Carrello 0
Il Forum di Edilportale

blocchi Isotex + finitura interna cartongesso

Messaggi 20 di 20
Visite 10867
   
Roberto
19 Mag 2011, 09:51

Buongiorno,
premetto che non ho mai inserito un argomento e lo faccio sperando di non essere fuori luogo.
Vivo in provincia di Piacenza e sto valutando di cambiar casa. Ho visitato un cantiere con delle villette molto belle realizzate con i blocchi Isotex e vari accorgimenti tali il costruttore mi ha elogiato in termini di isolamento termico ed acustico.
Tutte le pareti interne sono rifinite con pannelli in cartongesso. Ora mi chiedo, l'isotex sarà sicuramente un materiale traspirante mentre il cartongesso notoriamente non lo è, non è che questa accoppiata porti la casa ad essere talmente "stagna" da vere problemi di umidità?
Grazie mille per la risposta e, qualora la mia domanda dovesse risultare stupida, chiedo scusa fin da ora...ma sono proprio ignorante in materia.

   
pindemusse
22 Mag 2011, 15:17

muri che respirano = meno umidità = casa sana = una leggenda metropolitana.
l'umidità che attarversa le strutture anche le più permeabili al vapore, è sempre una percentuale minima, diciamo max 20%, di quella che deve essere smaltita.
le strutture (muri, soffitti e pavimenti) devono essere ben isolati e non attraversati dal vapore. si inseriscono appositamente in esse le barriere di vapore. questo per non causare consensa all'interno delle strutture stesse.
l'umidità si regola con i ricambi d'aria. le case di abitazione devono essere progettate prevedendo il ricambio totale dell'aria ogni 2 ore. dove non vi sono sistemi moderni, con recupero del calore, si deve effuare una adeguata... apertura delle finestre.
peoccupati di avere documentazione sul consumo energetico e su come è stato realizzato l'impianto di ricambio dell'aria e se questo recupera il calore.
infine, per tua info, la permeabilità al vapore del cartongesso, dell'intonaco tradizionale, dei mattoni, del cemento è sostanzialmente la stessa.


   
Roberto
23 Mag 2011, 13:30


grazie mille per la risposta..però avevo premesso di essere un cavolo di ignorante.
per quanto riguarda l'impianto di ricambio dell'aria mia hanno detto che bisogna installarlo a parte, anche se c'è la predisposizione.
per quanto riguarda la certificazione per ora mi han detto che sarebbe classe a qualora venissero installati i pannelli fotovoltaici. per ora c'è solare termico, riscaldamento a pavimento e caldaia a condensazione. ma è vera questa cosa?
grazie ancora per il tempo dedicatomi
   
pindemusse
23 Mag 2011, 13:51

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Roberto il 23 Mag 2011, 13:30 (Chiudi Messaggio)
>
> grazie mille per la risposta..però avevo premesso di essere un cavolo
> di ignorante.
> per quanto riguarda l'impianto di ricambio dell'aria
> mia hanno detto che bisogna installarlo a parte, anche se c'è la predisposizione.
> per
> quanto riguarda la certificazione per ora mi han detto
> che sarebbe classe a qualora venissero installati i pannelli fotovoltaici.
> per ora c'è solare termico, riscaldamento a pavimento e caldaia
> a condensazione. ma è vera questa cosa?
> grazie ancora per il tempo dedicatomi


mi puoi dire in che regione sei?
a caldo, la storia del fotovoltaico che migliora di due / tre classi energetiche sembra una grossa palla.
con tutta probabilità la classe attuale è c o d, ma dovrei sapere la regione.



