gli approfondimenti tematici di edilportale.com

Sinthesi

News Sicurezza Cantieri

lunedì 13 aprile 2015
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

I professionisti iscritti a Inarcassa non devono produrre il Durc

Presidente Muratorio: la regolarità per partecipare alle gare riguarda i contributi dovuti alla Cassa di previdenza, non gli adempimenti richiesti alle imprese

I professionisti iscritti a Inarcassa non devono produrre il Durc
13/04/2015 – La regolarità contributiva chiesta ai progettisti nelle gare per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura riguarda i versamenti a Inarcassa e presuppone adempimenti diversi da quelli che le imprese devono sostenere per ottenere il Durc.   Il chiarimento è arrivato da Inarcassa, Cassa di previdenza degli ingegneri e architetti liberi professionisti, dopo l’appello degli Architetti di Catanzaro.   Ricordiamo che nei giorni scorsi il Consiglio dell’Ordine di Catanzaro aveva chiesto che il Durc non fosse obbligatorio per i progettisti senza dipendenti iscritti ad Inarcassa. L’obbligo, giudicato una “pretesa ingiusta”, avrebbe messo in difficoltà molti studi creando un’analogia tra [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 9 aprile 2015
pubblicato da Alessandra Marra in SICUREZZA

Coordinatore per la sicurezza, ecco le linee guida degli Ingegneri

Gli Ordini dell’Emilia e della Toscana indicano i comportamenti da assumere nella fase di esecuzione lavori

Coordinatore per la sicurezza, ecco le linee guida degli Ingegneri
09/04/2015 – Il ruolo e i comportamenti che il coordinatore della sicurezza in fase d’esecuzione deve avere in cantiere: dalle indicazioni sulla frequenza dei sopralluoghi ai documenti da tenere sempre con sè.   Questi alcuni contenuti delle "Linee guida per il coordinatore della sicurezza in fase di esecuzione dei lavori", elaborate dagli Ordini degli Ingegneri dell’Emilia Romagna e della Toscana, con la collaborazione delle ASL delle due Regioni coinvolte.   Nelle premesse del documento viene specificato che la funzione del Coordinatore della Sicurezza in fase esecutiva (CSE) è di “alta” vigilanza in termini di coordinamento delle imprese, tuttavia tale compito non implica una costante e continua presenza [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 31 marzo 2015
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Professionisti iscritti a Inarcassa, ‘le Amministrazioni non chiedano il Durc’

Ordine degli Architetti di Catanzaro: pretesa ingiusta e non prevista dalla normativa vigente

Professionisti iscritti a Inarcassa, ‘le Amministrazioni non chiedano il Durc’
31/03/2015 – Il Durc non sia obbligatorio per i progettisti senza dipendenti iscritti ad Inarcassa. È la richiesta del Consiglio dell’Ordine degli Architetti della provincia di Catanzaro.   L’appello contro una “pretesa” considerata ingiusta si basa sull’analisi delle norme in vigore, come il Regolamento attuativo del Codice Appalti e una determina Anac del 2011.   Secondo il Consiglio dell’Ordine, la richiesta del Documento unico di regolarità contributiva (Durc) da parte della Pubblica Amministrazione crea difficoltà a molti architetti per il pagamento dei corrispettivi maturati in seguito alle prestazioni professionali effettuate. Situazione che provoca problemi di sostenibilità economica agli studi professionali.   A [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Arch. claudio n.
domenica 5 aprile 2015 - 10:43
lo dico da tempo ed ho anche discusso con un RUP che lo pretendeva per poter accettare la mia fattura. Ora faticosamente sto pagando gli arretrati, ma i pagamenti delle fatture emesse all'amministrazione pubblica non arrivano ...
Ing. Luigi P.
mercoledì 1 aprile 2015 - 12:50
Io lo trovo giustissimo come ragionamento ... e lo dico perchè sono tra quelli che negli anni ha avuto qualche difficoltà nell'onorare i contributi (o si campa la famiglia oppure si paga di tutto di +). Questo alleggerimento, potrebbe rimettere in moto ..
[Leggi questo commento]


mercoledì 25 marzo 2015
pubblicato da Alessandra Marra in APPALTI

Architetti: ‘le nuove linee guida dell’ANAC migliorino i lavori pubblici’

Appello a Renzi per produrre una buona architettura pubblica all’insegna della trasparenza e della libera concorrenza

