Carrello 0
Il Forum di Edilportale

massimo dislivello senza parapetto

Messaggi 16 di 16
Visite 28545
   
Giuseppe.L
20 Apr 2009, 18:17

Salve, qualcuno sa quale norma indica il massimo dislivello realizzabile in edifici e spazi pubblici senza l'apposizione di un parapetto?
   
Paolo
20 Apr 2009, 18:23

Cosa vuol dire ""....massimo dislivello realizzabile in edifici...."" Grazie
   
Giuseppe.L
20 Apr 2009, 18:38

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Paolo il 20 Apr 2009, 18:23 (Chiudi Messaggio)
> Cosa vuol dire ""....massimo dislivello realizzabile in edifici....""
> Grazie
>


il caso è questo: uno spazio pubblico presenta piani di calpestio a quote differenti. Vorrei sapere se tra due piani con dislivello di 80 cm occorre un parapetto oppure no e di conseguenza quale è la misura del dislivello tra due piani orizzontali oltre la quale occorre proteggere il salto con un parapetto . spero di essere stato piu chiaro
   
Paolo
21 Apr 2009, 10:51

Buongiorno
Credo che qualcosa ci sia sulla normativa per il superamento delle barriere architettoniche, se si superano 15 cm di dislivello ci vuole corrimano e cordolo o parapetto pieno.
Saluti
   
Sasà
21 Apr 2009, 12:01

davvero interessante la domanda! rimango in attesa di una R
   
Giuseppe.L
21 Apr 2009, 12:23

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Paolo il 21 Apr 2009, 10:51 (Chiudi Messaggio)
> Buongiorno
> Credo che qualcosa ci sia sulla normativa per il superamento
> delle barriere architettoniche, se si superano 15 cm di dislivello
> ci vuole corrimano e cordolo o parapetto pieno.
> Saluti
>



Grazie Paolo, ma non credo sia questa la risposta, infatti se così fosse sarebbero fuorilegge le gradonate di tutti gli anfiteatri d'italia vecchi e nuovi. Resto ancora in attesa.
   
Giuseppe.L
24 Apr 2009, 10:32

Una norma assimilabile potrebbe essere questa:
che ne dite?

Articolo 242
TITOLO VI - Impianti ed apparecchi vari
Capo III - Vasche, canalizzazioni, tubazioni, serbatoi, recipienti, silos.

Disposizioni comuni

Le vasche, i serbatoi ed i recipienti aperti con i bordi a livello o ad altezza inferiore a cm. 90 dal pavimento o dalla piattaforma di lavoro devono, qualunque sia il liquido o le materie contenute, essere difese, su tutti i lati mediante parapetto di altezza non minore di cm. 90, a parete piena o con almeno due correnti. Il parapetto non è richiesto quando sui bordi delle vasche sia applicata una difesa fino a cm. 90 dal pavimento...
   
Paolo
24 Apr 2009, 10:50

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Giuseppe.L il 24 Apr 2009, 10:32 (Chiudi Messaggio)
> Una norma assimilabile potrebbe essere questa:
> che ne dite?
>
> Articolo
> 242
> TITOLO VI - Impianti ed apparecchi vari
> Capo III - Vasche, canalizzazioni,
> tubazioni, serbatoi, recipienti, silos.
>
> Disposizioni
> comuni
>
> Le vasche, i serbatoi ed i recipienti aperti con i bordi a
> livello o ad altezza inferiore a cm. 90 dal pavimento o dalla piattaforma
> di lavoro devono, qualunque sia il liquido o le materie contenute,
> essere difese, su tutti i lati mediante parapetto di altezza non minore
> di cm. 90, a parete piena o con almeno due correnti. Il parapetto non
> è richiesto quando sui bordi delle vasche sia applicata una difesa
> fino a cm. 90 dal pavimento...


Se il dislivello, creatosi in un camminamento a tornanti, è di cm 70, occorre il parapetto?
   
Giuseppe.L
24 Apr 2009, 11:03

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Paolo il 24 Apr 2009, 10:50 (Chiudi Messaggio)
> Se il dislivello, creatosi in un camminamento a tornanti, è di cm 70,
> occorre il parapetto?
>


è esattamente quello che vorrei sapere!
   
