzo



NORMATIVA TERMICA

INQUADRAMWNTO LEGISLATIVO

Il Decreto Legislativo n°192 del 19 agosto 2005 “Attuazione della Direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico in edilizia” e il Dlgs n° 311 del 29 dicembre 2006 “Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 19 agosto 2005 n.192, recante attuazione della Direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico in edilizia” hanno applicato anche nel settore edile i principi di contenimento dei consumi energetici conseguenti all'entrata in vigore del Protocollo di Kyoto. Infatti, secondo le stime più recenti, l'energia impiegata nel settore residenziale e terziario rappresenta circa il 40% del consumo finale di energia all'interno dell'Unione Europea.

Le prescrizioni di legge si applicano sia in termini di contenimento delle dispersioni termiche dell'involucro edilizio, sia in termini di efficienza dell'impianto di riscaldamento.

Le verifiche dei consumi energetici per il riscaldamento invernale possono essere condotte, ai sensi del Dlgs 311/06, con due metodi perfettamente alternativi:


1. “verifica semplificata”: si calcolano le trasmittanze termiche U dei componenti edilizi (pareti verticali opache, coperture e pavimenti verso ambienti non riscaldati, serramenti e vetri) che devono essere inferiori ai valori limite definiti nel Decreto;

2. “verifica completa”: si calcola l'Indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale (EPi) effettivo dell'edificio e lo si confronta con il valore limite definito nel Decreto.


La verifica semplificata consiste nel calcolo delle trasmittanze termiche U dei componenti dell'involucro (pareti opache verticali, coperture, pavimenti, chiusure trasparenti e vetri) a contatto verso l'esterno o verso ambienti non riscaldati. Le trasmittanze U calcolate devono essere inferiori ai valori U limite riportati nelle tabelle.



INQUADRAMWNTO LEGISLATIVO


SOLUZIONI PER L'ISOLAMENTO TERMICO


MONOPARETE IN LECABLOCCO BIOCLIMA 38 CON INTONACO TRADIZIONALE

U=0,40 W/m²K
Rw>55 dB

Parete in Lecablocco Bioclima 38x20x25, posato con malta supertermica Leca M5, con intonaco tradizionale

ρ=850 kg/m³
Ms >230 Kg/ m²

Spessore della parete
cm 41

Campi d’impiego:
parete di tamponamento oppure portante in zona non sismica




PARETE IN LECABLOCCO BIOCLIMA 30 CON INTONACO TERMICO

U=0,40 W/m²K
Rw>51 dB

Parete in Lecablocco Bioclima 30x20x25, posato con malta supertermica Leca M5, con intonaco termico Laterlite (λ=0,088 W/mk) di spessore 5 cm sul lato esterno.

ρ=850 kg/m³
Ms >230 Kg/ m²

Spessore della parete
cm 36,5

Campi d’impiego:
parete di tamponamento oppure portante in zona non sismica




DOPPIA PARETE IN LECABLOCCO BIOCLIMA 20 CON RIVESTIMENTO ESTERNO IN MATTONLECA 12

U=0,30 W/m²K
Rw >52 dB

Parete facciavista in Bioclima 20x20x25, posato con malta tradizionale, con isolante leggero (λ=0,035 W/mk) di spessore 7 cm e rivestimento in MattonLeca 12x12x25

ρ=1500 kg/m³ (Matton Leca)
ρ=1000 kg/m³ (Bioclima20)
Ms>230 Kg/ m²


Spessore della parete
cm 40,5

Campi d’impiego:
parete di tamponamento





   Photo gallery

Produttore

ANPEL - Ass. Naz. Produttori Elementi Leca
 Via Correggio, 3,
 20149 MILANO (MI) Italia
 Tel.: +39 02 48011970
 Fax: +39 02 48012242


ARCHIVIO PRODOTTI EDILIZIA SU I-PHONE


Triso Super 10+