Network
Pubblica i tuoi prodotti
Diego Giachello

Diego Giachello

Diego Giachello

Diego Giachello

Profilo di Diego Giachello

I primi dieci anni di lavoro li trascorro tra formazione e studio come dipendente della Città di Torino. In forza all’ufficio tecnico mi occupo di edilizia residenziale pubblica, seguo interventi di recupero, restauro e rifunzionalizzazione di complessi abitativi anche in ambito storico. Nel 1995 entro a far parte dell’Assessorato alla Cultura, Settore Beni Culturali e Mostre dove seguo allestimenti temporanei ed eventi culturali presso la GAM, Palazzina di Caccia di Stupinigi, Palazzo Madama, Teatro Regio, Borgo Medievale, Regia Cavallerizza, Promotrice delle Belle Arti, Museo del Risorgimento. Molti di questi progetti sono oggetti di pubblicazione su riviste del settore quali Abitare, il Giornale dell’Arte, Exporre Nel 1997 prende via il riallestimento del Museo Civico di Arte Antica di Torino, progettato e diretto da Carlo Viano. Con la sua guida, grazie anche alla nuova direzione del Museo affidata a Enrica Pagella, affrontiamo il restauro e il recupero del Palazzo, l’ordinamento e l’allestimento museografico delle sue collezioni. Nel 2002, inseguo il sogno della libera professione e abbandono l’impiego pubblico. Era mia intenzione rimanere legato al grande progetto del Museo, tanto da rientrare lo stesso anno come un incarico di assistenza a Viano con cui completare restauri e allestimenti. In-sieme a un gruppo di lavoro compatto e motivato, dirigiamo negli anni a seguire i molteplici cantieri che condurranno alla riapertura al pubblico di Palazzo Madama nel dicembre 2006. Completata la faticosa operazione sul Museo, durata nove anni, posso dedicarmi ad altri progetti. Nasce Officina delle Idee, uno spazio dedicato al progetto per l’architettura, il restauro, l’allestimento di musei e mostre, per la grafica e la comunicazione, ma anche una struttura a servizio del monito-raggio, della gestione e della manutenzione di edifici museali e di enti che operano nell’ambito dei beni tutelati. Nel frattempo, dopo il 2003, con la costituzione della Fondazione Torino Musei, si avvia la consulenza sulle sue quattro sedi: Palazzo Madama, Borgo e Rocca Medievale, Galleria d’Arte Moderna e dal 2008 del Museo d’Arte Orientale. Già in quegli anni sono coinvolto in alcuni restauri, nel riallestimento di spazi a servizio del pubblico e degli uffici, in mostre ed eventi. Parte quindi la manutenzione annuale delle strutture, un impegno importante teso a conservare la funzionalità di sistemi estremamente fragili e soggetti a forte usura. Infine, in collaborazione col settore Edifici per la Cultura della città si sviluppano negli anni diversi piani di trasformazione sull’uso di piazza Castello e del Borgo Medievale, ancora oggi in fase di aggiornamento. Nel 2008 progetto il Museo dell’Artigianato Valdostano (MAV) di Fenis, aperto al pubblico nel gennaio dell’anno successivo. Nello stesso anno, Officina delle Idee lavora a un grande intervento sulla collina di Moncalieri che recupera una villa di primo Ottocento e inserisce nuove residenze integrate nel declivio. Allestiamo la mostra Feste Barocche a Palazzo Madama e per Natale ospitiamo la grande tavola di Porcellane Imperiali in collaborazione con il museo Ermitage di San Pietroburgo. Nel 2009 rifacciamo i tetti a Palazzo Madama, allestiamo la mostra Lenci e completiamo Merenda con Corvi, un luogo dedicato al vino e all’arte a Pinerolo. Iniziamo a collaborare con la Soprinten-denza Archeologica e con il Museo di Antichità dove seguiamo le manutenzioni, qualche piccola mostra e pianifichiamo nuovi metodi di gestione delle strutture. Nell’anno, il gruppo che ha lavorato al riallestimento del Museo Civico a Torino riceve la segnalazione ADI Index 2009 Progetto Palazzo Madama Albo d’onore Compasso d’Oro, Triennale di Milano, confermato nel premio assegnato nel 2011. Il 2010 vede il riallestimento dell’Exibition Area della Gam di Torino, il restauro della facciata juvar-riana, sempre a Palazzo Madama e nello stesso anno lo studio vince il concorso per l’allestimento della scuola di cucina al Castello di Roddi completata nel 2013. Per Natale allestiamo la mostra Gioielli fantasia dalla collezione di Patrizia Sandretto. A maggio dello stesso anno, mi viene assegnato con lo studio Cagnotti&Corvetti e Marco Gini il pri-mo premio per il concorso per il Riallestimento del Museo Garda di Ivrea. Nel corso dell’anno arriva l’incarico. Segue un lungo e articolato progetto sulle tre sezioni tematiche di cui la prima allestita in collaborazione con la Soprintendenza Archeologica. Il museo apre al pubblico nei primi mesi del 2014. A gennaio 2011 a Officina delle Idee è affidato su concorso (vinto con lo studio Gearc