   
Roberto
26 Mag 2011, 00:20

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente pindemusse il 23 Mag 2011, 13:51 (Chiudi Messaggio)
> mi puoi dire in che regione sei?
> a caldo, la storia del fotovoltaico
> che migliora di due / tre classi energetiche sembra una grossa palla.
> con
> tutta probabilità la classe attuale è c o d, ma dovrei sapere la
> regione.
>
>
>
>



l'immobile si trova in lombardia. ti ripeto, mi è stato detto che è stato tutto fatto per ottenere la certificazione in classe a, solamente che per ottenerla bisognerè metter mettere il fotovoltaico....non incluso. per ora però non è ancora chiaro come verranno certificate una volta ultimate



" pindemusse " in data 23 mag 2011, 13.51 ha scritto:

> mi puoi dire in che regione sei? a caldo, la storia del fotovoltaico che
> migliora di due / tre classi energetiche sembra una grossa palla. con
> tutta probabilità la classe attuale è c o d, ma dovrei sapere
> la regione.
   
pindemusse
27 Mag 2011, 18:23

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Roberto il 26 Mag 2011, 00:20 (Chiudi Messaggio)
>
> l'immobile si trova in lombardia. ti ripeto, mi è stato detto che è
> stato tutto fatto per ottenere la certificazione in classe a, solamente
> che per ottenerla bisognerè metter mettere il fotovoltaico....non incluso.
> per ora però non è ancora chiaro come verranno certificate una
> volta ultimate
>
>
>
> " pindemusse " in data 23 mag 2011, 13.51 ha scritto:
>
>
> > mi puoi dire in che regione sei? a caldo, la storia del
> fotovoltaico che
> > migliora di due / tre classi energetiche sembra una
> grossa palla. con
> > tutta probabilità la classe attuale è c o d, ma
> dovrei sapere
> > la regione.


ti premetto che, una villetta nuova, oggi deve avere per legge le caratteristiche di quella che stai adocchiando. l'unico punto positivo in più, un buon punto, è il riscaldamento a pavimento.
con queste caratteristiche, la classe energetica, se è una costruzione isolata, è molto probabilmente c verso il b o viceversa. il fotovoltaico, nella classificazione attuale, influisce ben poco. cerco di spiegartelo in breve, se riesco. quello che misura oggi la cert. en. è il consumo di energia per riscaldare la casa. questa energia è fornita principalmente dal combustibile che si usa (gas, gasolio) e da quel poco di energia elettrica che serve per alimentare la caldaia e le pompe del solare termico (poche centinaia di watt): quest'ultima energia è praticamente trascurabile rispetto a quella del combustibile. avere il fv per alimentare i consumi elettrici generali (elettrodomestici, condizionatori, illuminazione, ecc.) è un bel risparmio, ma per migliorere la classe energetica, per come si misura adesso, non serve proprio a niente.
un facile consiglio. se questa villetta è per te un investimento notevole, se prevedi di indebitarti per decenni... considera di far valutare da un esperto l'aspetto energetico. lui dovrebbe sapere che documenti progettuali ed esecutivi chiedere al costruttore e li saprà valutare. se non sai dove trovarlo, questo forum, per esempio, ne ospita molti.
http://www.edilclima.it/forum/viewforum.php?f=5
   
Roberto
28 Mag 2011, 10:41


grazie per il chiarimento, ho capito perfettamente quello che intendi dire.
sinceramente ti dico che questo sarebbe l'investimento della vita...cioè che la finirei di pagare con la liquidazione, e ti ho detto tutto. ho aperto questa discussione perchè ovviamente voglio fare un acquisto degno dell'impegno economico però sinceramente non credo che una classificazione da a a c mi cambi la vita...o no?
io son preoccupato per i materiali usati (accoppiata isotex-cartongesso). poi ultimamente mi han detto che il tetto a capanna non si usa più...queste invece son fatte così. influisce sulla classe energetica suppongo, visto l'aumento di volume, vero?


" roberto " >s...@email.it< in data 19 mag 2011, 09.51 ha scritto:

> buongiorno, premetto che non ho mai inserito un argomento e lo faccio sperando
> di non essere fuori luogo. vivo in provincia di piacenza e
> sto valutando di cambiar casa. ho visitato un cantiere con delle villette
> molto belle realizzate con i blocchi isotex e vari accorgimenti
> tali il costruttore mi ha elogiato in termini di isolamento termico
> ed acustico. tutte le pareti interne sono rifinite con pannelli in cartongesso.
> ora mi chiedo, l'isotex sarã  sicuramente un materiale
> traspirante mentre il cartongesso notoriamente non lo ã¨, non 㨠che
> questa accoppiata porti la casa ad essere talmente "stagna"
> da vere problemi di umiditã ? grazie mille per la risposta e, qualora
> la mia domanda dovesse risultare stupida, chiedo scusa fin da ora...ma
> sono proprio ignorante in materia.
   
