Sismicad 12
Carrello 0
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Attestazione SOA

mercoledì 22 marzo 2017

Progettazione, in Sicilia c’è ancora l’incentivo del 2% per i dipendenti pubblici

Oice scrive a Ministero delle Infrastrutture e Anac: ‘strano ma vero, il regolamento regionale vìola il Codice Appalti’

Progettazione, in Sicilia c’è ancora l’incentivo del 2% per i dipendenti pubblici
22/03/2017 – L’incentivo del 2% alla progettazione per i dipendenti pubblici è andato in pensione da tempo ed è vietato dal nuovo Codice Appalti, in vigore da aprile 2016. In tutta Italia tranne che in Sicilia, dove un regolamento approvato a dicembre 2016 l’ha reintrodotto.   “Strano ma vero”, denuncia l’Oice scrivendo al Ministero delle Infrastrutture e all’Autorità nazionale anticorruzione (Anac).   Codice Appalti e incentivo alla progettazione Come sottolineato da Oice, il vecchio Codice Appalti (D.lgs. 163/2006) prevedeva un incentivo per la progettazione svolta all’interno della Pubblica Amministrazione.    Il nuovo Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), adottato ad aprile 2016, ha abrogato la [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 21 marzo 2017
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Ricostruzione, professionisti e società di ingegneria in guerra per gli incarichi

RPT al Commissario Vasco Errani: ‘le società non possono lavorare con i privati’. Oice e Legacoop: ‘si manipola la realtà’

Ricostruzione, professionisti e società di ingegneria in guerra per gli incarichi
21/03/2017 – Escludere le società di ingegneria dalla ricostruzione post sisma dal momento che, in base alla legge, non possono assumere incarichi dai privati. È la richiesta avanzata dalla Rete delle professioni tecniche (RPT) con una lettera inviata al Commissario speciale per la ricostruzione, Vasco Errani.   Società di ingegneria e ricostruzione post sisma In base all’Allegato A (articolo 5, paragrafo 1 lettera G) dell’ordinanza 12/2017, che regola l’iscrizione all’elenco speciale dei professionisti che possono partecipare alle attività di ricostruzione post sisma, sono ammesse anche le società di ingegneria.   Per l’iscrizione all’elenco speciale, lo ricordiamo, sono necessari una serie di requisiti, [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 20 marzo 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Livelli di progettazione, le manutenzioni escono dal decreto

Resta, nonostante le contestazioni, il progetto di fattibilità tecnica ed economica in due fasi. Più in evidenza le attività di prevenzione

Livelli di progettazione, le manutenzioni escono dal decreto
20/03/2017 – La bozza di decreto sui livelli di progettazione aggiusta il tiro. Complici i lavori per il correttivo al Codice Appalti, le richieste del Consiglio di Stato e quelle delle Regioni, i contenuti sono stati modificati e riorganizzati.   Il testo che il Governo sta per inviare alle Regioni perde qualche pezzo, come le attività di manutenzione, mette in evidenza la prevenzione tra i criteri per la progettazione ed elimina alcune indagini preventive, considerate “troppe” dal Consiglio di Stato.   Opere di manutenzione Le attività di manutenzione ordinaria e straordinaria, dalle più semplici alle più complesse, saranno regolamentate con un decreto del Consiglio superiore dei lavori pubblici (Cslp). A prevederlo è stata [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 17 marzo 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Appalto integrato, Delrio assicura: ‘non sarà reintrodotto’

Il Ministro tranquillizza: sarà consentito solo in caso di urgenza e per i progetti definitivi approvati prima dell’entrata in vigore del Codice Appalti

Appalto integrato, Delrio assicura: ‘non sarà reintrodotto’
17/03/2017 – “Il correttivo non intende in alcun modo intaccare i pilastri del nuovo codice degli appalti, tra i quali la qualificazione delle stazioni appaltanti, la centralità del progetto, la lotta alla corruzione”. Lo ha affermato il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, in audizione in Commissione Ambiente della Camera.   Le parole di Delrio suonano come una rassicurazione. Dopo la diffusione della bozza definitiva del Correttivo al Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), molti addetti ai lavori hanno infatti accusato il Governo di voler stravolgere lo spirito della legge delega (Legge 11/2016).   Quando è consentito l’appalto integrato La legge delega e il Codice Appalti vietano l’appalto integrato che, secondo [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 16 marzo 2017

Appalti, nuovi requisiti solo per i RUP nominati dopo il 22 novembre 2016

Ai RUP nominati prima di tale data si applicano le vecchie regole, anche se la gara è stata bandita dopo

Appalti, nuovi requisiti solo per i RUP nominati dopo il 22 novembre 2016
16/03/2017 – I Responsabili unici del procedimento (RUP) nominati prima del 22 novembre 2016 potranno continuare ad operare nel mercato degli appalti anche se non sono in possesso dei nuovi requisiti previsti dalle linee guida n.3 dell’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), attuative del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016). Lo ha chiarito il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti rispondendo a una interrogazione presentata alla Camera dalla deputata M5S, Claudia Mannino.   Le spiegazioni del Ministero completano quanto già affermato dall’Anac lo scorso dicembre.   RUP, nuovi requisiti dal 22 novembre 2016 A dicembre l’Anac ha spiegato che i nuovi requisiti per i RUP si applicano alle gare bandite dopo il 22 novembre 2016, data di [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 16 marzo 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Piano triennale dei lavori pubblici: priorità a manutenzioni e incompiute

