Carrello 0
Il Forum di Edilportale

DURC e subappalto

Messaggi 5 di 5
Visite 117
   
Acheronte
11 Lug 2019, 15:36

Ne il costruttore con il quale ho il contratto ne il DL mi hanno mai chiesto autorizzazione (art.1656 cc) per l'utilizzo dell'idraulico nella ristrutturazione della casa ne io ho mai potuto concederla, ne mai mi è stata consegnata la documentazione da me richiesta ( a mezzo PEC), ora abbiamo rescisso il contratto all'impresa e abbiamo chiesto e ottenuto parte dei documenti, io solo oggi sono a conoscenza dell'identità di idraulico e elettricista che hanno realizzato, parzialmente, gli impianti, non ho ovviamente nessuna certificazione perché il lavoro non è finito, come se non bastasse il DURC dell'idraulico è successivo alla data di fermo lavori, in pratica inutile.Con il costruttore ho in atto un contenzioso sulla parte economica ma lui chiede che il lavoro fatto fino ad oggi dai subappaltatori gli sia pagato, non solo per l'assistenza muraria sull'elettrico chiede che gli sia pagata al 100%, io ho solo fili infilati e scatole al grezzo, nessun frutto e nessuna certificazione, secondo voi ?
   
Redazione Edilportale
11 Lug 2019, 17:35

Salve Acheronte
il codice civile prevede che si possa recedere da un contratto, per maggiori dettagli veda gli articoli 1373, 1660, 1671 del codice civile.
Ovviamente rimane in piedi il fatto che l'appaltatore non abbia rispettato il codice civile in materia di subappalto, ovvero doveva richiedere la sua autorizzazione.
Visto che sta chiedendo una una consulenza legale riteniamo che sia opportuno che si confronti con il suo avvocato il quale le saprà sicuramente dire cosa bisognerebbe fare secondo la normativa vigente.
   
Acheronte
11 Lug 2019, 18:37

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Redazione Edilportale il 11 Lug 2019, 17:35 (Chiudi Messaggio)
> Salve Acheronte
> il codice civile prevede che si possa recedere da un
> contratto, per maggiori dettagli veda gli articoli 1373, 1660, 1671 del
> codice civile.
> Ovviamente rimane in piedi il fatto che l'appaltatore
> non abbia rispettato il codice civile in materia di subappalto, ovvero
> doveva richiedere la sua autorizzazione.
> Visto che sta chiedendo
> una una consulenza legale riteniamo che sia opportuno che si confronti
> con il suo avvocato il quale le saprà sicuramente dire cosa bisognerebbe
> fare secondo la normativa vigente.
>



Abbiamo già rescisso il contratto, rimane solo da definire la parte economica, è su questo la diatriba, è giusto che io riconosca, seppur parzialmente un impianto, anzi 2, realizzati da subappaltatori mai autorizzati, uno dei quali non risulta nemmeno in regola, inoltre è giusto che il costruttore chieda il 50% di assistenza muraria calcolandola sul valore finale dell'impianto, frutti compresi, tenendo conto che ad oggi ho solo fili infilati e cassette al grezzo ? Il nuovo costruttore, che arriverà settimana prossima, ha già fatto sapere che idraulico ed elettricista si impegnano a fornire fatture per il lavoro fatto ad oggi, oltre a preventivo a finire, oppure lui fa terminare tutto dai suoi tecnici ma per l'impianto elettrico sfilerà tutti i fili perché non può, a detta sua, perdere 3 giorni col tester per capire dove partono e dove arrivano, insomma un bel casino.
   
Edilportale
12 Lug 2019, 10:36

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Acheronte il 11 Lug 2019, 18:37 (Chiudi Messaggio)
>
> Abbiamo già rescisso il contratto, rimane solo da definire la parte
> economica, è su questo la diatriba, è giusto che io riconosca, seppur
> parzialmente un impianto, anzi 2, realizzati da subappaltatori mai autorizzati,
> uno dei quali non risulta nemmeno in regola, inoltre è giusto
> che il costruttore chieda il 50% di assistenza muraria calcolandola
> sul valore finale dell'impianto, frutti compresi, tenendo conto che ad
> oggi ho solo fili infilati e cassette al grezzo ? Il nuovo costruttore,
> che arriverà settimana prossima, ha già fatto sapere che idraulico
> ed elettricista si impegnano a fornire fatture per il lavoro fatto ad
> oggi, oltre a preventivo a finire, oppure lui fa terminare tutto dai suoi
> tecnici ma per l'impianto elettrico sfilerà tutti i fili perché non
> può, a detta sua, perdere 3 giorni col tester per capire dove partono
> e dove arrivano, insomma un bel casino.


Quando ci sono contenziosi è sempre difficile definire ciò che è giusto da ciò che non lo è attraverso il nostro giudizio personale.
Come parte lesa, possiamo comprendere il senso di ingiustizia che sta vivendo, l'unica cosa è avere la pazienza di attendere che si concluda l'iter normativa.
cordiali salut
   
Acheronte
12 Lug 2019, 15:15

Grazie !
Messaggi 5 di 5


 
Summer Sales 2019
THERMA V

Isotec

Polyleaf