Sicurtecto e Protecto
Carrello 0
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Attestazione SOA

lunedì 20 febbraio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Codice Appalti, inizia l’iter del correttivo

Il nuovo testo rimarrà in consultazione fino a mercoledì 22 febbraio, confermato l’obbligo del DM Parametri, appalto integrato solo sopra i 150 milioni di euro

Codice Appalti, inizia l’iter del correttivo
20/02/2017 – Prosegue l’iter del Correttivo del Codice Appalti. Venerdì il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, ha svolto un’informativa preliminare sul testo in Consiglio dei Ministri. Vuol dire che il percorso per la revisione del Codice Appalti entra nel vivo, anche perché i tempi sono abbastanza stretti. Tutti i passaggi devono infatti essere completati entro il 18 aprile.   Fino a mercoledì 22 febbraio il testo sarà sottoposto alle consultazioni con i principali stakeholders (Scarica il TESTO del Correttivo posto in consultazione). Passerà poi all’esame preliminare del Consiglio dei Ministri. Successivamente sarà inviato alla Conferenza Stato Regioni, alle competenti Commissioni parlamentari [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 16 febbraio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Correttivo Appalti, il nuovo testo domani in Consiglio dei Ministri

Ministro Graziano Delrio: ‘Accolte le richieste degli operatori. Consultazioni e approvazione entro il 18 aprile’

Correttivo Appalti, il nuovo testo domani in Consiglio dei Ministri
16/02/2017 – Approderà domani sul tavolo del Consiglio dei Ministri la bozza del decreto Correttivo del Codice Appalti. Si tratta di un testo che ha già superato quello circolato nei giorni scorsi e che ha tenuto in considerazione alcune delle segnalazioni degli operatori.   L’annuncio è arrivato dal Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Graziano Delrio, intervenuto in audizione di fronte alle Commissioni riunite Ambiente della Camera e Lavori Pubblici del Senato.   Correttivo Appalti, l’iter del testo La bozza su cui domani si svolgerà la prima informativa del Consiglio dei Ministri, ha specificato Delrio, “rappresenta solo un testo preliminare che ha davanti a sé ancora diversi passaggi”.   Dopo [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 16 febbraio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Incompiute, nei piani triennali delle opere pubbliche saranno la priorità

Amministrazioni responsabilizzate già in fase di programmazione per evitare ritardi e spreco di risorse

Incompiute, nei piani triennali delle opere pubbliche saranno la priorità
16/02/2017 – La gestione delle incompiute sarà la priorità della programmazione triennale delle opere pubbliche. Lo prevede il decreto attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), messo a punto dal Ministero delle Infrastrutture (Mit), che ha ottenuto il via libera dal Consiglio di Stato col parere 351/2017. Il decreto tende, in generale, a responsabilizzare le Amministrazioni già nella fase della programmazione delle opere, per evitare ritardi e la collocazione inefficiente delle risorse spese.   Programmazione e incompiute, il decreto attuativo del Codice Fino ad ora, ha rilevato il Consiglio di Stato, il legislatore ha dedicato maggiore attenzione alla selezione del contraente rispetto alla fase di programmazione. Si tratta di un approccio che [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 15 febbraio 2017
pubblicato da Rossella Calabrese in NORMATIVA

Appalti, OICE critica sulle deroghe che consentono l’appalto integrato

‘Nel Correttivo norme incomprensibili, immotivate e illogiche. Bene l’obbligatorietà dei Parametri’

Appalti, OICE critica sulle deroghe che consentono l’appalto integrato
15/02/2017 - Per le gare pubbliche di ingegneria e architettura, il 2017 segue la tendenza molto positiva iniziata nel 2016 dopo il varo del nuovo Codice dei Contratti pubblici. Lo afferma l’OICE, l'Associazione delle organizzazioni di ingegneria, architettura e consulenza tecnico-economica, il cui Presidente Gabriele Scicolone ha dichiarato: “il trend di crescita del mercato della progettazione, conferma nel mese di gennaio, è anche frutto dell’applicazione di quel principio fondante il nuovo Codice Appalti che è rappresentato dall’obbligo di appaltare progetti esecutivi”.   ‘Non ci piace il passo indietro sull’appalto integrato’ OICE esprime le sue preoccupazioni sullo schema di decreto correttivo: “Non [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 15 febbraio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Correttivo Appalti, dai professionisti ‘giudizio in chiaroscuro’

Ingegneri e architetti favorevoli al Decreto Parametri obbligatorio, ma non alle aperture sull’appalto integrato

Correttivo Appalti, dai professionisti ‘giudizio in chiaroscuro’
15/02/2017 – Il Correttivo al Codice Appalti introduce novità positive, ma ci sono anche diverse criticità. È il “giudizio in chiaroscuro” dato alla bozza di decreto dal mondo delle professioni. Se da una parte è stato accolto con favore il ritorno del decreto Parametri obbligatorio, dall’altra i professionisti pensano che il testo del correttivo abbia fatto dei passi indietro.   Correttivo Appalti, la posizione degli Ingegneri Per il Consiglio nazionale degli ingegneri (CNI), la reintroduzione dei parametri contenuti nel DM 17 giugno 2016 come criterio obbligatorio per la determinazione dei corrispettivi da porre a base di gara non è solo un passo avanti per la dignità dei professionisti, ma apre la strada alla [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 15 febbraio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Correttivo Appalti, Ance: ‘bene ma ci sono criticità da correggere’

Gli edili vorrebbero alzare a 2,5 milioni la soglia del massimo ribasso. Unicmi contraria alla marcia indietro sull’in house