L’aggiornamento dei programmi sulla base delle nuove regole inizierà dal periodo 2018 - 2020

Piano triennale dei lavori pubblici: priorità a manutenzioni e incompiute
16/03/2017 – Manutenzioni, recupero del patrimonio edilizio esistente e completamento delle incompiute saranno la priorità dei prossimi piani triennali dei lavori pubblici. I programmi saranno redatti con un occhio di riguardo alla trasparenza: ogni lavoro sarà contrassegnato da un codice che ne consentirà l’esatta identificazione.   All’interno di ogni piano triennale ci sarà un elenco di lavori annuali per cui sia assicurata la copertura finanziaria e il veloce avvio delle procedure di appalto.   In fase di prima applicazione, l’aggiornamento dei piani triennali sulla base delle nuove regole e priorità avrà come riferimento il periodo 2018 – 2020. Ma vediamo, più in dettaglio, cosa prevede la bozza [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 16 marzo 2017

Wienerberger conforme ai criteri minimi ambientali

Tutti i laterizi Wienerberger conformi alle richieste del Ministero dell'Ambiente

16/03/2017 -  Sono stati pubblicati poche settimane fa i nuovi criteri ambientali minimi per le gare di progettazione, l’acquisto di arredi interni e prodotti tessili da parte della Pubblica Amministrazione. Il Ministro dell’Ambiente, Gian Luca Galletti, ha firmato il decreto, attuativo del Codice Appalti, che definisce i riferimenti per gli acquisti verdi con gara.   Per l’affidamento dei servizi di progettazione dei lavori di nuova costruzione, ristrutturazione e manutenzione, si continuerà a fare riferimento al DM 24 dicembre 2015, in cui sono stati inseriti riferimenti al nuovo Codice Appalti (D.lgs. 50/2016) e al nuovo Conto Termico (DM 16 febbraio 2016). Questi importanti documenti definiscono caratteristiche e prestazioni ambientali superiori [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 15 marzo 2017
pubblicato da Rossella Calabrese in MERCATI

Oice: ‘difendere la qualità del progetto con il Correttivo Appalti’

Positivi per la progettazione i primi 10 mesi dopo il nuovo Codice

Oice: ‘difendere la qualità del progetto con il Correttivo Appalti’
15/03/2017 - Dall’entrata in vigore del Codice Appalti, negli ultimi dieci mesi, il mercato della progettazione è in netta crescita rispetto ai 10 mesi dello stesso periodo precedente: +29,3% in numero e +29,2% in valore. In termini assoluti nei mesi post decreto 50/2016, da maggio 2016 a febbraio 2017, si sono raggiunti i 331 milioni di euro contro i 256 milioni di euro degli stessi mesi 2015-2016.   Lo dice secondo l’OICE nel consueto aggiornamento dell’Osservatorio sulle gare pubbliche di ingegneria e architettura.   All’interno del dato complessivo si colloca il risultato delle gare per servizi di sola progettazione del primo bimestre 2017: sono state 468, per un valore di 58,2 milioni di euro; nel confronto con il primo bimestre 2016 il numero [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 8 marzo 2017
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Correttivo Appalti, i tecnici dipendenti pubblici dovranno iscriversi all’Albo

Non basterà più l’abilitazione professionale per firmare i progetti da mandare in gara. L'ultima bozza conferma l’obbligo del DM Parametri

Correttivo Appalti, i tecnici dipendenti pubblici dovranno iscriversi all’Albo
08/03/2017 – Condizioni più eque per i progettisti liberi professionisti e per quelli interni alle Stazioni Appaltanti. Lo prevede la bozza definitiva del decreto, inviata alle Camere per il parere, che introduce anche una serie di tutele per i professionisti.   Obbligo di iscrizione all’Albo I progetti che le Stazioni Appaltanti dovranno mandare in gara dovranno essere firmati da un professionista iscritto all’Albo professionale. Non basterà più la semplice abilitazione professionale, come invece prevede il Codice Appalti (D.lgs. 50/2016).   Si tratta di un’inversione di tendenza che dà ascolto alle proteste del mondo delle professioni dopo l’approvazione del Codice Appalti. I tecnici lamentavano una disparità [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 8 marzo 2017

Correttivo Appalti, Finco: ‘si rischia la controriforma’

Denunciato il rischio di indebolimento delle superspecialistiche e passi indietro su subappalto e manutenzioni in house

Correttivo Appalti, Finco: ‘si rischia la controriforma’
08/03/2017 – Non si capisce perché il Correttivo al Codice Appalti modifichi “tali e tanti punti nevralgici, compiendo un gigantesco passo indietro ed imprimendo al provvedimento l’impronta di una vera e propria controriforma”. Così la Federazione Industrie Prodotti Impianti Servizi ed Opere Specialistiche per le Costruzioni (Finco) in una lettera inviata al Governo.   “Gli aspetti più eclatanti  di tale involuzione - si legge in una nota diramata da Finco - riguardano: l’ampliamento dell’area del subappalto “libero” (Art. 105 c.2 Codice), l’allargamento delle maglie dell”in house per le manutenzioni (Art. 177 c.1 Codice) poste in essere dalle società concessionarie delle autostrade, l’indebolimento [Leggi tutto l'articolo ...]


» Tutte le news ATTESTAZIONE SOA

Speciale ATTESTAZIONE SOA sponsored by:

Peri
Panel C-GG
WindFree


Sismicad 12