Network
Pubblica i tuoi prodotti
Forum / Normativa Edlizia e Territorio / Legge di Bilancio 2022 e Decreto Antifrode, cosa prevedono per i Bonus?

Legge di Bilancio 2022 e Decreto Antifrode, cosa prevedono per i Bonus?

Apriamo questo Thread come strumento di dialogo e confronto sulla tematica. Ci accompagnerà fino all’approvazione del testo definitivo (31 dicembre 2021).


Aggiornamento del 11/11/2021:

Decreto "Antifrode" introduce l'obbligo di:

- visto di conformità e congruità delle spese per chi usufruisce direttamente del Superbonus 

- visto di conformità e congruità delle spese per chi sceglie lo sconto in fattura o la cessione del credito nell'ambito di un intervento agevolato con gli altri bonus

👉🏻Approfondisci leggendo:

QUI


Aggiornamento del 10/11/2021:

👉🏻 Sarà prorogata fino al 2024 la possibilità di scegliere lo sconto in fattura o la cessione del credito per gli interventi agevolati con il bonus ristrutturazioni, l’ecobonus, il sismabonus e il bonus facciate qui


Aggiornamento del 28/10/2021:

👉🏻 Il disegno di legge di Bilancio per il 2022 è stato approvato in Consiglio dei Ministri e delinea lo scenario “provvisorio” delle detrazioni fiscali per i lavori in casa. QUI


In sintesi:

- Superbonus prorogato fino al 2025 ma con aliquote decrescenti;

- ecobonus, bonus ristrutturazioni, sismabonus, bonus mobili e bonus verde prorogati fino al 2024;

- bonus facciate prorogato al 2022 ma al 60%.

 

👉🏻 Di seguito uno schema del panorama delle detrazioni fiscali a partire dal 2022

Superbonus tra aliquote e scadenze differenziate, come cambia il panorama delle detrazioni nei prossimi anni

Per approfondire leggi Qui


 
Rispondi Mi piace (1)
Modifica Elimina
 
Commenti (15)
Segui
MM

Buongiorno, ciò che non mi è chiaro è se anche il sismabonus acquisti sia stato prorogato, o vale sempre la scadenza del 30.06.2022

 
 Rispondi Mi piace (0)
29/10/2021

Buongiorno Non mi è chiaro il transitorio per gli sconti in fattura che termineranno al 31/12/21 Cosa succede per le fatture emesse nel 2022 nel caso in cui i lavori non termineranno al 31/12/21 ? Grazie



 
 Rispondi Mi piace (0)
29/10/2021
NC

Ridicolo...

Sul Super Bonus per le mono familiari, alla richiesta di proroga - che andasse oltre l'ipotizzato giugno 2022 - al Ministero hanno risposto "positivamente"...con una proroga a dicembre 2022 ma vincolata a un ISEE di 25.000 € e già a partire dal 1° gennaio 2022!

Cioè praticamente impossibile fare partire i cantieri già programmati.

Una presa in giro legalizzata.

 
 Rispondi Mi piace (4)
29/10/2021

Per fortuna che urge una transizione ecologica del paese. Questo dietrofront dell'attuale Governo rischia di essere un bel boomerang per il paese e l'economia... cosi facendo saranno bloccate molte iniziative che davano per una volta respiro a un settore strategico per il paese. Sono estremamente deluso da queste scelte timide e improntate ancora una volta verso l'austerity.. Male molto male

 
 Rispondi Mi piace (5)
29/10/2021

@MicheleSgobino purtroppo è come dici.

Il Pil in rialzo è per la buona politica fatta da Conte e specialmente da Fraccaro. Egli è stato l ideatore dello sprono all edilizia, dimenticata da tutti.

Purtroppo Non tutta la popolazione ha avuto le delucidazioni appropriate.

Ed il Governo avrebbe dovuto dare ancora tempo, specie per quando riguarda le sera e per le facciate.

Peccato.

 
 Rispondi Mi piace (0)
02/11/2021
rr

110 SUPERBONUS : NE PARLANO GLI ITALIANI DA PIU' DI UN ANNO, OBBIETTIVO RIQUALIFICARE IN TERMINI ENERGETICI L'INTERO PATRIMONIO EDILIZIO RESIDENZIALE.LO STATO SI E' ACCORTO CHE L'EDIFICATO ANNI ANTE 2000 CIRCA E' STATO COSTRUITO CON UNA TOLLERANZA DIFFERENTE DAI CONTROLLI CHE POTREBBERO ESSERE ESEGUITI IN FUTURO, SOLUZIONE : CILAS DAL SETTEMBRE 2021 - DUE MESI FA- CHE ESONERA DICHIARAZIONE DELLA CONFORMITA' MA LA NORMA EDILIZIA ESISTENTE NO!!! ASSENTI PONTEGGI, TECNICI TERMOTECNICI, MATERIALI, TECNICI EDILI IN GENERALE SIA NEL PRIVATO CHE NEL PUBBLICO.

FINE OTT 2021 ULERIORI MODIFICHE: MA QUESTA E' LUNGIMIRANZA, PROGRAMMAZIONE, GESTIONE DEL TERRITORIO E RISPETTO DEL TEMPO DEGLI ITALIANI ???????

 
 Rispondi Mi piace (3)
31/10/2021
SV

Follia pura, centomila scadenze differenti, uno spartiacque per le unifamiliari al 30/09/2021, già passato e senza cessione del credito non ci saranno interventi per il problema degli incapienti.

 
 Rispondi Mi piace (2)
31/10/2021
ll

Salve, non riuscirò mai a capire la logica della scadenze fissate a metà dell’anno.... perché non complicare le cose ancora una volta.

inoltre come un soggetto con isee inferiore a 25000 € possessore di un edificio unifamiliare potrà chiedere un prestito ponte ad un istituto di credito con l’accordo di cedergli il credito maturato?

