frc gazebo system
Carrello 0
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Ristrutturazione

venerdì 22 luglio 2016
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Le opere realizzate da privati in cambio di ‘utilità’ vanno messe a gara

Parere Anac sul nuovo Codice Appalti: permessi di costruire e altre facilitazioni equivalgono ad un pagamento

Le opere realizzate da privati in cambio di ‘utilità’ vanno messe a gara
22/07/2016 – Il nuovo Codice Appalti non è ancora entrato completamente a regime (mancano infatti i decreti attuativi) e già desta qualche dubbio interpretativo nelle applicazioni pratiche.   È il caso dell’articolo 20, che consente di non applicare il Codice, quindi di non bandire gare, quando a curare la realizzazione delle opere pubbliche sono i privati a loro spese. La formulazione dell'articolo è stata considerata troppo generica, tanto da non rendere chiari alle Amministrazioni i paletti della norma, cioè quando un'opera è realizzata a titolo gratuito.   Codice Appalti e opere senza gara Su questa norma il presidente dell’Anac, Raffaele Cantone, aveva già espresso le sue perplessità in fase [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 21 luglio 2016
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Distanze tra edifici, si può derogare solo se c’è interesse pubblico

La Corte Costituzionale bacchetta le Marche per aver esteso questa possibilità a tutti gli interventi di trasformazione edilizia

Distanze tra edifici, si può derogare solo se c’è interesse pubblico
21/07/2016 – Le Regioni possono introdurre deroghe alle norme sulle distanze tra edifici solo per motivi di interesse pubblico. Lo ha affermato la Corte Costituzionale con la sentenza 178/2016.   A finire sotto accusa è stata la Legge Regionale 16/2015, che ha introdotto delle modifiche alla LR 36/2014 eliminando l’obbligo di rispettare le distanze previste dal DM 1444/1969 negli interventi di trasformazione.   I giudici hanno ricordato che la regolamentazione delle distanze minime e delle altezze massime compete allo Stato e che le Regioni non possono “sconfinare” con norme contenenti deroghe ai principi generali definiti a livello centrale.   Inizialmente la normativa della Regione Marche prevedeva che ci si potesse discostare da questi [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 21 luglio 2016

Codice Appalti, via al tavolo sulla fase transitoria

Andamento delle opere pubbliche, prospettive di crescita e politiche urbane al centro del monitoraggio di Ministero delle Infrastrutture e Ance

Codice Appalti, via al tavolo sulla fase transitoria
21/07/2016 – Si è svolto ieri il primo incontro del tavolo di lavoro sul nuovo Codice Appalti e le politiche urbane, promosso dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio.   Il tavolo, annunciato nei giorni scorsi durante l’assemblea nazionale dell’Associazione nazionale costruttori edili (Ance), ha come obiettivi affrontare la fase transitoria del nuovo Codice degli appalti,  analizzare l’andamento delle opere pubbliche e discutere le prospettive di crescita del settore con particolare attenzione alle politiche urbane.   Codice Appalti, il tavolo per la fase transitoria L’idea di avviare un tavolo di confronto e monitoraggio è nata per andare incontro alle preoccupazioni sollevate dall’Ance.   L’associazione [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 20 luglio 2016
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Codice Appalti, piccole correzioni alle soglie delle gare di progettazione

Gli aggiustamenti agli importi degli incarichi nel comunicato di rettifica degli errori formali

Codice Appalti, piccole correzioni alle soglie delle gare di progettazione
20/07/2016 – Con le correzioni formali al nuovo Codice Appalti arrivano anche piccoli aggiustamenti sulle soglie per l’affidamento degli incarichi di progettazione.   Nulla di eclatante, la differenza infatti è di pochi centesimi, tanto che anche queste precisazioni possono essere considerate solo materiali.   Le soglie delle gare di progettazione L’affidamento diretto degli incarichi sarà possibile per importi inferiori a 40mila euro. Nella versione del Codice pubblicata ad aprile era invece previsto un imposto inferiore o uguale a 40mila euro.   Cambiano di conseguenza anche gli altri scaglioni di importo.   Per le gare di progettazione di importo pari o superiore a 40mila euro (non più superiore) e inferiore a 100mila euro [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 19 luglio 2016
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Codice Appalti, pubblicate le correzioni formali

