Network
Pubblica i tuoi prodotti
Forum / Normativa Edlizia e Territorio / Comunione su terreni lottizzati

Comunione su terreni lottizzati

GI
Buongiorno.
Il quesito che mi pongo è relativo al rapporto esistente tra i proprietari di fondi che siano stati oggetto di un'unica lottizzazione.
Nello specifico, è accaduto che a seguito dell'approvazione del piano di lottizzazione uno dei comproprietari si rifiuti di sostenere le spese connesse all'approvazione di un progetto costruttivo.
pare che non sia interessato alla costruzione e, conseguentemente, ha bloccato l'attività anche per gli altri.
Come potrebbe procedersi in questa circostanza? Esiste un dovere di adempiere al pagamento oppure è possibile in qualche modo estrometterlo o sciogliere la comunione?
Siamo proprietari di vari appezzamenti che sono oggetto di unica lottizzazione; ritengo si parli di comunione forzosa ovvero incidentale.
Grazie mille per la risposta.
 
Rispondi Mi piace (0)
Modifica Elimina
 
Commenti (1)
Segui
VP

Ciao Giusy,

non è recentissimo il tuo post ma è comunque molto interessante e mi permetto di dare un mio parere. Da quello che leggo capisco che con tutti i proprietari dei fondi siete arrivati alla sottoscrizione della convenzione urbanistica che costituisce presupposto necessario per il rilascio del permesso di costruire.

Cioè avete fatto una proposta di lottizzazione, quest'ultima è stata accettata e avete stipulato con il comune la convenzione. Solo dopo la stipula della convenzione di lottizzazione, infatti, si perfeziona lo strumento urbanistico attuativo, e l’area interessata riceve una disciplina urbanistica che consente di procedere all'edificazione. Essa, la convenzione urbanistica è un vero e proprio contratto, con diritti e doveri da entrambi le parti.

Il rilascio delle singole concessioni edilizie, infatti, è espressamente subordinato dal legislatore, ai sensi dell’art. 28, quinto comma, della legge n. 1150 del 1942, all'impegno a realizzare, contemporaneamente ai fabbricati, le opere di urbanizzazione. Se non erro, per tutela, i lottizzanti devono versare una caparra nei confronti del comune che viene persa se non si procede con la lottizzazione.

Se il proprietario dei uno dei fondi non è "più interessato" ad edificare secondo me dovete vedere se può recedere dalla convenzione (credo proprio di no) a questo punto può cedere a voi altri (in modo oneroso o donando) la sua cubatura.

Altrimenti la sanzione per mancata attuazione della convenzione toccherà anche lui.

 
 Rispondi Mi piace (0)
10/02/2020

! Segnala questa discussione

Ok
Annulla

Grazie per la segnalazione

Chiudi

Segui la discussione

Ricevi le notifiche di nuove risposte via email

Segui
Annulla

Disattiva gli aggiornamenti

Non ricevere altre notifiche via email

Non seguire più
Annulla

Condividi con...

Thread Title

Impossibile caricare l'immagine

E' possibile inserire immagini del solo formato .jpg e di un peso non superiore ai 5mb complessivi.

Ho capito
x Sondaggi Edilportale
Architetture e cantieri in Liguria, quali scenari si aprono? Partecipa