SISTEMA TERMOBLOCCO

TERMOBLOCCO PLUS

Blocco alleggerito in calcestruzzo di argilla espansa

Blocco alleggerito in calcestruzzo di argilla espansa TERMOBLOCCO PLUS - SISTEMA TERMOBLOCCO

TERMOBLOCCO PLUS - Blocco alleggerito con particolare disegno geometrico e impasto del calcestruzzo di argilla espansa che ottimizzano isolamento termico e altre prestazioni

Il Termoblocco Plus è il manufatto che ottimizza le caratteristiche tipiche di un blocco in argilla espansa.
La densità dell’impasto del calcestruzzo, l’originale disegno geometrico, il numero delle camere d’aria, lo spessore delle costole e la percentuale di foratura fanno del Termoblocco Plus la risposta alle crescenti esigenze del progettista e dell’impresa di costruzione.
Infatti il Termoblocco Plus associa alle elevate prestazioni termoigrometriche anche la facilità e rapidità di posa in opera, fattori reciprocamente indispensabili nell’edilizia moderna.

Maggiori informazioni del produttore su TERMOBLOCCO PLUS
  Schede Tecniche - Catalogo
Depliant Termoblocco (.pdf)
  Approfondimento

TERMOBLOCCO PLUS - PARAMETRI TECNICI E VALORI CERTIFICATI

VALORI CERTIFICATI

Il Sistema Termoblocco ha Cerificato le seguenti prestazioni del Termoblocco Plus:

RESISTENZA A COMPRESSIONE (c/o Istituto Labortec di Pescara)

  • Resistenza media fbm = 3,53 N/mm²
  • Resistenza caratteristica fbk = 3,22 N/mm²

INDICE DI VALUTAZIONE DEL POTERE FONOISOLANTE (c/o Istituto Giordano di Bellaria)

  • Rw = 52,0 dB

TRASMITTANZA TERMICA (c/o Dipartimento di Fisica Tecnica, Politecnico di Bari):

  • U = 0,57 W/m²K




NB : Per tutte le altre soluzioni in Termoblocco ed i relativi valori di trasmittanza termica rivolgersi al Produttore locale di Termoblocco (www.termoblocco.it)


PARAMETRI TECNICI

In tabella sono riportate le specifiche tecniche dei blocchi ad alte prestazioni secondo norma UNI U73060800.
I parametri caratteristici del Termoblocco Plus sono posti in rilievo.

CARATTERISTICHE LIMITI DI ACCETTAZIONE
Massa volumica γ M0: γ 900 kg/m³
M1: 900 kg/m³< γ = 1000 kg/m³
Foratura φ F1: φ 15% Pieni
F2: 15%< φ= 30% Semipieni
F3: 30%< φ= 35% Semipieni
F4: 45%< φ =55% Forati
F5: φ> 55% Forati
Tolleranze dimensionali (mm)

L: -1 +3

S: -1 +3

H: ± 2,5

Spessore minimo delle costole esterne del blocco (mm) Blocchi cavi S> 160 mm 26
Blocchi cavi S< 160 mm 22
Blocchi multicamera 20
Resistenza media normalizzata (N/mm²)

F1

F2

F3

F4/F5

M0

4,0

3,5

3,0

2,5

M1

4,0

3,5

3,0

2,5


Le proprietà del Termoblocco

ISOLAMENTO TERMICO

Il contenimento dei consumi energetici è oggi un argomento di altissimo interesse non solo per gli addetti ai lavori (professionisti, imprese, immobiliari e rivenditori) ma anche del privato cittadino, perché influisce decisamente sulla qualità del nostro vivere e sulle risorse del nostro pianeta. Infatti, stando alle stime più recenti, l'energia impiegata nel settore residenziale e terziario rappresenta circa il 40% del consumo finale di energia all'interno dell'Unione Europea. Queste premesse hanno portato prima all'entrata in vigore a livello internazionale del protocollo di Kyoto e poi, a livello nazionale, del Decreto Legislativo n°192 del 19 agosto 2005 “Attuazione della Direttiva 2002/91/CE relativa al rendimento energetico in edilizia” e del Dlgs n° 311 del 29 dicembre 2006 “Disposizioni correttive ed integrative al decreto legislativo 19 agosto 2005 n.192”, recante attuazione della Direttiva 2002/91/CE, relativa al rendimento energetico in edilizia”. L’elevato isolamento termico fornito dal Termoblocco è frutto di esperienza e di ricerca che hanno permesso di ottimizzare:
  • la densità dell’impasto, con un calcestruzzo leggero confezionato con argilla espansa, ad esempio l≤ 900 kg/m3 nella versione Termoblocco Plus (vedi grafico nella pagina a lato);
  • la forma, la disposizione delle camere d’aria, lo spessore delle costole e la percentuale di foratura (blocco semipieno con φ ≤ 35% nella versione Termoblocco Plus) per incrementare la resistenza termica;
  • il sistema parete, introducendo l’utilizzo di una malta termicaa base di argilla espansa in grado di ridurre i ponti termici dovuti ai tradizionali giunti di malta, con un miglioramento dei valori di isolamento termico fino al 15 %.


