Geosec
Carrello 0
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Attestazione SOA

mercoledì 26 aprile 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Correttivo Appalti, in arrivo modifiche sui poteri dell'Anac

La possibilità che l’anticorruzione inviti le Amministrazioni a correggere bandi e atti di gara sarà forse reintrodotta con la manovrina

Correttivo Appalti, in arrivo modifiche sui poteri dell'Anac
26/04/2017 – Botta e risposta sul potere dell’Anac di esprimere raccomandazioni vincolanti in merito alle procedure di gara.   Il potere, previsto dal Codice Appalti per ottenere un sistema più spedito ed evitare ricorsi, è stato cancellato dal Correttivo. A pesare sulle scelte del Governo è stato il parere del Consiglio di Stato. Ma Palazzo Spada ha precisato, in una nota, di aver chiesto solo la riformulazione e non l’abrogazione della misura.   Il Governo potrebbe ora decidere di reintrodurre la misura utilizzando la manovrina, che a breve inizierà l'iter in Parlamento per la conversione in legge.   Anac e i pareri di precontenzioso Dato che in passato l’iter delle gare è stato spesso rallentato da liti [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 21 aprile 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Correttivo Appalti, più snelle le procedure per riaffidare e programmare i lavori

Le autorizzazioni dei progetti potranno essere prorogate fino a 5 anni se il contratto è scaduto, rescisso o annullato

Correttivo Appalti, più snelle le procedure per riaffidare e programmare i lavori
21/04/2017 - In caso di rescissione, annullamento o scadenza dei contratti di lavori, le procedure per i nuovi affidamenti saranno semplificate, a condizione che non ci siano varianti nel progetto. È una delle strategie previste dal Correttivo al Codice Appalti.   Il testo incide anche sulla fase della programmazione, che diventerà più puntuale, con verifiche in tempi certi sulle aree interessate, e sulla definizione delle priorità. L’obiettivo, sia nel caso del riaffidamento dei lavori sia nella programmazione di nuove infrastrutture, è arrivare alla realizzazione delle opere in tempi certi. Motivo per cui la progettazione dovrà rispondere a dei criteri minimi.   Il testo è stato approvato in via [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 19 aprile 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Correttivo Appalti, ecco come cambierà il mercato delle gare

Decreto Parametri obbligatorio, massimo ribasso fino a 2 milioni di euro, tetto del 30% al subappalto, ancora un anno per l’appalto integrato

Correttivo Appalti, ecco come cambierà il mercato delle gare
19/04/2017 – Obbligo di utilizzare il Decreto Parametri per determinare i corrispettivi dei progettisti a base di gara, tetto del 30% al subappalto, con regole uguali per tutti, e mini-sanatoria dell’appalto integrato.   Mentre si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Correttivo, vediamo come cambia il panorama delle gare a un anno di distanza dall’approvazione del Codice Appalti.   Decreto Parametri obbligatorio e compensi dei progettisti Le Stazioni Appaltanti dovranno obbligatoriamente rifarsi al Decreto Parametri (DM 17 giugno 2016) per calcolare gli importi da porre a base delle gare di progettazione.    Per tutelare meglio i professionisti, viene stabilito che le Stazioni Appaltanti dovranno pagare sempre i professionisti, [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 14 aprile 2017
pubblicato da Rossella Calabrese in NORMATIVA

Correttivo Appalti, Architetti: ‘bene l’obbligatorietà del Decreto Parametri’

Secondo il Consiglio Nazionale restano criticità sul tema dei concorsi e sull’appalto integrato