pindemusse
28 Mag 2011, 16:04

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Roberto il 28 Mag 2011, 10:41 (Chiudi Messaggio)
>
> grazie per il chiarimento, ho capito perfettamente quello che intendi
> dire.
> sinceramente ti dico che questo sarebbe l'investimento della
> vita...cioè che la finirei di pagare con la liquidazione, e ti ho detto
> tutto. ho aperto questa discussione perchè ovviamente voglio fare
> un acquisto degno dell'impegno economico però sinceramente non credo che
> una classificazione da a a c mi cambi la vita...o no?
> io son preoccupato
> per i materiali usati (accoppiata isotex-cartongesso). poi ultimamente
> mi han detto che il tetto a capanna non si usa più...queste invece
> son fatte così. influisce sulla classe energetica suppongo, visto
> l'aumento di volume, vero?
>
>
> " roberto " >s...@email.it< in data
> 19 mag 2011, 09.51 ha scritto:
>
> > buongiorno, premetto che non ho
> mai inserito un argomento e lo faccio sperando
> > di non essere fuori
> luogo. vivo in provincia di piacenza e
> > sto valutando di cambiar casa.
> ho visitato un cantiere con delle villette
> > molto belle realizzate
> con i blocchi isotex e vari accorgimenti
> > tali il costruttore mi
> ha elogiato in termini di isolamento termico
> > ed acustico. tutte le
> pareti interne sono rifinite con pannelli in cartongesso.
> > ora mi
> chiedo, l'isotex sarã  sicuramente un materiale
> > traspirante mentre
> il cartongesso notoriamente non lo ã¨, non 㨠che
> > questa accoppiata
> porti la casa ad essere talmente "stagna"
> > da vere problemi di umiditã ?
> grazie mille per la risposta e, qualora
> > la mia domanda dovesse
> risultare stupida, chiedo scusa fin da ora...ma
> > sono proprio ignorante
> in materia.


capisco benissimo il tuo problema perchè l'ho vissuto.
parlando in generale e per prezzi di mercato, le classi c o b sono effettivamente già a consumo molto contenuto. personalmente non starei ad inseguire la classe a. e' difficile conseguirla se non si impiegano impianti evoluti e con relativo aumento del prezzo.
il tetto a capanna (intendi a uno o due spioventi o falde inclinate, vero?) non mi risulta abbia controindicazioni energetiche. e' sufficiente isolarlo bene. ha sempre il vantaggio di essere meno penetrabile dalla pioggia (perchè scorre sulle tegole), di uno a terrazzo. oppure intendi un'altra particolare alternativa di tetto (per es. terrazzo verde)?
approfitto per un altro concetto. le certificazioni energetiche stabiliscono la classe in base al rapporto consumo/mq utile. non in base al consumo totale. se tu hai un tetto a falde con sottotetto non riscaldato od un tetto a terrazzo, scaldi lo stesso volume, hai la stessa superficie utile e la stessa classe energetica. se il sottotetto è riscaldato ed abitabile, consumi di più, ma hai più superficie e può essere che il rapporto rispetto al caso di prima sia lo stesso.
ps: non sottovalutare la possibilità di rivolgerti ad un esperto. per una consulenza attenta, con esame della documentazione, ti chiederà qualche centinaia di euro, o comunque quanto avrete pattuito... ma potrebbe evitarti una patacca oppure darti la serenità di essere sulla scelta giusta.



