Fonolook
Carrello 0
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Attestazione SOA

giovedì 19 gennaio 2017

Centro Italia, 24 scuole saranno ricostruite con tecnologia a secco

Si utilizzeranno strutture in legno, acciaio, casseri a perdere e calcestruzzo prefabbricato. Tempi abbreviati per l’affidamento dei lavori

Centro Italia, 24 scuole saranno ricostruite con tecnologia a secco
19/01/2017 – La ricostruzione delle scuole danneggiate dai terremoti che, a partire dal 24 agosto 2016 hanno devastato il Centro Italia, avverrà con tecnologia a secco. Lo prevede l’ordinanza 14/2017, firmata dal Commissario straordinario per la ricostruzione, Vasco Errani.   La nuova norma si inserisce nel programma straordinario per la riapertura delle scuole per l’anno scolastico 2017-2018. Il programma si articola in tre azioni: ricostruzione degli edifici scolastici che, a causa dei danni subiti, non possono essere riparati, riparazione, con adeguamento sismico, degli edifici scolastici che hanno avuto un esito di agibilità “E” e affitto, montaggio e smontaggio di moduli scolastici provvisori per le scuole che verranno riparate, con adeguamento [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 18 gennaio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Livelli di progettazione, ecco la bozza del decreto

Aumentano le verifiche preliminari per evitare imprevisti. Le alternative progettuali potranno essere sottoposte a dibattito pubblico

Livelli di progettazione, ecco la bozza del decreto
18/01/2017 – Il Ministero delle Infrastrutture ha diffuso la bozza di decreto sui livelli di progettazione. Il testo attua il Codice Appalti (Dlgs 50/2016) che ha introdotto l'obbligo di mandare in gara il progetto esecutivo per evitare la prassi delle varianti che finora hanno prodotto ritardi e aumento dei costi nella realizzazione delle opere. Le Stazioni Appaltanti e i progettisti che partecipano alle gare di ingegneria e architettura devono quindi confrontarsi con tre livelli di progettazione successivi: progetto di fattibilità tecnica ed economica, progetto definitivo e progetto esecutivo.   Rispetto al vecchio Codice Appalti, la novità sta nel rafforzamento della fase preliminare, che viene arricchita di una serie di adempimenti per evitare imprevisti, [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 17 gennaio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Professionisti, Cesare Damiano ‘favorevole al ritorno delle tariffe’

Jobs Act autonomi, il presidente della Commissione Lavoro della Camera a RPT: 'usare i parametri fissati dal Ministero della Giustizia’

Professionisti, Cesare Damiano ‘favorevole al ritorno delle tariffe’
17/01/2017 - “Sono favorevole al ritorno delle tariffe per le prestazioni svolte dai liberi professionisti”. Lo ha affermato Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro della Camera durante l’audizione della Rete delle professioni tecniche (RPT) sul Jobs Act degli autonomi.   I rappresentanti di RPT, che dopo la riforma e l’abolizione delle tariffe hanno sempre lamentato l’innescarsi di una guerra al ribasso, hanno colto anche questa occasione per chiedere un sistema di pagamento delle prestazioni professionali che garantisca il rispetto della dignità dei professionisti.   “So che è stato il mio Governo a toglierle, con le leggi sulle liberalizzazioni dell’ex Ministro Pier Luigi Bersani, ma penso che abbiamo sbagliato [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 16 gennaio 2017

Bandi di progettazione, nasce l’Osservatorio degli Architetti

Sarà attivo entro aprile 2017 e vigilerà sulle gare di ingegneria e architettura

Bandi di progettazione, nasce l’Osservatorio degli Architetti
16/01/2017 – Nasce l’Osservatorio Nazionale sui Servizi di Architettura e Ingegneria (ONSAI) costituito dal Consiglio Nazionale degli Architetti (CNAPPC) per verificare la conformità al Codice Appalti dei bandi di progettazione pubblicati dalle stazioni appaltanti e supportarle preliminarmente mettendo a disposizione appositi bandi tipo.   L’Osservatorio sarà a regime entro il prossimo aprile, ma già a fine gennaio sarà on-line per un periodo di sperimentazione di due mesi.   Bandi di progettazione: gli obiettivi dell’Osservatorio L’Osservatorio Nazionale si muoverà in due direzioni: da una parte verificherà, anche su segnalazione degli iscritti, i bandi pubblicati dalle stazioni appaltanti per l’affidamento [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 16 gennaio 2017
pubblicato da Rossella Calabrese in MERCATI

Costruzioni, Ance: il 2017 sarà l’anno della ripresa

Determinanti gli investimenti infrastrutturali e i bonus fiscali per ristrutturazioni, antisismica e riqualificazione energetica

Costruzioni, Ance: il 2017 sarà l’anno della ripresa
16/01/2017 - Dopo una lunga crisi, la ripresa del settore edile nel 2017 è uno scenario possibile. Lo dice l’Osservatorio Congiunturale dell’Ance sull’Industria delle Costruzioni, presentato giovedì scorso dal Presidente Gabriele Buia, dal Vicepresidente Rudy Girardi e dal Responsabile del Centro Studi Ance, Flavio Monosilio.   Il cambio di segno degli investimenti in costruzioni - spiegano i costruttori - sarà soprattutto determinato da quanto previsto nella Legge di Bilancio 2017, che dà grande attenzione all’edilizia con misure relative al rilancio degli investimenti infrastrutturali e al rafforzamento degli incentivi fiscali esistenti, in particolare, per gli interventi di messa in sicurezza sismica e di efficientamento energetico.   2016: [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 13 gennaio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Edilizia e arredi, definiti i nuovi criteri ambientali minimi

Dal Ministero dell’Ambiente i riferimenti per gli appalti verdi della Pubblica Amministrazione