Per adattarsi ai climi locali è possibile realizzare pareti isolanti in spessori variabili da 20 a 35 cm, secondo le 3 versioni di Termoblocco (da Intonaco, Facciavista e Plus). Il Termoblocco Plus, nella versione T30 Plus - 6p, ha un valore di trasmittanza termica U pari a 0,57 W/m2K, certificato presso il Dipartimento di Fisica Tecnica di Bari (idoneo per realizzare pareti perimetrali in zona C per tutte le categorie di edifici per cui la richiesta di permesso di costruire sia stata presentata entro il 31/12/2007). Per conoscere tutte le possibili soluzioni in Termoblocco ed i relativi valori di trasmittanza termica è necessario rivolgersi al Produttore locale di Termoblocco (www.termoblocco.it) Le prestazioni di isolamento termico del Termoblocco dipendono dalla qualità dell’impasto di calcestruzzo alleggerito con argilla espansa. Il grafico consente di confrontare le caratteristiche termiche di alcuni materiali tradizionali con il calcestruzzo di argilla espansa. L’isolamento termico del Termoblocco viene ottimizzato con la scelta di un’opportuna densità (indicata tra parentesi).


INERZIA TERMICA E TRASPIRABILITA


L'inerzia termica

Considerare il solo grado di isolamento supponendo le temperature interna ed esterna costanti equivale a limitare notevolmente l’analisi del problema termico, poiché in tal caso non si tien conto delle variazioni di temperatura che si manifestano nell’arco del giorno rispetto alla media e quindi degli effetti negativi che da questi sbalzi derivano. La nuova legge sull'isolamento termico, il D.Lgs 311/06, pur occupandosi quasi esclusivamente della climatizzazione invernale, introduce un valore minimo di massa superficiale Ms pari a 230 kg/m2, relativo al peso della parete opaca verticale comprensivo della malta di posa ma escluso di intonaci. In particolare, Ms ≥ 230 kg/m2 nelle:

  • zone climatiche A,B, C, D ed E;
  • località con irradianza sul piano orizzontale (nel mese di maggiore insolazione) superiore a 290 W/m2, ovvero in quasi tutte le località del centro-sud Italia.

In aggiunta al potere coibente, l’isolamento diffuso e massivo del Termoblocco fornisce all’unità abitativa il comfort derivante da un’elevata inerzia termica, con valori di Ms superiori ai 230 kg/m2 richiesti dalla normativa. Infatti il picco di calore della stagione estiva risulta ridotto, per via dell’isolamento termico, e ritardato nelle ore serali più fresche, grazie allo sfasamento dell’onda termica. Una parete realizzata con Termoblocco riduce il rapporto tra il valore della massima (o minima) temperatura esterna e quella della massima (o minima) temperatura interna. In questo modo aumenta l’intervallo di tempo necessario perché si risentano all’interno i valori massimi e minimi che si hanno all’esterno. Le murature costruite con Termoblocco, grazie all’ottimo rapporto tra resistenza termica e massa superficiale, conferiscono all’ambiente un comfort termico costante e, di conseguenza, all’utente che vi abita, un benessere fisico permanente.
Potere isolante ed inerzia termica sono le due proprietà fondamentali che l’argilla espansa trasmette alle murature, così da ottenere ambienti che rimangono a lungo freschi d’estate e caldi d’inverno.
Per effetto dell'inerzia termica la parete isolante in Termoblocco fornisce anche uno sfasamento del picco di calore.