 
 Rispondi Mi piace (1)
31/10/2021
IE

Se approvato con questa forma rappresenterebbe l'ennesima prova del degrado della repubblica e della politica all'italiana, infatti favorendo le opere maggiori a discapito delle singole abitazioni si agevoleranno solo le imprese o società grandi, che avendo a disposizione maggiore liquidità non avranno problemi ad anticipare i capitali, penalizzando fortemente le piccole imprese che sarebbero tagliate fuori dalla ripresa del settore edilizio ed ostacolate nella ricerca di nuove commesse,( in un mercato post-pandemico dove la committenza non ha ne liquidità ne segnali di ripresa economica), dalla carenza e dall' aumento del costo dei materiali tra l'altro favoriti proprio dagli acquisti massivi di materiali da parte delle grandi società che dispongono di forte liquidità. Così facendo si blocca quella che era un'opportunità di ripartenza economica e occupazionale per le piccole-medie imprese che rappresentano la realtà del territorio da Nord a Sud e, che sono le uniche in grado di muovere l'economia Nazionale perché fortemente radicate sul territorio e pronte ad investire sullo stesso, a differenza delle grandi società sempre più spesso pronte a trasferire capitali o sedi all'estero vanificando così la ripresa dell'economia Nazionale.

 
 Rispondi Mi piace (2)
31/10/2021

Non capisco con che criterio si sia stabilito che una persona con una casetta singola, magari in un paesino del centro Italia, in piena zona sismica, non dovrebbe accedere alla proroga del bonus sismico causa isee mentre in centro a Milano o a Roma un appartamento da un milione di euro può accedere con la proroga...se questo è il mood per portare in sicurezza l'Italia secondo me siamo fuori strada .

 
 Rispondi Mi piace (1)
31/10/2021

mi sembra che i prezzi (dato il bonus elevato) siano molto lievitati. Per la facciata che avevamo pagato 4-5 milioni a testa senza nessun bonus 25 anni fa, ora ci chiedono 16 mila ero a testa (che col bonus 90% viene ridotto a 1600 euro). Ma se nel frattempo i lavori slittano viene un salasso ed intanto sono stati fatti anche lavori (es rifacimento pavimentazione balconi) che non sempre erano necessari.

 
 Rispondi Mi piace (1)
31/10/2021
GG

La procedura del Sismabonus era sembrata una buona idea per la ripartenza del sistema Stato.

Sembrava che finalmente si fosse ritornato ad un sistema Keynesiano che portò al boom economico degli anni 60, tipo il Piano Casa "Fanfani" del dopoguerra.

Ora a causa di questi continui rinvii, repentini cambiamenti di intenzioni (si è impiegato oltre un anno di tempo per definire una procedura, che se scritta da persone esperte e competenti, avrebbe avuto bisogno di 15 giorni di tempo!!!), differimenti e quant'altro, sta generando soltanto fibrillazione e smisurata crescita dei prezzi al consumo e quindi sta generando inflazione!!!

E questo è quanto questi "politicucci" dicono che serva per far crescere il PIL?

Queste insensate operazioni serviranno soltanto a generare instabilità allo Stato ed a far salire qualcuno "sull'albero della cuccagna" rendendolo ricco all'interno di un'operazione che si è resa del tutto speculativa e non un'operazione che doveva essere strutturale ed utile per tutti (come si pensava nelle buone intenzioni iniziali!!).

Pertanto se si continua in questo modo, la storia del Sismabonus verrà ricordata nella storia italiana, come l'ennesima possibilità sprecata dallo Stato per fare qualcosa di buono e probabilmente alla fine si rivelerà essere l'ennesima storiella da "furbetti del quartierino", gestita dal solito politico furbacchione!!

 
 Rispondi Mi piace (0)
01/11/2021
dt

E' l'ennesima beffa all'italiana, non siamo un paese credibile, verrebbe voglia di scappare, a parte il preambolo credo che ci sia qualcosa che non torna, in teoria un attico da un milione di euro in condominio potrà accedere al bonus senza isee mentre una mediocre abitazione singola non potrà se il proprietario ha un isee superiore a 25.000 euro, una vera pazzia, ma non credo che chi ci amministra non abbia fatto questi banali calcoli, purtroppo è evidente una volontà di gestire come al solito con i grandi gruppi .

Vergogna , credo che questa volta bisogna veramente non solo indignarci ma farci sentire.

 
 Rispondi Mi piace (0)
01/11/2021
GC

mi sembra una grande buffonata all'italiana, una legge che serve solo a chi ha i soldi e discrimina le persone che non hanno il doppio reddito. E' una legge discriminatoria e basta!!!!

 
 Rispondi Mi piace (0)
02/11/2021
lq

a seguito delle nuove disposizioni della legge di Bilancio 2022, chiedo per le abitazioni unifamiliari è possibile usufruire del Superbonus 110% se i lavori iniziano a gennaio 2022 e terminano entro giugno 2022 , anche se ad oggi 12/11/2021 non è stata effettuata nessuna Comunicazione di inizio lavori asseverata (CILA) ?

 
 Rispondi Mi piace (0)
12/11/2021

! Segnala questa discussione

Ok
Annulla

Grazie per la segnalazione

Chiudi

Segui la discussione

Ricevi le notifiche di nuove risposte via email

Segui
Annulla

Disattiva gli aggiornamenti

Non ricevere altre notifiche via email

Non seguire più
Annulla

Condividi con...

Thread Title

Impossibile caricare l'immagine

E' possibile inserire immagini del solo formato .jpg e di un peso non superiore ai 5mb complessivi.

Ho capito