Correttivo Appalti, Ance: ‘bene ma ci sono criticità da correggere’
15/02/2017 – Nonostante l’apprezzamento per il lavoro svolto dal Governo con la bozza di decreto Correttivo al Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), i rappresentanti delle imprese non sono soddisfatti dall’impostazione delle norme.   L’Associazione nazionale costruttori edili (Ance) ha chiesto, ad esempio, di elevare a 2,5 milioni di euro la soglia per l’aggiudicazione delle gare col massimo ribasso.   L’Unione nazionale delle industrie delle costruzioni metalliche dell’involucro e dei serramenti (Unicmi) ha criticato duramente la scelta del Governo di fare marcia indietro sui limiti agli affidamenti in house.    Ance sul Correttivo Appalti “Alcuni interventi di modifica - ha affermato il presidente Ance, Gabriele Buia - [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 14 febbraio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in PROFESSIONE

Gare di progettazione, dal 28 febbraio i nuovi requisiti per i professionisti

Laureati e diplomati parteciperanno a seconda delle loro competenze. Nei raggruppamenti temporanei dovranno esserci giovani progettisti

Gare di progettazione, dal 28 febbraio i nuovi requisiti per i professionisti
14/02/2017 – Entreranno in vigore martedì 28 febbraio i nuovi requisiti per la partecipazione alle gare di progettazione. Lo prevede il DM 263/2016, attuativo del Codice Appalti (D.lgs. 50/2016), che prevede l’obbligo di includere giovani professionisti nei raggruppamenti temporanei. Alle gare possono partecipare ingegneri, architetti, geometri e soggetti in possesso di altri diplomi tecnici attinenti alla tipologia dei servizi da affidare, a seconda delle loro competenze. La partecipazione è consentita anche in forma associata, quindi a società di professionisti, società di ingegneria, raggruppamenti temporanei e consorzi stabili.  Tutti i partecipanti dovranno indicare i requisiti di idoneità richiesti dalle nuove norme. [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
roberto miniero
domenica 19 febbraio 2017 - 21:25
"Nella versione definitiva è stato eliminato il divieto di partecipare alla stessa gara per due società di ingegneria con lo stesso direttore tecnico"..... Mi ricorda tanto i capilista bloccati presenti in più collegi della legge elettorale! Così si ..
[Leggi questo commento]


venerdì 10 febbraio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Decreto correttivo del Codice Appalti, ecco il testo

Modificati 84 articoli su 220: decreto Parametri obbligatorio, manutenzioni in gara col progetto definitivo, meno limiti al subappalto e all'appalto integrato

Decreto correttivo del Codice Appalti, ecco il testo
10/02/2017 – Il Decreto Parametri tornerà ad essere obbligatorio per la determinazione dei compensi dei progettisti. Le Stazioni Appaltanti dovranno pagare sempre i professionisti, anche se poi non ottengono i finanziamenti per le opere progettate. Sono alcuni dei contenuti del Decreto Correttivo (SCARICA LA BOZZA) che riscriverà il Codice degli Appalti Pubblici (D.lgs. 50/2016). Il testo sarà esaminato in prima battuta dal Consiglio dei Ministri e verrà successivamente posto in consultazione per essere pronto entro aprile.   Parametri e gare di progettazione Diventerà obbligatorio utilizzare il decreto “Parametri” (DM 17 giugno 2016) per determinare i corrispettivi da porre a base di gara negli appalti per l’affidamento [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 9 febbraio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Ricostruzione, nessun tetto agli incarichi per riparazione danni lievi

Il Commissario straordinario Errani: ‘a breve le norme per gli interventi pesanti su immobili molto danneggiati e per la realizzazione immediata delle scuole’

Ricostruzione, nessun tetto agli incarichi per riparazione danni lievi
09/02/2017 – Sarà eliminato il limite al numero di incarichi che un singolo professionista potrà assumere per la riparazione dei danni lievi causati dai terremoti che, a partire dal 24 agosto, hanno devastato il Centro Italia. Lo ha annunciato il Commissario straordinario per la ricostruzione, Vasco Errani, durante un’audizione in Commissioni riunite Ambiente della Camera e Lavori Pubblici del Senato.   Tra le novità in arrivo anche l’ordinanza per la ricostruzione pesante e la realizzazione immediata delle scuole nei territori terremotati. La parola d’ordine è velocizzazione, ma senza troppe deroghe, perché il Codice Appalti già prevede la procedura negoziata accelerata nelle situazioni di emergenza.   Ricostruzione [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 8 febbraio 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Appalti, ridimensionate le deroghe al Codice per il G7

Nel disegno di legge Mezzogiorno anche 1,2 milioni di euro per Matera 2019 e credito di imposta per gli investimenti delle imprese

Appalti, ridimensionate le deroghe al Codice per il G7
08/02/2017 – Circoscritte le deroghe al Codice Appalti motivate dall’urgenza del G7. Il testo del disegno di legge sul Mezzogiorno, che al momento è all'esame della Camera, è stato parzialmente riscritto dopo un acceso confronto con l’Autorità nazionale anticorruzione (Anac). Tra i nuovi emendamenti approvati c'è anche lo stanziamento di 1,2 milioni di euro per progetti connessi a Matera 2019.   Mezzogiorno e deroghe al Codice Appalti Il Decreto legge “Mezzogiorno” (DL 243/2016) e la prima versione del disegno di legge di conversione consideravano il G7 di Taormina, in programma dal 26 al 27 maggio, un evento imprevedibile. Motivo per cui era giustificato l’utilizzo della procedura negoziata senza bando e invito [Leggi tutto l'articolo ...]


» Tutte le news ATTESTAZIONE SOA

Speciale ATTESTAZIONE SOA sponsored by:

Mazzonetto - pelle metallica per l
Finestre in PVC Schuco
Gen2 Switch


Isoltile