gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Sicurezza Cantieri

venerdì 19 dicembre 2014

Bernardelli Group inaugura il 2015 con una nuova avventura: produrre direttamente materiale in sacco

19/12/2014 - “Valorizzare gli aggregati che estraiamo nelle nostre cave è il nostro obiettivo e il fil rouge che accomuna le varie attività aziendali”, afferma Arturo Bernardelli, classe 1963, bresciano di nascita e fondatore di Bernardelli Group, azienda di Borgosatollo in provincia di Brescia, dedita all’attività estrattiva, ai trasporti e attività correlate. Quattro le aziende che fanno capo al brand: Edilquattro, che produce sabbie e ghiaie selezionate, sia sfuse che in sacco o big bags, materiali edili in sacco: malte, massetti, calcestruzzi, rasanti base gesso e base cemento, gessi, primer e impermeabilizzanti, asfalti; Bernardelli Trasporti, per il trasporto di aggregati, merci conto terzi, trasporto rifiuti speciali  e logistica; Novastrade, [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 18 dicembre 2014
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Rating di legalità, ecco come si ottengono le stellette

In vigore le nuove regole dell’Antitrust: le imprese devono operare in Italia e aver fatturato almeno 2 milioni prima della domanda

Rating di legalità, ecco come si ottengono le stellette
18/12/2014 - È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Provvedimento 4 dicembre 2014 dell’Autorità Antitrust che modifica il Regolamento attuativo sul rating di legalità.  Si tratta, lo ricordiamo, del sistema in base al quale le imprese, su base volontaria, potranno chiedere l’attribuzione di un punteggio, da una a tre stellette, che attesti il loro rispetto della legalità e renda possibile l’accesso in via preferenziale ai finanziamenti pubblici e punteggi aggiuntivi nelle gare d’appalto.   Requisiti delle imprese Per poter richiedere le stellette, le imprese devono avere la sede operativa in Italia, un fatturato minimo di due milioni di euro nell’ultimo esercizio chiuso nell’anno precedente alla [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 11 dicembre 2014

DuPont combatte i prodotti protettivi contraffatti attraverso la rete di partner Nomex® di fiducia

DuPont combatte i prodotti protettivi contraffatti attraverso la rete di partner Nomex® di fiducia
11/12/2014 - DuPont è riconosciuta a livello internazionale per la sua fibra resistente alla fiamma, intelligente e di alta qualità, DuPont™ Nomex®, Incorporata nel tessuto ad uso dei vigili del fuoco e dei lavoratori nel settore industriale in tutto il mondo. Gli indumenti provvisti di etichetta Nomex® sono prodotti secondo gli standard più elevati, utilizzando tessuti approvati da DuPont e sono diventati parte integrante della protezione delle persone sul lavoro. Tuttavia, l'importazione e la produzione di prodotti contraffatti e illegali sta diventando un problema serio non solo per l'economia delle aziende, ma soprattutto per la sicurezza dei lavoratori che tali prodotti mettono a rischio.   Per garantire la massima protezione degli [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 2 dicembre 2014
pubblicato da Alessandra Marra in SICUREZZA

Bando Inail: scadenza prorogata al 15 gennaio 2015

Un mese e mezzo in più per le imprese interessate alla messa in sicurezza dei luoghi di lavoro

Bando Inail: scadenza prorogata al 15 gennaio 2015
02/12/2014 -  E' stato prorogato alle ore 18.00 del 15 gennaio 2015, e non più il 3 dicembre 2014, il termine di presentazione delle domande per accedere ai 30 milioni di euro messi a disposizione dall’INAIL per la sicurezza nei luoghi di lavoro.   Le imprese interessate ad interventi per il miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro avranno più tempo quindi per accedere ai fondi.   Con Determinazione del Direttore Centrale Prevenzione n. 83 del 28 novembre 2014 sono stati posticipati anche i termini per la pubblicazione online della composizione delle Commissioni, prorogato al 27 gennaio 2015, e per l'attività istruttoria, prorogato al 30 gennaio 2015.   Le imprese hanno a disposizione, nella [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 27 novembre 2014
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Gare progettazione, non vanno indicati i costi della sicurezza

Tar Liguria: i servizi di natura intellettuale non hanno profili di interesse in tema di sicurezza sul lavoro

Gare progettazione, non vanno indicati i costi della sicurezza
27/11/2014 – Negli appalti di progettazione non è necessario indicare i costi relativi alla sicurezza. Lo ha spiegato il Tar Liguria con la sentenza 1690/2014.   Nel caso esaminato dal Tribunale amministrativo, una società aveva partecipato ad una gara con procedura negoziata per l’affidamento di un incarico di direzione lavori e coordinamento della sicurezza per una serie di opere.   I servizi, di importo di 100 mila euro, sarebbero stati affidati col criterio del prezzo più basso. La domanda era stata presentata da otto concorrenti e aveva vinto quello che aveva proposto un ribasso al 65,296%.   Una delle società non vincitrici aveva presentato ricorso sostenendo che i costi relativi alla sicurezza non erano stati indicati né [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 27 novembre 2014
pubblicato da Rossella Calabrese in MERCATI

