Carrello 0
Il Forum di Edilportale

OPERAIO TECNICO

Messaggi 4 di 4
Visite 45
   
silvio
10 Giu 2019, 15:11

Buongiorno
una curiosità nata dopo una "discussione" con un collega
Questi i livelli per un operaio stabiliti dal contratto collettivo nazionale edilizia industria:
O4(T) - Tecnico
O3(S) - Operaio Specializzato
O2(Q) - Operaio qualificato
O1(C) - Operaio Comune

Fra il 3 livello ed il 4 che differenza c'è? (a parte la busta paga naturalmente)
Un quarto livello (quindi tecnico) può comunque lavorare in cantiere oppure può solo supervisionare e gestire il lavoro degli altri operai??

Grazie a chi mi saprà rispondere
   
Redazione Edilportale
10 Giu 2019, 16:04

Ciao Silvio il livello O4 (T) viene anche definito Operai di quarto livello, solo un operaio di quarto livello può svolgere il ruolo di capo operaio il suo ruolo è quello di coordinare più squadre di operai ovvero, a livello esecutivo, unità operative specializzate.
   
Silvio
11 Giu 2019, 14:31

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Redazione Edilportale il 10 Giu 2019, 16:04 (Chiudi Messaggio)
> Ciao Silvio il livello O4 (T) viene anche definito Operai di quarto livello,
> solo un operaio di quarto livello può svolgere il ruolo di capo
> operaio il suo ruolo è quello di coordinare più squadre di operai ovvero,
> a livello esecutivo, unità operative specializzate.
>


Grazie
Quindi coordina le maestranze, ma faccio un esempio:
in un'ipotetica ditta edile l'operaio di 4 livello può anche lui svolgere lavori di cantiere come la messa in opera dei prodotti? Affiancando anche lavoratori di ruolo inferiore, oppure è solo coordinatore e supervisore?

   
Redazione Edilportale
11 Giu 2019, 15:23

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Silvio il 11 Giu 2019, 14:31 (Chiudi Messaggio)
> Grazie
> Quindi coordina le maestranze, ma faccio un esempio:
> in un'ipotetica
> ditta edile l'operaio di 4 livello può anche lui svolgere lavori
> di cantiere come la messa in opera dei prodotti? Affiancando anche
> lavoratori di ruolo inferiore, oppure è solo coordinatore e supervisore?
>
>
>


come detto in precedenza il suo ruolo è di coordinamento e supervisione.
In ogni caso se ad un dipendente gli viene chiesto di svolgere delle mansioni diverse da quelle previste dal suo inquadramento quest'ultimo non può rifiutarsi
Infatti, rientra nel suo dovere di adempiere fedelmente le direttive del capo di non mettere in discussione le scelte aziendali. Questo però non toglie che egli possa sempre tutelarsi in giudizio. In altri termini, un lavoratore adibito a mansioni non rispondenti alla propria qualifica contrattuale può procedere in tribunale per ottenere la riconduzione della prestazione nell’ambito della qualifica di appartenenza, ma non può rifiutare a priori, e senza un eventuale avallo giudiziario, di svolgere i compiti che gli sono stati assegnati. Non può cioè aggrapparsi al fatto che l’attività esula dai compiti propri della sua qualifica per rientrare in quelli di mera manovalanza anche se si tratta di un sostanziale demansionamento.


Ma è doveroso sottolineare che SOLO eccezionalmente è possibile la modifica delle mansioni sul posto di lavoro
Il demansionamento è in generale vietato in quanto lesivo della professionalità acquisita dal lavoratore. Solo in due casi è possibile spostare il dipendente a mansioni inferiori:

- in caso di modifica degli assetti organizzativi aziendali, tale da incidere sulla posizione del lavoratore stesso;
- quando previsto dai contratti collettivi.

In entrambe le ipotesi le nuove mansioni attribuite possono appartenere al livello di inquadramento immediatamente inferiore nella classificazione contrattuale, a patto che rientrino nella medesima categoria legale.

Il datore di lavoro deve comunicare al lavoratore l’assegnazione a mansioni inferiori in forma scritta a pena di nullità.



Messaggi 4 di 4


 
Bigmat
Polyleaf

Protezioni in EPDM

Ravago