Loading...
Help
X
Il messaggio è stato inoltrato all’assistenza.
Ti risponderemo al più presto
Se non visualizzi correttamente la pagina o non riesci ad inviare la richiesta, descrivi in modo preciso il problema, cercheremo di risolverlo.
Richiedi info a J.F. Amonn
sui seguenti prodotti:

Il servizio è riservato agli utenti registrati.Effettua una o inserisci i tuoi dati per iscriverti al Sito. I dati saranno trasmessi alle aziende per le quali effettui una richiesta.

Dichiaro di aver preso visione dell'Informativa Privacy e ACCONSENTO al trattamento dei miei dati per finalità di marketing da parte di Edilportale.

Cliccando "Invia" ACCONSENTO alla comunicazione dei miei dati personali alle aziende per le quali effettuo una richiesta, affinché le stesse possano contattarmi. (Condizioni d'uso).

https://img.edilportale.com/upload/immaginidossier/629438/JF_top.jpg
Scegli i prodotti e richiedi informazioni

AMOTHERM

La gamma AMONN dedicata alla protezione passiva dal fuoco si amplia con soluzioni tecniche sempre più performanti e all’avanguardia

Quando si sceglie un sistema di protezione passiva dal fuoco occorre valutare molti aspetti, quali:

  • Cantiere grande/piccolo
  • Ristrutturazione/nuovo
  • Multifunzionalità (fuoco, acustica, termica, ecc.)
  • Estetica
  • Sistema semplice/complesso
  • Garanzie e marchio/minimo costo
  • Disponibilità sul territorio
L’insieme di tutti questi fattori definisce il profilo ideale della soluzione ma al tempo stesso definisce anche il profilo ideale del fornitore.

Su questi principi si base la politica tecnico commerciale della divisione AMOTHERM di Amonn. Supporto tecnico di alto livello durante la fase progettuale, rapidità e velocita di distribuzione del materiale sul territorio, assistenza tecnica durante la fase applicativa e di rinnovo, affidabilità e presenza del marchio negli anni.
Proprio in questa ottica di servizio al mercato, Amonn ha realizzato nuove soluzioni tecniche per rendere più semplice questo percorso, ma al tempo stesso per mantenerlo conforme e rispettoso delle regole di base vigenti, in particolare del ʺ campo di diretta applicazione del risultato di provaʺ punto fondamentale di ogni valutazione di prestazione di Resistenza la fuoco condotta secondo i dettami del vecchio D.M. 16/02/2007 o del nuovo Codice di prevenzione incendi (D.M.03.08.20150 - D.M. 12.04.2019 e D.M. 18.10.2019)

J.F. Amonn

In questa ottica, nel corso del 2020 sono stati realizzati dei test al fuoco adatti a risolvere problematiche progettuali riscontrabili in locali tipo:

  • Autorimesse
  • Locali tecnici
  • Nuove costruzioni o frazionamento di costruzioni esistenti

I test

Compartimentazione verticale

Per la parte di compartimentazione verticale, seguendo i dettami della norma Europea di prova EN 1364-1 è stato realizzato un muro in blocchi di calcestruzzo monocamera di spessore 12 cm.

La muratura faccia vista senza intonaco su entrambi i lati, sul lato esposto al fuoco è stata trattata con AMOTHERM Brick WB pittura intumescente monocomponente all’acqua di colore bianco, applicata a spruzzo ottenendo un film continuo senza giunti e fessure su tutta la superficie nella quantità di 1,2 kg/mq. Sono stati montati, sempre sul lato esposto al fuoco, i tipici accessori e/o impianti che si trovano solitamente in questi locali, come: corpi illuminati / tubi passacavi/ interruttori. L’utilizzo in prova di questi accessori soddisfa con un dato oggettivo la domanda che il progettista si pone sull’efficacia della soluzione con pittura intumescente in presenza di impianti e della modalità di posa da rispettare. Ecco il concetto di disporre di una soluzione all’interno del ʺ campo di diretta applicazione del risultato di provaʺ. Poi nella pratica, i casi riconducibili a tali configurazioni rappresentano la maggior parte delle richieste.