Edilizia e arredi, definiti i nuovi criteri ambientali minimi
3/01/2017 – Via libera ai nuovi criteri ambientali minimi per le gare di progettazione, l’acquisto di arredi interni e prodotti tessili da parte della Pubblica Amministrazione. Il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ha firmato il decreto, attuativo del Codice Appalti, che definisce i riferimenti per gli acquisti verdi con gara.   Criteri ambientali minimi in edilizia Come dichiarato dal Ministro Galletti, per l’affidamento dei servizi di progettazione dei lavori di nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione, si continuerà a fare riferimento al DM 24 dicembre 2015, in cui sono stati inseriti riferimenti al nuovo Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) e al nuovo Conto Termico (DM 16 febbraio 2016).   L’appaltatore dovrà dimostrare [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 12 gennaio 2017

Livelli di progettazione, Consiglio di Stato: ‘troppe indagini preventive’

CdS: il decreto vorrebbe limitare le varianti e contenere i costi, ma rischia di sortire l’effetto contrario

Livelli di progettazione, Consiglio di Stato: ‘troppe indagini preventive’
12/01/2016 – Il decreto sui livelli di progettazione, attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) prevede troppi adempimenti e rischia di far lievitare i costi per la realizzazione delle opere, cioè di sortire l’effetto contrario rispetto all’obiettivo di evitare intoppi e imprevisti. È questo, in sintesi, il parere del Consiglio di Stato sulla norma che, invece, dovrebbe assicurare il risparmio di risorse pubbliche aumentando gli accertamenti preventivi.   Livelli di progettazione, cosa propone il decreto Sulla base di quanto previsto dal Codice, il decreto suddivide la progettazione in tre livelli: progetto di fattibilità tecnica ed economica, progetto definitivo e progetto esecutivo.   Per evitare imprevisti dell’ultim’ora [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
filippo Rossi
lunedì 16 gennaio 2017 - 10:54
Quello che chiede il codice appalti è purtroppo una sciocchezza: le indagini non devono essere fatte a propri, bensì programmate assieme ai progettisti che di quelel indagini si dovranno avvalere, almeno per quanto riguarda la geologia e le indagini ..
[Leggi questo commento]


mercoledì 11 gennaio 2017

Appalti, Cgil Cisl e Uil: manutenzioni in gara col progetto esecutivo

I sindacati chiedono una stretta su massimo ribasso e subappalto e regole più leggere per la manutenzione e progettazione delle infrastrutture

Appalti, Cgil Cisl e Uil: manutenzioni in gara col progetto esecutivo
11/01/2017 – Mantenere l’obbligo di mettere in gara il progetto esecutivo anche per le manutenzioni. È una delle richieste avanzate dai sindacati Cgil, Cisl e Uil, intervenuti ieri in Commissione Ambiente della Camera nell’ambito del ciclo di audizioni sullo stato di attuazione del Codice Appalti (D.lgs.50/2016).   I rappresentanti delle maggiori sigle sindacali si sono soffermati anche su offerta economicamente più vantaggiosa, subappalto, concessioni autostradali, riduzione e riqualificazione delle Stazioni Appaltanti.   Progetto esecutivo per le manutenzioni I sindacati hanno chiesto che il Governo, nella predisposizione del correttivo, non accolga le richieste avanzate da alcune Stazioni Appaltanti, che ritengono l’obbligo troppo oneroso [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 10 gennaio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Codice Appalti, correttivo a rischio proroga

Non si è ancora conclusa l’indagine conoscitiva sull’attuazione della nuova norma e rispettare il termine del 19 aprile 2017 potrebbe essere complicato

Codice Appalti, correttivo a rischio proroga
10/01/2017 - I termini per scrivere il correttivo al Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) potrebbero essere prorogati. È la conseguenza dell’ordine del giorno delle Commissioni Ambiente della Camera e Lavori Pubblici del Senato, che oggi riprendono le audizioni sullo stato di attuazione della nuova normativa sui contratti pubblici.   L’indagine conoscitiva sullo stato di attuazione ddel nuovo Codice doveva essere effettuata entro il 31 dicembre 2016, ma ad oggi le consultazioni non sono terminate, quindi con buona probabilità le Commissioni autorizzeranno uno slittamento dei termini, che potrebbe ripercuotersi a cascata su tutti i lavori in vista del correttivo.   Nella mattinata di oggi saranno inoltre ascoltati i rappresentanti delle principali sigle sindacali, [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 9 gennaio 2017

Le Superspecialistiche diventano 15, in Gazzetta il decreto

Codice Appalti: dal 19 gennaio 2017 le strutture in legno entrano nell’elenco delle opere ad alto contenuto tecnologico insieme a barriere paramassi e fermaneve

Le Superspecialistiche diventano 15, in Gazzetta il decreto
09/01/2017 – Le categorie superspecialistiche passano da tredici a quindici. È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 148/2016 con cui il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti (Mit) ha riscritto le regole sulle opere ad alto contenuto tecnologico o di complessità tale da richiedere elevati livelli di specializzazione.   Il decreto, attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) entrerà in vigore il 19 gennaio 2017. A partire da questa data, la stretta sull’avvalimento e sul subappalto si applicherà a tutte le 15 categorie contenute nel decreto.   Per le opere superspecialistiche, lo ricordiamo, è vietato l’avvalimento quando superano il 10% dell’importo del contratto e non è consentito il subappalto [Leggi tutto l'articolo ...]


» Tutte le news ATTESTAZIONE SOA

Speciale ATTESTAZIONE SOA sponsored by:

Blumatica Diagnosi Energetica
Blumatica Diagnosi Energetica
Rockfon Eclipse


Made Expo 2017