Architetti: ‘le nuove linee guida dell’ANAC migliorino i lavori pubblici’
25/03/2015 – “Le nuove linee guida relative agli affidamenti dei Servizi di architettura e ingegneria, varate dall’Autorità Nazionale Anticorruzione, siano per il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, nel suo ruolo ad interim di Ministro alle Infrastrutture, l’irripetibile occasione per inaugurare una nuova stagione per il settore dei Lavori Pubblici”.   Questo l’appello del Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori a Renzi affinché sia in grado di inaugurare una stagione di buona architettura pubblica, basata sui principi della trasparenza e della libera concorrenza.   Per il presidente degli architetti italiani, Leopoldo Freyrie, bisogna “fare tesoro dello sforzo dell’Anac [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 17 marzo 2015

Anche negli appalti pubblici 15 giorni per regolarizzare il Durc

CdS: l’impresa non può essere esclusa se non è stata prima invitata a sanare la sua posizione

Anche negli appalti pubblici 15 giorni per regolarizzare il Durc
17/03/2015 – La possibilità regolarizzare il DURC vale anche negli appalti pubblici. Di conseguenza, non si può essere esclusi da una gara senza aver avuto 15 giorni di tempo per sanare la propria posizione. È arrivato a questa conclusione il Consiglio di Stato con la sentenza 781/2015.   I giudici hanno ricordato che, in base al Decreto del Fare (DL69/2013, convertito nella Legge 98/2013), prima dell’emissione del Documento unico di regolarità contributiva (DURC), in caso di irregolarità gli enti preposti devono dare agli interessati 15 giorni di tempo per la regolarizzazione.   A detta del CdS, quindi, il requisito della regolarità deve sussistere non al momento della presentazione dell’offerta, ma in quello in cui [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 12 marzo 2015
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Durc nei lavori privati valido 90 giorni fino a nuovo ordine

Negli appalti pubblici resta la durata di 120 giorni, il Dm previsto dal Jobs Act uniformerà la situazione

Durc nei lavori privati valido 90 giorni fino a nuovo ordine
12/03/2015 – La durata del Documento unico di regolarità contributiva (DURC) nei lavori privati torna a 90 giorni, ma solo in via transitoria. Lo ha chiarito il Ministero del Lavoro con la nota 3899/2015.   Il Ministero ha spiegato che, per i lavori pubblici, il Decreto del Fare (DL 69/2013, convertito nella Legge 98/2013) ha esteso la durata del Durc da 90 a 120 giorni prevedendo che il documento non deve più essere richiesto per ciascuna fase della procedura di aggiudicazione, ma solo per le fasi fondamentali del contratto, come il pagamento del saldo, che necessita di un nuovo Durc. In base alla norma, nel corso dei 120 giorni di validità, il Durc può essere utilizzato anche per appalti diversi da quelli per cui è stato richiesto. In caso [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 10 marzo 2015

Consiglio Nazionale Architetti: POS ingiusto, anacronistico, punitivo

‘Il disegno di legge si basa sul pregiudizio che tutti i liberi professionisti siano evasori fiscali’

Consiglio Nazionale Architetti: POS ingiusto, anacronistico, punitivo
10/03/2015 - “Ingiusta, anacronistica, punitiva e inutile”. Il Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori definisce in questo modo la possibilità, secondo il disegno di legge 1747 in discussione al Senato, che i liberi professionisti che non si siano dotati di POS vengano sospesi dalla loro attività e sanzionati con una ammenda fino a 1500 euro. “Ingiusta - spiega il Consiglio Nazionale - perché si basa sul presupposto e sul pregiudizio che tutti i liberi professionisti siano evasori fiscali; anacronistica perché impone un’attrezzatura informatica già superata dalla fatturazione elettronica e dai pagamenti effettuabili via smartphone”.   “Punitiva perché, per quanto [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 9 marzo 2015
pubblicato da Alessandra Marra in APPALTI

I ritardi delle opere incompiute costano 800 miliardi di euro

La Fillea Cgil propone una legge sugli appalti trasparente, che tuteli i lavoratori e favorisca tempi certi nella realizzazione delle costruzioni