di Aosta) il progetto del museo di Maison Caravex a Gignod (AO), attualmente ancora in cantiere. È l’anno delle celebrazioni per il 150° Anniversario dell’Unità d’Italia. Con Fondazione Torino Musei e con il Teatro Regio ricostruiamo l’aula della Sala del Senato e allestiamo con lo scenografo Alex Donadio lo spet-tacolo multimediale di Museo Torino. Sono ancora del 2011 il progetto per il Giardino Medievale in piazza Castello, aperto a luglio, l’incarico (con Cagnotti&Corvetti) per l’allestimento sia del museo INRIM all’istituto Galileo Ferraris, il percorso archeologico della villa Romana di Milanere in Val di Susa e l’esposizione per Natale della Madonna col bambino di Michelangelo nella corte medievale di Palazzo Madama. A novembre, al progetto Museo Torino è stato assegnato il Premio Icom Italia per la sezione Infor-mation Communication Tecnology. Nel 2012, a seguito di consultazione, ricevo l’incarico per l’allestimento della Casa Museo Berton a La Thuile, in Val d’Aosta. Nel frattempo, a Torino lavoriamo per il Borgo Medievale al master plan per il rinnovamento della Rocca, agli archivi della Soprintendenza Archeologica a palazzo Chiablese, al Museo del Libro alla Biblioteca Nazionale. In estate a Palazzo Madama inauguriamo la mostra sulla pittura dei fratelli Guidobono, sulle Edizioni Dantesche e Lessico Minimo della Moda in Sala Tessuti. In autunno, al Museo d’Arte Orientale, la grande mostra Riflessi d’Oriente, al Borgo, quella sui Ricetti. A Natale esponiamo nella Corte Medievale di palazzo Madama il Ritratto di Lionello d’Este opera di Pisanello. Il 2013 si apre con la conclusione di un progetto di residenza a Torino che mi ha impegnato perso-nalmente per quasi tre anni. Pur non citate, alcune abitazioni hanno affiancato in questi anni l’attività presso i musei e gli edifici storici, ma quest’ultimo, che ha unito il committente al progettiata, ha la-sciato ampio spazio alla sperimentazione. A gennaio in Corte medievale a Palazzo Madama esponiamo Bruna Biamino Foto dal Campo, pochi mesi dopo, nello stesso spazio, con Silvana Editoriale e con l’agenzia Magnum è la volta del grande fotografo statunitense Elliot Erwitt. Nell corso dell’anno procediamo al restauro della Torre di Oglia-nico al Borgo Medievale dove contemporaneamente realizziamo lo spazio dei Prodotti del Paniere della Provincia. A giugno si apre la una nuova ala del Museo di Antichità dedicata all’archeologia Torinese, un progetto complesso che ci impegnava da un paio d’anni. In estate si apre il centro di accoglienza presso la Villa Romana di Almese. Officina delle Idee rea-lizza la sua prima esperienza di ricostruzione in 3D di un manufatto archeologico in stretta collabo-razione con la Soprintendenza. In autunno si conclude la revisione degli impianti della Biblioteca Nazionale e il restauro della facciata storica. Inizia la collaborazione con l’Accademia Albertina con la sua Pinacoteca, progettiamo prima una piccola esposizione sui Casorati, poi la mostra su Bernerdino Lanino e Gaudenzio Ferrari. L’anno si conclude con la mostra sulla Martini Racing al Museo dell’Auto, con alcuni eventi di promozione del lavoro dello studio in collaborazione con ToLab e con la Fiera artigiana di Pinerolo, per Natale presso la Galleria Benappi curiamo l’allestimento di un’esposizione di gioielli realizzati da decine di artisti contemporanei, successivamente venduti per sostenere Casa OZ. Esce il volume Archeomusei, Musei Archeologici in Italia che raccoglie, tra le altre, il contributo sul Museo archeologico di Torino. Nel gennaio del 2014 riapre dopo un lungo cantiere il Museo Civico Garda di Ivrea, vinto su concorso nel 2010. Nello stesso mese la mostra sulla grande fotografa Magnum Eve Arnold occupa il piano terra di Palazzo Madama. Lavoro al progetto per esporre il Papiro di Artemidoro all’interno del Polo Reale di Torino che si inaugurerà in autunno. Alla Biblioteca Nazionale Universitaria progettiamo la ristrutturazione dell’Auditorium e la revisione della corte centrale. Per il fuori salone di Milano vinciamo una selezione con cui esponiamo oggetti disegnati dal Progetto Arché, studio di Andrea Cirino e Marco Castgneris, partner di Officina delle Idee che opera nel campo del design. Ad aprile a Palazzo Madama ho inaugurato la mostra di Tina Modotti. Insieme a Showbyte, comunicazione, vinciamo la consultazione per il supporto promozionale, grafico e multimediale della candidatura UNESCO della Città di Ivrea, a breve distanza la comunicazione sul territorio del progetto Piemonte, Città e Cattedrali, attualmente in corso di sviluppo.

Attività
  • PROGETTAZIONE ARCHITETTONICA
Non ci sono prodotti collegati all'utente
x Sondaggi Edilportale
Il Coronavirus stravolge il lavoro. Come uscirne? Partecipa