Correttivo Appalti, Architetti: ‘bene l’obbligatorietà del Decreto Parametri’
14/04/2017 - “È sicuramente da apprezzare la modifica dell’art. 24 comma 8 del Codice, grazie alla quale le stazioni appaltanti, per calcolare l’importo dei corrispettivi da porre a base di gara negli affidamenti di Servizi di Architettura e Ingegneria, dovranno fare ricorso al Decreto Parametri e non potranno pertanto continuare a sottostimare tali importi mortificando la qualità delle prestazioni professionali ed i più elementari principi della trasparenza.   “A questo proposito va ricordato che le procedure per l’affidamento variano con il variare dell’importo posto a base di gara, per cui le stazioni appaltanti, senza alcuna regola chiara, rischiavano costantemente di sottostimare tale importo, ricorrendo a procedure [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 13 aprile 2017
pubblicato da Rossella Calabrese in MERCATI

Appalti, Oice: ‘si tenga ferma la centralità del progetto’

Nei primi 11 mesi del nuovo Codice, progettazione a + 37,3% in numero e +64% in valore

Appalti, Oice: ‘si tenga ferma la centralità del progetto’
13/04/2017 - A undici mesi dall’entrata in vigore del Codice Appalti, il mercato della progettazione è in netta crescita rispetto ai mesi dello stesso periodo precedente: +37,3% in numero e +64,0% in valore. In termini assoluti, da maggio 2016 a marzo 2017, si sono raggiunti i 365 milioni di euro, contro i 223 milioni di euro degli stessi mesi 2015-2016, un dato comunque ridottissimo rispetto agli altri paesi europei (l’Italia vale solo il 2,9% del mercato europeo).   Secondo l’Osservatorio OICE/Informatel, le gare per servizi di sola progettazione pubblicate nel primo trimestre 2017 sono state 803, per un valore di 92,4 milioni di euro; nel confronto con il primo trimestre 2016, il numero cresce del 39,2% e il valore dell’82,6%.   Le gare di servizi [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 13 aprile 2017
pubblicato da Rossella Calabrese in NORMATIVA

Codice Appalti, via libera definitivo al decreto Correttivo

Decreto Parametri obbligatorio, periodo transitorio per l’appalto integrato, subappalto con tetto del 30%

Codice Appalti, via libera definitivo al decreto Correttivo
13/04/2017 - Via libera definitivo del Governo al Decreto Correttivo del Codice Appalti. Nella seduta di questa mattina Palazzo Chigi ha licenziato il provvedimento di 131 articoli che modifica i 220 del Codice, ad un anno dalla sua entrata in vigore (19 aprile 2016).   Molte dunque le novità per progettisti, imprese edili, enti pubblici. Vediamo le più rilevanti:   Il Decreto Parametri diventa obbligatorio Accogliendo le richieste dei progettisti, il Governo ha introdotto l’obbligo per le Stazioni Appaltanti di fare riferimento al Decreto Parametri (DM 17 giugno 2016) per calcolare gli importi da porre a base delle gare di progettazione. Si stabilisce infatti che i parametri fissati dal Ministero della Giustizia dovranno (e non più potranno) essere [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 7 aprile 2017
pubblicato da Alessandra Marra in NORMATIVA

Ricostruzione Centro Italia, via libera al terzo decreto

Tra le novità: procedura negoziata per la progettazione, contributi al 100% per gli impianti, nessun tetto per le schede Aedes e 8x1000 ai beni culturali

Ricostruzione Centro Italia, via libera al terzo decreto
07/04/2017 - Progettazione degli interventi di ricostruzione con procedura negoziata, nessun tetto alla compilazione delle schede Aedes, nuove norme per i direttori dei lavori e 8 per mille ai beni culturali.   Questi i principali contenuti della Legge di conversione del DL 8/2017, approvata lo scorso 5 aprile dal Senato con voto di fiducia, che aggiorna, chiarisce e rafforza quanto già disposto nei due provvedimenti precedenti.   Ricostruzione: progettazione con procedura negoziata La progettazione degli interventi di ricostruzione delle opere pubbliche sarà eseguita dal personale interno alle Pubbliche Amministrazioni. In mancanza di professionisti qualificati e per importi fino a 209 mila euro (soglia comunitaria prevista dal Codice Appalti per l’affidamento [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 7 aprile 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Appalti, Parlamento: ‘progettazione ai dipendenti pubblici diplomati non abilitati’