J.F. Amonn

Campione parete prima del test al fuoco

J.F. Amonn

Campione parete dopo il test al fuoco

L’elemento costruttivo composto quindi da parete in blocco faccia vista + pittura intumescente reattiva AMOTHERM Brick WB + accessori, è stato esposto al fuoco secondo la curva di riscaldamento convenzionale ISO 834 come indicato dalla norma.

Risultato del test: EI 120 con deformazione del manufatto inferiore al limite imposto dalla norma e dunque estensione in campo di diretta applicazione fino a 4,2 metri in altezza della parete con lunghezza infinita.

Compartimentazione orizzontale

Per la parte di compartimentazione orizzontale, seguendo i dettami della norma di prova specifica EN 1365-2 sono stati realizzati due test:

Primo test

Solaio in predalles di spessore 4/12/4 cm., con alleggerimento in polistirolo.

Anche in questo caso la superficie di intradosso del solaio esposto al fuoco è stata trattata con AMOTHERM Brick WB in ragione di 1,2 kg/mq. Sempre nell’ottica di riprodurre il più possibile la situazione reale, il caso pratico che il professionista antincendio riscontra durante la sua attività, sono stati applicati gli accessori comuni, tipici di questi ambienti, come: corpi illuminati di grandi dimensioni / tubi passacavi con derivazioni/ canaline. L’elemento costruttivo descritto è stato quindi esposto al fuoco secondo la curva di riscaldamento convenzionale ISO 834.

J.F. Amonn

Campione solaio prima del test al fuoco

J.F. Amonn

Campione solaio dopo il test al fuoco

Risultato del test: R EI 120 con deformazione del manufatto molto limitata, praticamente nulla e temperatura dei ferri di armatura abbondantemente al di sotto di quella di collasso per elementi caricati.

Da segnalare perché di particolare importanza, su questa prova è stato simulato un ripristino del calcestruzzo prima dell’applicazione della pittura intumescente, condizione oggettiva che avviene ed è presente nella maggior parte delle ristrutturazioni di ambienti esistenti dopo demolizioni di impianti/chiusura di fori/etc. In pratica alcune porzioni di solaio sono state rotte in modo meccanico e successivamente il materiale asportato (calcestruzzo) è stato ripristinato con malta cementizia. A distanza di un paio di gg sempre per simulare la condizione di cantiere dove anche la tempistica ristretta dell’intervento è un valore, è stata applicata la pittura intumescente. Il risultato ottenuto supporta il professionista che si trova di fronte a queste casistiche, ma soprattutto mantiene la proposta all’interno ʺcampo di diretta applicazione del risultato di provaʺ.

Secondo test

Solaio in latero cemento intonacato di spessore 16+4 cm.

Pittura intumescente utilizzata sempre AMOTHERM Brick WB, consumo 1.2 kg/mq.
In Italia, il solaio in latero-cemento rappresenta la soluzione costruttiva più diffusa in campo edilizio e molto spesso funziona da elemento separante tra locali tecnici e locali commerciali. L’obiettivo del test è stato quello di raggiungere alte resistenze al fuoco con un costo sia di prodotto che di installazione contenuto.

Risultato del test: R EI 180 con deformazione del manufatto limitata, e coefficiente di sicurezza alto.
Anche in questo caso sono stati applicati gli accessori tipici riscontrabili nella pratica.

Nel caso di impiego di queste soluzioni in edifici pubblici (es. scuole/uffici/autorimesse etc) è utile osservare che Amotherm Brick WB risponde ai requisiti CAM definiti dal Decreto 11/10/2017 (GU n.259 del 06-11-2017), del protocollo Indoor Air Comfort GOLD®6.0 del 02/2017 e della certificazione ambientale di prodotto EPD secondo la norma ISO EN 14025 e EN UNI 15804 (etichetta ambientale tipo III).

Consulta la scheda prodotto su Edilportale


Edilportale

Vuoi ricevere maggiori informazioni?


Compilando il modulo sarai ricontattato al più presto dall'ufficio tecnico/commerciale di J.F. Amonn e potrai scaricare la scheda tecnica dedicata.

j.f. amonn
J.F. AMONN
Via Altmann, 12
39100 - Bolzano (BZ)
Tel: +39 0437 98 411 Fax: +39 0437 99 02 71
www.amonncolor.com
vedi tutti i prodotti di J.F. AMONN su Edilportale.com Versione Stampabile