Manca ora il primo correttivo, in fase di gestazione, che dovrebbe intervenire su importi a base di gara e progetto di fattibilità

Codice Appalti, pubblicate le correzioni formali
19/07/2016 – Pubblicata in Gazzetta Ufficiale la rettifica degli errori materiali del nuovo Codice Appalti. Si tratta di correzioni formali (Scarica il testo del Codice Appalti corretto), nulla a che vedere con il primo decreto correttivo che dovrebbe apportare modifiche sostanziali ai contenuti della norma.    Correzioni formali al Codice Appalti Le otto pagine di rettifiche pubblicate in Gazzetta Ufficiale non modificano il senso della norma.   Le correzioni riguardano infatti refusi causati probabilmente dalla fretta con cui è stato pubblicato il Codice per rispettare la scadenza del 18 aprile fissata dall'Unione Europea. Tempi stretti, che non hanno consentito una revisione del testo prima della pubblicazione in Gazzetta. Le correzioni [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 18 luglio 2016
pubblicato da Alessandra Marra in IMPIANTI

Contabilizzatori di calore, entro il 2016 obbligatori nei condomini

Approvato il decreto che introduce l’obbligo di installazione e multe fino a 2500 euro per i proprietari inadempienti

Contabilizzatori di calore, entro il 2016 obbligatori nei condomini
18/07/2016 – I proprietari che non rispettano l’obbligo di installare i contabilizzatori di calore nei condomini entro il 31 dicembre 2016 saranno sanzionati con multe fino a 2500 euro, salvo che non dimostrino l’impossibilità tecnica d’installazione o l’inefficacia economica.   Questa una delle novità presenti nel Decreto Legislativo correttivo del D.lg 102/2014 di recepimento della direttiva 2012/27/UE sull’efficienza energetica, approvato in via definitiva dal Consiglio dei Ministri del 14 luglio scorso.   Il decreto contiene precisazioni sulla modalità di calcolo e fatturazione del consumo energetico e la suddivisione delle spese energetiche in condomini ed edifici polifunzionali.   Termoregolazione nei condomini: [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 18 luglio 2016
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Come individuare il titolo edilizio corretto per ogni intervento

Nel Decreto Scia 2 una tabella riassuntiva dei procedimenti edilizi e la nuova Segnalazione certificata di agibilità

Come individuare il titolo edilizio corretto per ogni intervento
18/07/2016 – Capire subito, senza incertezze, quale procedura seguire per la realizzazione di un intervento. Senza timore di incorrere in una denuncia per abusivismo edilizio e di iniziare lunghi e costosi contenziosi.   È lo spirito del Decreto “Scia 2” una tabella riassuntiva in cui, in corrispondenza dell’intervento da realizzare, si può consultare l’iter amministrativo da seguire.  Sono inoltre presenti una sintesi degli adempimenti successivi all’intervento edilizio e la nuova disciplina sulla Segnalazione certificata di agibilità.   Scompaiono la CIL e la DIA Il decreto elimina la CIL, facendo rientrare nell'edilizia libera tutti gli interventi per cui era prevista la Comunicazione [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 15 luglio 2016

Codice Appalti, via libera alle linee guida sulle commissioni giudicatrici

Il presidente dovrà essere sempre un membro esterno alla Stazione Appaltante, alla valutazione delle offerte collaborerà il RUP