I ritardi delle opere incompiute costano 800 miliardi di euro
09/03/2015 – Tempi certi nella realizzazione delle opere pubbliche, tutela dei lavoratori edili, contrasto alla concorrenza sleale (che favorisce imprese più economiche e meno qualificate) e limite all’utilizzo del sub-appalto.   Questi gli obiettivi principali perseguiti dalla legge d’iniziativa popolare in tema di appalti pubblici lanciata in un convegno dalla Federazione Italiana dei Lavoratori del Legno, dell' Edilizia, delle industrie Affini ed estrattive (Fillea Cgil) giovedì 5 marzo a Roma.   La Fillea Cgil ha 'spinto' l'iniziativa con una giornata di mobilitazione nazionale con tantissimi flash mob; i lavoratori edili in circa 40 città italiane hanno appeso striscioni con lo slogan #giulemanidaicantieri su ponti, [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 6 marzo 2015

Obbligo di POS, Confedertecnica: stato di polizia tributaria

‘Ennesimo provvedimento-capestro che punisce i professionisti già colpiti dalla crisi’

Obbligo di POS, Confedertecnica: stato di polizia tributaria
06/03/2015 - “L’obbligo del POS non è solo assurdo ma è la dimostrazione di come la politica sia ormai distante, quando non contrapposta, rispetto alla vita quotidiana delle Pmi, dei professionisti e delle partite Iva, che in Italia sono sottoposti a sempre maggiori obblighi a fronte di sempre minor lavoro”.    Non usa mezzi termini Calogero Lo Castro, presidente di Confedertecnica, la Confederazione Sindacale che riunisce tutti i liberi professionisti tecnici, nello stigmatizzare l’ennesimo provvedimento-capestro che minaccia e punisce severamente professionisti e partite Iva già colpite duramente dalla crisi.   Il Parlamento sta valutando in questi giorni un disegno di legge che integra gli articoli già approvati [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 5 marzo 2015

In arrivo multe fino a 1.500 euro per i professionisti senza POS

Un disegno di legge presentato al Senato prevede sanzioni fino alla sospensione dell’attività professionale per gli inadempienti

In arrivo multe fino a 1.500 euro per i professionisti senza POS
05/03/2015 - ‘Premiare’ i professionisti e gli esercenti che si dotano di POS e multare chi non lo fa, negando così ai suoi clienti la possibilità di pagare con moneta elettronica.   È l’obiettivo del disegno di legge “Disposizioni relative all’obbligo per i soggetti che effettuano l’attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali, di dotarsi di adeguati strumenti di pagamento elettronici per pagamenti superiori ai 30 euro”, recentemente presentato al Senato da quattro senatori NCD-UDC.   L’obbligo - per professionisti, esercenti, commercianti ed aziende - di dotarsi di POS per consentire ai propri clienti di pagare mediante moneta elettronica le prestazioni professionali [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
lorenzo
lunedì 9 marzo 2015 - 09:38
Il disegno di legge è una fesseria partorita da 4 ignoranti: nessun cliente chiederà mai di pagare con POS, perchè vorrebbe dire pagare SUBITO!! E in tal caso potrebbe anche valere la pena fare un regalo alle banche pur di essere sicuri di riscuotere ..
[Leggi questo commento]
Angelo
domenica 8 marzo 2015 - 18:25
Faccio i complimenti ai “Fantastici 4” che hanno partorito questa norma. Tutti professionisti rispettabili che probabilmente non hanno lavorato un solo giorno nella loro vita e che non hanno avuto mai a che fare con i privati che prima ti commissionano ..
[Leggi questo commento]
Paola
domenica 8 marzo 2015 - 16:55
Ricordiamoci i nomi dei quattro "prodi" quando andremo al voto (se mai più ci andremo, visto che l'attuale Governo, mai votato da nessuno, ha tutte le intenzioni di durare il più a lungo possibile!): AIELLO, GENTILE, BILARDI e DI GIACOMO. I partiti ..
[Leggi questo commento]


» Tutte le news SICUREZZA CANTIERI

Speciale SICUREZZA CANTIERI sponsored by:

SICUREZZA CANTIERI
Corsi di Formazione
Informa Srl - Roma

LAVORI ELETTRICI, AGGIORNAMENTO PES – PAV – PEI

Corso di aggiornamento
  • Periodo: 21/04/2015 - 21/04/2015
New Skill S.r.l. - Ente Accreditato alla Regione Campania e Accreditato AIFOS (Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro) - Napoli

Corso Consulente del Sistema HACCP - 20 e 21 aprile 2015

Corso di specializzazione
  • Periodo: 20/04/2015 - 21/04/2015
Informa Srl - Roma

CORSO DI FORMAZIONE PER PREPOSTI

Corso di specializzazione
  • Periodo: 21/04/2015 - 21/04/2015


Prefabbricati in calcestruzzo