Network
Pubblica i tuoi prodotti
Forum / Normativa Edlizia e Territorio / Variazione catastale da A10 ad A2 /planimetria non conforme allo stato di fatto

Variazione catastale da A10 ad A2 /planimetria non conforme allo stato di fatto

MF

Buongiorno. Ho il seguente quesito:

sto per comprare un'immobile ed abbiamo fatto il preliminare. L'immobile in questione però è registrato come A10 (già da quando i venditori l'avevano acquistato, come da contratto di compravendita del '90) e ad oggi la planimetria non risulta conforme allo stato di fatto in quanto hanno trasformato una stanza in una cucina e un piccolo magazzino/sgabuzzino in un servizio.

Al fine di sanare la situazione, l'architetto dei venditori ha inserito un pratica di PDCS presso il polo tecnico del comune, cosicché possa essere in seguito modificata la planimetria e la visura catastale (con conseguente variazione da A10 ad A2).

Fatto presente che secondo il regolamento urbano, non ci dovrebbero essere problemi per tale variazione, molti miei conoscenti geometri / architetti mi hanno chiesto come mai è stata fatta un PDCS (è ferma al polo da più di un anno, e non sembra che siano veloci nel portare avanti le pratiche). Molti mi hanno detto che poteva essere risolta nel breve con:

A) CILA tardiva ( che a quanto pare i venditori non hanno fatto per via dei costi);

B) perizia giurata fatta dal tecnico, tramite la quale, una volta depositata, dopo un mese si può richiede la regolarizzazione della planimetria, della visura e la conseguente variazione catastale.


Il punto B è corretto? Esistono altre soluzione più veloci ?

Vi ringrazio in anticipo.

 
Rispondi Mi piace (0)
Modifica Elimina
 
Commenti (3)
Segui
AR

Buonasera Sig. Franco, a mio avviso la soluzione prospettata è corretta, del resto l'intervento edilizio è necessario, con la normativa successiva al 2010 (al D.L. 78/2010, intendo). Il consiglio è, nel lasso di tempo intercorrente fino al rogito dell'atto definitivo, di acquisire tutta la documentazione necessaria (agibilità, ad esempio), e di formalizzare che eventuali sanzioni devono restare a carico del promittente venditore, anche dopo il trasferimento dell'immobile.

 
 Rispondi Mi piace (0)
23/10/2020
mf

Grazie mille per la risposta. Il problema è che,dovendo fare il mutuo per acquisto prima casa, fintanto che la pratica non va in porto, non possiamo procedere. Per questo cercavo una soluzione più veloce ma allo stesso modo corretta.

 
 Rispondi Mi piace (0)
26/10/2020
AR

@matteofranco è Suo diritto, come promissario acquirente, di acquisire la documentazione necessaria per una minima forma di tutela.

 
 Rispondi Mi piace (0)
29/10/2020

! Segnala questa discussione

Ok
Annulla

Grazie per la segnalazione

Chiudi

Segui la discussione

Ricevi le notifiche di nuove risposte via email

Segui
Annulla

Disattiva gli aggiornamenti

Non ricevere altre notifiche via email

Non seguire più
Annulla

Condividi con...

Thread Title

Impossibile caricare l'immagine

E' possibile inserire immagini del solo formato .jpg e di un peso non superiore ai 5mb complessivi.

Ho capito