Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

VERIFICHE RINFORZI è il nuovo applicativo di progetto dei rinforzi di strutture esistenti in c.a. con tessuti FRP, che prevede l'intervento di rafforzamento nei nodi non confinati e nelle aste convergenti.
Tale rinforzo viene dimensionato per migliorare caratteristiche di duttilità e resistenza, secondo quanto disposto nel documento CNR-DT 200/2004 rev. 7 ottobre 2008 “Istruzioni per la progettazione, l’esecuzione ed il controllo di interventi di consolidamento statico mediante l’utilizzo di compositi fibrorinforzati” e le relative linee guida del C.S.L.L.P.P. approvate il 24 luglio 2009 "Linee guida per la progettazione, l'Esecuzione ed il Collaudo di Interventi di Rinforzo di struttura di c.a., c.a.p. e murarie mediante FRP".


Maggiori informazioni del produttore su VERIFICHE RINFORZI

Approfondimento
INTERVENTI DI RINFORZO
I nodi non confinati trave-pilastro, nonché le estremità degli elementi trave, pilastro o setto, spesso all’origine non sono in grado di offrire sufficiente resistenza a taglio o a flessione, in questo caso è possibile effettuare un intervento di rafforzamento. Inoltre, si consideri il fatto che il nodo trave-pilastro potrebbe entrare in sofferenza anche per effetto dell’azione prodotta dai tamponamenti adiacenti.
 
meccanismi/elementi fragili - Le verifiche dei meccanismi fragili, da effettuare in seguito ad analisi lineare o non lineare pushover, vengono condotte in termini di “resistenza a taglio”. Oggetto di tali verifiche sono i nodi non confinati e gli elementi trave, pilastro o setto. Per porre rimedio alle carenze che questi possono manifestare in tali verifiche è necessario dunque integrare la resistenza a taglio originaria con opportuni accorgimenti, in modo da garantire la sicurezza dell’elemento stesso. Bisognerà perciò determinare la capacità originaria degli elementi e dimensionare il rinforzo necessario. Le azioni agenti possono essere determinate con uno qualsiasi dei metodi di analisi contemplati, sia di tipo lineare che non lineare pushover. Attraverso l’applicativo Verifiche rinforzi è possibile dimensionare questo tipo di intervento locale, al momento tramite FRP, conformemente alle normative vigenti. Le fasce che vengono 
poste in opera in corrispondenza dei nodi non confinati, d’angolo o perimetrali, assolvono a diverse funzioni come qui illustrato:
• la fascia al nodo è adibita ad assorbire integralmente l’azione trasmessa al nodo, in analogia a quanto previsto dalle espressioni (7.4.11) e (7.4.12) delle NTC 2008 per gli edifici nuovi (in sostanza le fibre fanno le veci delle staffe);
• le fasce alle estremità di travi e pilastri, realizzate in tessuto mono assiale, sopperiscono alle carenze di resistenza a taglio ed incrementano la duttilità locale;
• le fasce diagonali sono adibite ad assorbire l’eventuale azione orizzontale trasmessa dal muro di tamponamento.
L’applicativo, per questa tipologia di rinforzi, è integrato nel modulo MasterEsist, dedicato alle verifiche degli edifici esistenti in c.a. È infatti possibile operare efficacemente la Verifica interattiva rinforzi Frp entro MasterEsist: l’input dei dati necessari a Verifiche Rinforzi per dimensionare l’intervento viene realizzato automaticamente. In seguito alla verifica in MasterEsist verranno indicati i soli nodi e gli elementi critici e su questi sarà quindi possibile intervenire con Verifiche Rinforzi. La modalità interattiva è certamente utile per indagare la possibilità di rinforzare quelle situazioni critiche indicate da MasterEsist, un supporto certamente ancora più efficace per il progettista è dato dalla Verifica automatica rinforzi Frp. Questa infatti effettua il dimensionamento del numero di strati del tessuto FRP indicato dall’utente necessario a sopperire al deficit di resistenza a taglio in tutti i nodi ed in tutti gli elementi che non hanno superato la verifica dei meccanismi fragili.
 
meccanismi/elementi duttili - Le verifiche dei meccanismi duttili, processate in MasterEsist in seguito all’analisi lineare, vengono condotte in termini di “resistenza a flessione”. Anche in questo caso è possibile porre rimedio ad eventuali carenze di resistenza a flessione andando ad integrare la resistenza originaria degli elementi duttili con opportuni accorgimenti, in modo da garantire la sicurezza dell’elemento stesso. A partire dalla capacità originaria degli elementi si dimensionerà il rinforzo a flessione necessario. Verifiche Rinforzi permette di dimensionare il rinforzo a flessione di elementi pressoinflessi, quali ad esempio i pilastri, secondo il metodo semplificato proposto nell’Appendice C del CNR-DT 200/2004.
 
Banca dei tessuti Frp - A supporto dell’attività di progettazione, l’applicazione Verifiche Rinforzi prevede una Banca Frp personalizzabile dall’utente e nella quale sono a disposizione alcuni materiali Frp commercializzati. In questo modo il progettista è subito in grado di capire se esistono in commercio dei tessuti FRP con caratteristiche meccaniche tali da poter realizzare il rinforzo della struttura esistente in c.a. oggetto di studio. 
Società di servizi

AMV

VERIFICHE RINFORZI
Software per progetto di rinforzi di strutture esistenti c.a
  • 34077 Ronchi dei Legionari (GO) Italia
  • V. San Lorenzo, 106
  • Tel: +39 0481 779903
  • Fax: +39 0481 777125
  • vai al sito web
Contatta direttamente AMV
Altri prodotti AMV