Francis B.
21 Mag 2012, 10:34

hai avuto per caso la risposta??
è esattamente quello che vorrei sapere pure io....

grazie
   
francesca O
5 Ott 2012, 13:21


scusa anche io avrei interesse a sapere la famosa risposta, solo che nel mio caso è un edificio privato. qual'è la norma precisa da seguire? ti hanno detto qualcosa? grazie!!!
   
luca
5 Dic 2013, 16:26

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Sasà il 21 Apr 2009, 12:01 (Chiudi Messaggio)
> davvero interessante la domanda! rimango in attesa di una R
>




altezza massima senza parapetotto 40 cm
   
Andrea
13 Mar 2016, 13:30

quindi non esiste nessuna norma chiara in merito?
paolo hai un riferimento normativo oppure è una cosa che "credi" tu?
grazie
   
Daniele
4 Mag 2018, 08:39


ciao giuseppe, hai più avuto una risposta alla domanda dell'altezza dalla quale è imposto un parapetto? avrei urgente bisogno di saperlo per il mio giardino...ho chiesto al mio comune e non lo sa, pazzesco... grazie, daniele.



" giuseppe.l " >il...@yahoo.it< in data 20 apr 2009, 18:17 ha scritto:

> salve, qualcuno sa quale norma indica il massimo dislivello realizzabile
> in edifici e spazi pubblici senza l'apposizione di un parapetto?
   
Enzo
28 Ago 2019, 09:57

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Daniele il 4 Mag 2018, 08:39 (Chiudi Messaggio)
>
> ciao giuseppe, hai più avuto una risposta alla domanda dell'altezza
> dalla quale è imposto un parapetto? avrei urgente bisogno di saperlo per
> il mio giardino...ho chiesto al mio comune e non lo sa, pazzesco...
> grazie, daniele.
>
>
>
> " giuseppe.l " >il...@yahoo.it< in data 20
> apr 2009, 18:17 ha scritto:
>
> > salve, qualcuno sa quale norma indica
> il massimo dislivello realizzabile
> > in edifici e spazi pubblici
> senza l'apposizione di un parapetto?


Buongiorno,
cercando ho trovato una pubblicazione dove dice testualmente:
"Ogni superficie praticabile utilizzabile normalmente, sulla quale è prevedibile un rischio di caduta, deve essere provvista di un elemento di protezione. Secondo la norma SIA 358, da un’altezza di caduta di 100cm è sostanzialmente richiesto un elemento di protezione. Per altezze di caduta fino a 150cm la protezione può anche consistere in una limitazione della praticabilità del bordo della superficie tramite misure appropriate quali fioriere, piante o simili. ... omissis ... nel contesto urbano a partire da un’altezza di caduta di 40cm deve essere valutata la necessità di un elemento di protezione."

Fa riferimento a norme svizzere ma sembrano "logiche" e condivisibili anche in Italia.

https://www.bfu.ch/sites/assets/Shop/bfu_2.003.03_Ringhiere%20e%20parapetti.pdf

   
Redazione Edilportale
29 Ago 2019, 15:28

In Italia non esiste una specifica normativa sugli obblighi di installazione del parapetto indicando un dislivello specifico, questo sia per quanto riguarda il patrimonio edilizio esistente ma anche quelli che possono essere considerati spazi pubblici.
La presenza o meno del "pericolo di caduta" viene affidata unicamente ad una valutazione soggettiva.
La normativa "non impone" alcuna istallazione ma non si può non considerare gli obblighi connessi di cui agli art. 2043 e 2051 del codice civile, per cui è sempre opportuno che un dislivello se non protetto venga comunque ben segnalato.
Ove il dislivello sia tale da portare a valutare un rischio di caduta elevato a scopo cautelativo è consigliabile installare un parapetto.
Ovviamente il caso richiederebbe un parere professionale più circostanziato, in alcuni casi si potrebbe ricorrere anche all'art. 146 del testo unico per la sicurezza, o alla normativa sull'abbattimento delle barriere architettoniche .
Come è stato già menzionato da un utente, la Svizzera è dotata di una normativa specifica sul tema, la SIA 358, che potrebbe essere un valido modello di riferimento.
Messaggi 16 di 16


 
Rexipal
GLASROC X

Free learning

Infinium