Traspirabilità al vapore
Le pareti in Termoblocco tutelano la salubrità del microclima interno degli alloggi e luoghi di lavoro, perché, grazie al loro isolamento termico diffuso e ad una omogenea permeabilità al vapore (µ=8 nella versione da intonaco) consentono un regolare flusso del vapore d'acqua, impedendo la formazione di macchie, muffe, ecc. La resistenza termica delle murature in Termoblocco, opportunamente dimensionate, assicura una temperatura superficiale interna tale da evitare la formazione di condensa superficiale in tutte le normali condizioni d'uso degli alloggi.
Le pareti in Termoblocco mantengono salubre lo spazio interno, grazie alla loro permeabilità al vapore.

RESISTENZA AL FUOCO

Le pareti in Termoblocco presentano sempre ottimi valori di resistenza al fuoco REI (REI 120 già con lo spessore 12 cm). La presenza dell'argilla espansa, classificata secondo le norme antincendio come "Classe 0", permette all'elemento costruttivo di conservare, sotto l'azione del fuoco, la resistenza meccanica "R", la tenuta"E" e l'isolamento "I"
Anche nei casi di incendio più disastrosi, le pareti in blocchi di calcestruzzo di argilla espansa non evidenziano crepe o fessurazioni causate da sovrapressioni interne e non manifestano alcuna emissione di gas tossici o di fumi opachi, garantendo così un'elevata sicurezza agli ambienti delimitati.
Le pareti in Termoblocco resistono al fuoco.


RESISTENZA MECCANICA ED ISOLAMENTO ACUSTICO

La resistenza meccanica

Grazie agli elevati valori di resistenza meccanica (fino a 50 kg/cmq), con i blocchi in calcestruzzo di argilla espansa è possibile realizzare non solo singole pareti portanti o di tamponamento, ma anche interi edifici in muratura portante. Tali strutture raggiungono elevate prestazioni di isolamento termico, inerzia termica, isolamento termico e, per il Termoblocco facciavista, gradevole aspetto estetico.
Per il calcolo statico di questi edifici si adottano le prescrizioni contenute nel D.M. 20/11/87, oltre al D.M. 16/01/96 per gli edifici in zona sismica.

In particolare il Termoblocco T30Plus - 6p ha una resistenza media a compressione di 3,53 N/mm2 certificata presso il Labortec di Pescara, ideale per realizzare murature isolanti di tamponamento o portanti in zona non sismica.

L'isolamento acustico
Una valutazione sensoriale e facilmente percepibile della qualità delle pareti in Termoblocco è l’elevato isolamento acustico. Tale caratteristica risulta ancor più importante dopo l’approvazione della Legge 447/95 che sancisce i requisiti acustici passivi degli edifici: per le pareti divisorie il limite prescritto è R’w=50 dB. Il potere fonoisolante del Termoblocco, variabile a seconda dello spessore e della densità, consente soluzioni conformi alla legge. Per il calcolo dell’isolamento acustico delle pareti realizzate con blocchi in argilla espansa si può utilizzare la legge sperimentale Rw=20 lg (m), ove m è la massa superficiale della parete (kg/m2). In particolare il Termoblocco T30 Plus-6p ha un potere fonoisolante Rw pari a 52 dB (certificato presso l’Istituto Giordano).
Le pareti in Termoblocco riducono notevolmente la trasmissione del rumore aereo.


  Caratteristiche Tecniche

Voci di Capitolato - Termoblocco Plus
Muratura da intonacare realizzata con blocchi in calcestruzzo di argilla espansa Termolite, con dimensioni modulari … x … x … cm (spessore di … cm), di densità non superiore a 900 kg/m3 , percentuale di foratura non superiore al 35% e conducibilità termica l non superiore a 0,22 W/mk. I blocchi devono essere forniti da Azienda aderente all’Associazione Termoblocco ed essere ad alte prestazioni secondo Regolamento Termoblocco (UNI U 73060800) sui blocchi in calcestruzzo vibrocompresso.


   Photo gallery

Produttore

SISTEMA TERMOBLOCCO
 Contrada Coccetta, 1,
 66050 LENTELLA (CH) Italia
 Tel.: +39 0873 321157
 Fax: +39 0873 321146

ARCHIVIO PRODOTTI EDILIZIA SU I-PHONE


Tutto quando piove