Potrebbe bastare l'esperienza quinquennale. Col parere sul Correttivo chiesto anche il massimo ribasso fino a un milione per le gare bandite sul progetto esecutivo

Appalti, Parlamento: ‘progettazione ai dipendenti pubblici diplomati non abilitati’
07/04/2017 – Apertura ai tecnici diplomati dipendenti pubblici non abilitati, che potranno firmare i progetti se in possesso di un’esperienza di cinque anni, e massimo ribasso fino a un milione di euro per le gare bandite sulla base del progetto esecutivo. Ma anche stop alle deroghe su subappalto e appalto integrato. Sono alcuni dei contenuti del parere definitivo del Parlamento sul Correttivo al Codice Appalti, che come già emerso dai lavori preparatori, ha bocciato alcuni contenuti che non rispetterebbero i principi della legge delega (L.11/2016). Le indicazioni saranno ora vagliate dal Governo, che dovrà mettere a punto la versione definitiva del Correttivo.   Progettazione interna e tecnici diplomati Il Parlamento [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
roberto miniero
domenica 9 aprile 2017 - 12:34
Ci vuole proprio un genio per partorire simili idee! Mi domando quali interessi ci siano dietro... forse accontentare i sindacati scontenti del decreto Madìa? Affidare la progettazione a funzionari interni alle amministrazioni, la cui comprovata efficienza ..
[Leggi questo commento]
Leo
venerdì 7 aprile 2017 - 15:41
e chi progetta senza incentivo... tutto all'esterno!!!!


giovedì 6 aprile 2017
pubblicato da Paola Mammarella in NORMATIVA

Subappalto, Parlamento: ‘mantenere invariato il tetto al 30% del Codice’

Commissioni contrarie alle deroghe proposte dal Correttivo su appalto integrato, progettazione delle manutenzioni e concessioni

Subappalto, Parlamento: ‘mantenere invariato il tetto al 30% del Codice’
06/04/2017 – Mantenere il limite massimo del 30% al subappalto calcolandolo sull’intero importo del contratto. Dal parere sul Correttivo, che le Commissioni Ambiente della Camera e Lavori Pubblici del Senato stanno per varare, emerge un’idea di fondo: limitare il più possibile le deroghe al Codice Appalti.   Questo nonostante la bocciatura di Bruxelles, che ha rilevato nella norma italiana dei vincoli non previsti dalle leggi europee. Anche il Ministro delle infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, in audizione ha consigliato di “decidere se il modo migliore per combattere la corruzione sia aderire alle norme europee, aumentando altri livelli di controllo, o agire con regole autonome”.   Subappalto libero o con limiti Uno [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 5 aprile 2017
pubblicato da Alessandra Marra in APPALTI

Grandi opere, in arrivo le regole sul débat public

Il Ministro Graziano Delrio: ‘il decreto per la partecipazione pubblica sarà presentato tra due settimane’

Grandi opere, in arrivo le regole sul débat public
05/04/2017 – Tra due settimane sarà presentato il decreto contenente le regole attuative del dibattito pubblico sulle grandi opere.   Ad annunciarlo il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio, il 3 aprile scorso nel corso di un convegno Ansa a Torino sulla Torino-Lione.   Dibattito pubblico su grandi opere: in arrivo le regole   Il Ministro Delrio ha fatto sapere che il provvedimento attuativo del Nuovo Codice Appalti, che regola il meccanismo di partecipazione pubblica sulle grandi infrastrutture, è pronto e sarà presentato subito dopo Pasqua.   Ha inoltre evidenziato l’importanza della consultazione pubblica dichiarando:‘Non dobbiamo avere paura della discussione. Esiste un’intelligenza di [Leggi tutto l'articolo ...]


» Tutte le news ATTESTAZIONE SOA

Speciale ATTESTAZIONE SOA sponsored by:

Weber
Isoltile
Fibrotubi


Strutture interrate