Oggi gli edili in piazza #inlottaxilfuturo

Confedertecnica e Cnappc: ‘crisi senza precedenti’. Dagli architetti siciliani ‘Day Off: io spengo lo studio’

Oggi gli edili in piazza #inlottaxilfuturo
27/11/2014 - Scioperi, sit-in, presidi e manifestazioni di protesta in 20 città, organizzati da Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil. Oggi i lavoratori delle costruzioni tornano nelle piazze italiane per una giornata nazionale di mobilitazione del settore, con lo slogan #inlottaxilfuturo. “La mobilitazione ha ottenuto un primo risultato - ha annunciato il segretario generale Feneal Uil, Vito Panzarella, al presidio organizzato davanti al Ministero delle Infrastrutture -: il 9 dicembre le organizzazioni sindacali sono state convocate dal Ministro Maurizio Lupi. Siamo in piazza oggi, in tutta Italia, perché il governo ci ascolti e le nostre richieste siano chiare una volta per tutte.” “In questi sei anni di crisi drammatica - spiegano [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 26 novembre 2014
pubblicato da Rossella Calabrese in NORMATIVA

I tecnici al Governo: riportare a 30mila euro la tassazione forfetaria

Le altre richieste dei professionisti: eliminare l’obbligo di POS e consentire la deduzione al 100% delle spese per la formazione continua

I tecnici al Governo: riportare a 30mila euro la tassazione forfetaria
26/11/2014 - Soglia di reddito per l’applicazione del regime fiscale agevolato, obbligo di POS e deducibilità delle spese per la formazione.   Sono state queste le questioni che Armando Zambrano, coordinatore della Rete delle Professioni Tecniche (RPT), ha posto al Sottosegretario all’Economia e Finanze, Enrico Zanetti, in un recente incontro.   La prima questione è quella relativa all’abbassamento da 30mila a 15mila euro della soglia di reddito entro la quale applicare il regime forfetario per i professionisti, previsto dall’art. 9 della Legge di Stabilità 2015, attualmente in discussione alla Camera.   Se venisse confermata la nuova soglia di 15mila euro, un numero consistente di professionisti verrebbe escluso dal regime [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
reb
lunedì 1 dicembre 2014 - 10:06
Destra o sinistra noi professionisti siano ancora visto come un popolo di ricchi ed elitari archistar... da TUTTI. sveglia, maledetti politici, fatevi un giro nel mondo reale... gli unici evasori siete voi...
Salvatore
mercoledì 26 novembre 2014 - 12:48
Abolire gli ordini; abolire il minimo Inarcassa; abolire la formazione professionale obbligatoria; abolire il POS. OK è meglio cambiare paese!!!


martedì 11 novembre 2014
pubblicato da Rossella Calabrese in SICUREZZA

Sicurezza nei cantieri, il committente è il primo responsabile

Dall’Ordine degli ingegneri di Bologna una Guida per i cittadini

Sicurezza nei cantieri, il committente è il primo responsabile
11/11/2014 - “Basta normare le emergenze. Occorre mettere in atto un piano programmatico di interventi atto a tutelare la sicurezza del nostro Paese.”   È l’appello lanciato da Felice Monaco, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della provincia di Bologna, nel corso dell’incontro pubblico sul tema della sicurezza nei cantieri che si è tenuto sabato scorso presso la Sala Borsa del capoluogo emiliano.   L’evento, promosso dall’Ordine degli Ingegneri di Bologna, in collaborazione con il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI), ha visto la partecipazione di Armando Zambrano, Presidente del CNI, Giuseppe Piegari del Ministero del Lavoro, Leonardo Caruso, Vicepresidente Vicario dell’Associazione Nazionale Amministratori [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Giuseppe
lunedì 17 novembre 2014 - 09:46
Il DURC sconosciuto al sud?? Ma cosa scrive??? Diciamo che il nero lo fanno tutti, professionisti, impresari, maestranze e committenti compresi quando non hanno una dichiarazione irpef adeguata. Il vero problema del meridione è l'inettitudine diffusa ..
[Leggi questo commento]
michele
lunedì 17 novembre 2014 - 02:36
Ho amici nell'edilizia che lavorano in puglia con ditte abbastanza grandi che non sanno neanche che esista una legge con l'obbligo del responsabile della sicurezza su ogni cantiere e lavorano a turno di sei mesi essendo 6 operai 2 assicurati e 4 in nero ..
[Leggi questo commento]
salvatore ricciardiello
domenica 16 novembre 2014 - 19:40
la sicurezza deve essere un valore non un peso per le imprese, andrebbe gestita in modo semplice e chiaro.