   
BGA
17 Gen 2013, 11:08

   
19 Apr 2013, 02:47

   
16 Mag 2013, 05:44

   
6 Giu 2013, 23:55

   
8 Giu 2013, 19:31

   
25 Dic 2013, 02:51

   
sergio
28 Dic 2013, 20:41

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Roberto il 28 Mag 2011, 10:41 (Chiudi Messaggio)
>
> grazie per il chiarimento, ho capito perfettamente quello che intendi
> dire.
> sinceramente ti dico che questo sarebbe l'investimento della
> vita...cioè che la finirei di pagare con la liquidazione, e ti ho detto
> tutto. ho aperto questa discussione perchè ovviamente voglio fare
> un acquisto degno dell'impegno economico però sinceramente non credo che
> una classificazione da a a c mi cambi la vita...o no?
> io son preoccupato
> per i materiali usati (accoppiata isotex-cartongesso). poi ultimamente
> mi han detto che il tetto a capanna non si usa più...queste invece
> son fatte così. influisce sulla classe energetica suppongo, visto
> l'aumento di volume, vero?
>
>
> " roberto " >s...@email.it< in data
> 19 mag 2011, 09.51 ha scritto:
>
> > buongiorno, premetto che non ho
> mai inserito un argomento e lo faccio sperando
> > di non essere fuori
> luogo. vivo in provincia di piacenza e
> > sto valutando di cambiar casa.
> ho visitato un cantiere con delle villette
> > molto belle realizzate
> con i blocchi isotex e vari accorgimenti
> > tali il costruttore mi
> ha elogiato in termini di isolamento termico
> > ed acustico. tutte le
> pareti interne sono rifinite con pannelli in cartongesso.
> > ora mi
> chiedo, l'isotex sarã  sicuramente un materiale
> > traspirante mentre
> il cartongesso notoriamente non lo ã¨, non 㨠che
> > questa accoppiata
> porti la casa ad essere talmente "stagna"
> > da vere problemi di umiditã ?
> grazie mille per la risposta e, qualora
> > la mia domanda dovesse
> risultare stupida, chiedo scusa fin da ora...ma
> > sono proprio ignorante
> in materia.


caro roberto ho seguito la discussione e direi i buoni consigli che hai ricevuti- mi viene in mente un suggerimento. conosco e stimo la serietà del lavoro che nel settore energetico, e non solo, svolge da anni klimahouse della provincia di bolzano, considera che sono loro in italia ha definire per la prima volta le classificazione energetica degli edifici e nel settore hanno fatto scuola- tra le attività formano dei certificatori energetici presenti ormai in tutta italia; nel loro sito trovi i nomi dei professionisti della tua regione e pensavo che magari potresti farti fare da uno di loro un preventivo per una consulenza sull'immobile che devi acquistare !!??? se la cifra è ragionevole ( magari qualche centinaio di euro per un paio di giorni di lavoro e se è della tua città un sopralluogo insime), magari è un buon "investimento" ? pindemusse cosa ne pensa,è un buon consiglio per roberto ??- spero di esserti stato utile ed auguri per un 2014 a casa nuova !!! sergio

   
sergio
28 Dic 2013, 21:43


roberto mi correggo,
il sito di riferimento di bolzano da consultare a cui faccio riferimento nel mio messaggio è: www.agenziacasaclima.it- scusa la confusione -saluti- sergio.
   
4 Gen 2014, 04:10

   
pindemusse
4 Gen 2014, 07:59

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente sergio il 28 Dic 2013, 20:41 (Chiudi Messaggio)
> caro roberto ho seguito la discussione e direi i buoni consigli che hai
> ricevuti- mi viene in mente un suggerimento. conosco e stimo la serietà
> del lavoro che nel settore energetico, e non solo, svolge da anni
> klimahouse della provincia di bolzano, considera che sono loro in italia
> ha definire per la prima volta le classificazione energetica degli
> edifici e nel settore hanno fatto scuola- tra le attività formano dei
> certificatori energetici presenti ormai in tutta italia; nel loro sito
> trovi i nomi dei professionisti della tua regione e pensavo che magari
> potresti farti fare da uno di loro un preventivo per una consulenza
> sull'immobile che devi acquistare !!??? se la cifra è ragionevole ( magari
> qualche centinaio di euro per un paio di giorni di lavoro e se è
> della tua città un sopralluogo insime), magari è un buon "investimento"
> ? pindemusse cosa ne pensa,è un buon consiglio per roberto ??- spero
> di esserti stato utile ed auguri per un 2014 a casa nuova !!! sergio
>
>



e' un ottimo consiglio, valido in generale, ma è passato molto tempo...
   
3 Apr 2014, 21:57

   
29 Apr 2014, 21:16

Messaggi 20 di 20


 
Fibrotubi
Living Now

Sismicad 12

Schuco ASE 67 PD