Codice Appalti, via libera alle linee guida sulle commissioni giudicatrici
15/07/2016 – Il presidente della Commissione giudicatrice, chiamata a valutare le offerte nelle gare d’appalto col criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, deve essere iscritto all’Albo dei commissari tenuto dall’Anac ed essere quindi un membro esterno alla Stazione Appaltante. Anche se l’importo della gara è inferiore alle soglie comunitarie (5.225.000 euro per i lavori, 135.000 euro per i servizi e i concorsi di progettazione aggiudicati dalle amministrazioni governative, 209.000 euro per i servizi e i concorsi di progettazione aggiudicati dalle altre amministrazioni).   La novità è contenuta nelle linee guida sulle Commissioni giudicatrici, attuative del Codice Appalti, che l’Anac ha pubblicato dopo [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 15 luglio 2016
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Ecco la ‘Scia 2’, sarà più semplice individuare il titolo edilizio per ogni lavoro

Già in Gazzetta Ufficiale la ‘Scia 1’: dal 2017 sarà unificata e avrà modelli unici in tutta Italia

Ecco la ‘Scia 2’, sarà più semplice individuare il titolo edilizio per ogni lavoro
15/07/2016 – Prosegue l'iter del decreto “Scia 2”, che rende più facile individuare il titolo abilitativo richiesto per ogni intervento edilizio. Il testo, che attua la Riforma della Pubblica Amministrazione (Legge 124/2015), è stato bollinato dalla Ragioneria Generale dello Stato.   Scia 2 Il decreto modifica il Testo unico dell’edilizia (Dpr 380/2001) definendo con precisione gli interventi soggetti a Scia, quelli che necessitano del permesso di costruire e i casi in cui è ammesso il silenzio assenso. I lavori non annoverati in questo elenco sono invece considerati di edilizia libera. Il decreto contiene anche una tabella di sintesi  in cui, in corrispondenza dell’intervento da realizzare, si può consultare [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 14 luglio 2016

Codice Appalti, professionisti e Amministrazioni in difficoltà sugli importi

Ingegneri: l’uso facoltativo del DM Parametri può causare errori nella scelta della procedura di affidamento e non garantire la qualità della progettazione

Codice Appalti, professionisti e Amministrazioni in difficoltà sugli importi
14/07/2016 – Maggiore chiarezza sui metodi per calcolare gli importi delle gare d’appalto, attenzione ai piccoli appalti e investimenti sulla fase di progettazione per risparmiare sul costo delle opere.   Sono le richieste per superare alcune difficoltà del nuovo Codice Appalti, con cui professionisti e Stazioni Appaltanti si stanno confrontando. Se ne è parlato martedì a Bari durante il convegno “Il nuovo Codice Appalti e i servizi di ingegneria e architettura: novità e criticità” organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Bari.   Soglie e calcolo degli importi col Codice Appalti “Non si possono fissare norme rigorose sulle soglie degli appalti e poi non stabilire metodi chiari con cui calcolare [Leggi tutto l'articolo ...]


» Tutte le news RISTRUTTURAZIONE

Speciale RISTRUTTURAZIONE sponsored by:

Safety Expo Epicom
Termo 4
RISTRUTTURAZIONE
Corsi di Formazione
Scuola Permanente dell’Abitare - Montalcino

CICLO DI CONFERENZE "IL MESTIERE DELL’ARCHITETTO"

Corso di aggiornamento
  • Periodo: 25/07/2016 - 30/07/2016
ASS.I.R.C.CO. / CEI (conferenza episcopale italiana) - Matera

IL PROCESSO TECNICO ED AMMINISTRATIVO DELLE FASI PROGETTUALI ED ESECUTIVE DI ARCHITETTURE RELIGIOSE IN AMBITO DIOCESANO/PARROCCHIALE

Corso di specializzazione
  • Periodo: 22/09/2016 - 23/09/2016
Istituto Informa - roma

ANALISI DELLE STRUTTURE IN MURATURA MEDIANTE LA TECNICA DEI MARTINETTI PIATTI

Corso di specializzazione
  • Periodo: 29/09/2016 - 07/10/2016
Knauf Insulation


frc gazebo system