venerdì 7 novembre 2014

Da Fnailp una riforma della professione intellettuale tecnica

Tra le proposte: ripristino delle tariffe minime, corsi di formazione facoltativi, nessun obbligo di POS

Da Fnailp una riforma della professione intellettuale tecnica
07/11/2014 - Una petizione nazionale rivolta al Ministro della Giustizia Andrea Orlando, per una ‘riforma seria della professione intellettuale tecnica’. L’ha lanciata la Federazione Nazionale Architetti ed Ingegneri Liberi Professionisti (FNAILP) sintetizzando il suo progetto in 10 punti e augurandosi ‘che siano trasformati in legge di Stato’.   1) Ripristino tariffe minime o “soglie di anomalia tariffe” Tutte le attività professionali sono soggette a minimi tariffari o soglie di anomalia tariffa, per le  prestazioni verso committenza privata e pubblica. Il Governo redige un ‘nuovo tariffario di anomalia vincolante’, un ‘mansionario professionale generale’ e una ‘tabella valori di mercato’. Il [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Ing Prato
venerdì 7 novembre 2014 - 23:49
Un altro punto assai importante: l'eliminazione del contributo integrativo Inarcassa. Tale contributo risulta incostituzionale e totalmente a perdere. In pratica sono soldi che versiamo senza averne alcun rientro nè vantaggio per il futuro. In particolare ..
[Leggi questo commento]
GIOVANNI
venerdì 7 novembre 2014 - 18:28
UN'ALTRA COSA IMPORTANTISSIMA DA FARE URGENTEMENTE UNA NUOVA LEGGE SULLE COMPETENZE BISOGNA SAPERE COSA PUO' FARE UN PROFESSIONISTA E COSA NON PUO' FARE, SENZA INTERPRETAZIONI. DI MEZZO CI SONO 16000 INGEGNERI CON LAUREA TRIENNALE E TUTTE QUELLE FIGURE ..
[Leggi questo commento]


venerdì 7 novembre 2014

Obbligo di POS per i professionisti, allo studio aiuti fiscali e sanzioni

Sottosegretario Enrico Zanetti: ‘il Governo sta valutando l’introduzione di un credito d’imposta, ma anche di sanzioni per gli inadempienti’

Obbligo di POS per i professionisti, allo studio aiuti fiscali e sanzioni
07/11/2014 - Il tavolo di lavoro sull’obbligo di POS, istituito presso il Ministero dello Sviluppo Economico, sta valutando l’istituzione di un credito d’imposta per agevolare i professionisti soggetti all’obbligo, ma anche l’introduzione di sanzioni o interdizioni in caso di inadempienza.   Lo ha annunciato il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Enrico Zanetti, rispondendo all’interrogazione del deputato Giovanni Paglia in Commissione Finanze della Camera, che chiedeva   Zanetti ha, in primo luogo, ricordato che l’obbligo per esercenti e professionisti di dotarsi di POS, è finalizzato a ridurre l’uso del denaro contante e dei relativi costi legati alla minore tracciabilità delle operazioni, e a ridurre il rischio [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
luigi
lunedì 10 novembre 2014 - 14:25
come fanno ad essere cosi imbecilli ,da quando esiste la tracciabilità è assegni non trasferibili e riduzione uso del contanti a 1000 è aumentato il debito è aumentata la disoccupazione ,la persona non ride più , ma come si puo essere cosi incompetenti. ..
[Leggi questo commento]
Nicola
domenica 9 novembre 2014 - 16:53
Ricordiamoci inoltre che poi sono carte di DEBITO ( non sono carte di CREDITO .... ) con il massimale giornaliero quindi dei Bancomat che se per sbaglio ha fatto la spesa prima è già in ROSSO e quindi NON TI PAGA UGALMENTE ... e dicendoti in faccia ..
[Leggi questo commento]
Marco
domenica 9 novembre 2014 - 15:36
Poveri imbecilli, non hanno ancora capito che i soldi in nero sono finiti, come pure i soldi in tutti gli altri colori; non c'è lavoro = non ci sono soldi. Vorrei vedere la foto e l'indirizzo di questi mentecatti stipendiati dalle banche.


» Tutte le news SICUREZZA CANTIERI

Speciale SICUREZZA CANTIERI sponsored by:

SICUREZZA CANTIERI
Corsi di Formazione
Penta Formazione - Vicenza

Addetto all'utilizzo di carrelli elevatori - Modulo Teorico in e-learning

Corso di aggiornamento
  • Periodo: 31/12/2014 - 31/12/2014
Penta Formazione - Vicenza

RLS - rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza - 32 ore ON LINE

Corso di aggiornamento
  • Periodo: 31/12/2014 - 31/12/2014
LOGICAL SOFT SRL - PADOVA

La Sicurezza in edilizia con il testo unico Aspetti pratici della stesura dei piani di sicurezza

Seminario
  • Periodo: 07/01/2015 - 07/01/2015