HMI
Carrello 0
Il Forum di Edilportale

Pareti storte

Messaggi 7 di 7
Visite 401
   
Piero
13 Lug 2019, 09:24

Salve a tutti, sto restaurando totalmente il mio appartamento di 130 mq a Venezia. A causa dell'umidità la ditta ha scalcinato le pareti, e le ha foderate con uno strato di styrodur e tavelle da 3 cm., questo per tutto il perimetro della casa, oltre ad aver alzato altri muri in foratina e averne abbattuti degli altri. E fin qui tutto bene.
Il problema nasce nel momento in cui è stato chiamato l'intonacatore che ha completato il lavoro. Mi accorgo che i muri, le spallette e le colonne sono storti (si vede ad occhio) compresi i fori porte finanche gli spigoli e subito lo comunico sia al mio architetto che alla ditta. Credendo avessero risolto, dormo tranquillo fino all'altro giorno che sono andato a controllare. Ho trovato la casa già con la prima mano di rasante bianco il quale, essendo anche lucido, fa risaltare ancora di più tutte le imperfezioni e i fuori squadra. Incacchiato ho ordinato di cessare i lavori fino a quando i muri non venissero raddrizzati ed ho chiesto spiegazioni sul perchè non sia stato fatto prima quando lo feci notare. La ditta mi ha risposto che il millimetro non me lo garantisce ed infatti non è quello che chiedo, visto che qui si parla di centimetri e tragaurdando qualsiasi punto si voglia non esiste una linea dritta.
Adesso mi ritrovo con i muri storti ed una mano di rasante (il pittore mi ha detto che non si raddrizzano nemmeno con dieci mani di rasante) e sinceramente non so come poter procedere.
Vi chiedo quindi come devo comportarmi, evitando possibilmente di coinvolgere l'avvocato. Piccola postilla: ad oggi sia la ditta che l'architetto non avanzano un euro.
   
Redazione Edilportale
16 Lug 2019, 11:28

Salve Piero,
i muri di cui parla sono nuovi o si è intervenuti su quelli esistenti?
poiché se il muro è esistente e già nella sua creazione non era stato realizzato a piombo, il problema si può protrarre. I vani porta se non sono completamente a piombo se l'incidenza è minima con la posa della porta il problema si dovrebbe annullare ma chieda meglio al falegname.
In generale lei deve interfacciarsi con il Direttore Lavori e ovviamente capire la situazione ante e post opera.
Prima di arrivare ad un avvocato c'è un importante documento che tutela entrambe le parti ovvero il capitolato di appalto.
Le suggeriamo anche di gestire sulla base del capitolato il pagamento delle maestranze, per non avere problemi in seguito, si mette per cosi dire a parte civile, poiché ci sembra molto strano che le lavorazioni siano arrivate fino alla posa della rasatura e non vi sia stato alcun pagamento.
Trovate un accordo, fa verificato bene lo stato dell'esistente, ma in generale i muri nel limite del possibile si possono portare a squadro.
   
Piero
16 Lug 2019, 20:32

Grazie per la risposta.
Volevo solo precisare che il mio "non avanzano un euro" va inteso che sia ditta che architetto sono già stati pagati, ci mancherebbe, visto che i lavori che sto facendo sono totali (massetto, muri, impianti, infissi, ecc.)
Di muri preesistenti ne sono rimasti due e tra l'altro sono anche i più dritti.
Oggi mi ha chiamato finalmente il proprietario della ditta dicendo che sistemeranno. Speriamo bene, perchè questi restauri mi stanno sfinendo.
Una piccola domanda a parte, se posso:
L'orditura metallica per il controsoffitto in cartongesso che mi hanno montato non è fissata con i classici pendini regolabili, bensì con pezzi di profilo piegati ed avvitati al soffitto. E', secondo voi, un buon modo di eseguire questo tipo di lavorazione?
Grazie



   
Acheronte
17 Lug 2019, 00:42

Spetta al direttore dei lavori certificare che l'opera sia eseguita ad arte, così come contestare in nome e per conto del committente tutto ciò che non lo è.
Comunque è buona norma trattenere sempre un 5% (ritenuta a garanzia) sul totale dei lavori, importo che andrà liquidato trascorsi 60 gg. dalla chiusura cantiere e dall'avvenuta certificazione dell'opera.





   
Redazione Edilportale
17 Lug 2019, 09:37

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Piero il 16 Lug 2019, 20:32 (Chiudi Messaggio)
> Grazie per la risposta.
> Volevo solo precisare che il mio "non avanzano
> un euro" va inteso che sia ditta che architetto sono già stati pagati,
> ci mancherebbe, visto che i lavori che sto facendo sono totali (massetto,
> muri, impianti, infissi, ecc.)
> Di muri preesistenti ne sono rimasti
> due e tra l'altro sono anche i più dritti.
> Oggi mi ha chiamato
> finalmente il proprietario della ditta dicendo che sistemeranno. Speriamo
> bene, perchè questi restauri mi stanno sfinendo.
> Una piccola domanda
> a parte, se posso:
> L'orditura metallica per il controsoffitto in
> cartongesso che mi hanno montato non è fissata con i classici pendini
> regolabili, bensì con pezzi di profilo piegati ed avvitati al soffitto.
> E', secondo voi, un buon modo di eseguire questo tipo di lavorazione?
> Grazie
>
>
>
>
>


la tipologia della struttura dipende dall'altezza dell'abbassamento
   
Piero
18 Lug 2019, 21:24

Siamo sui 30 cm di abbassamento complessivi. Più che altro mi chiedevo come può una struttura risultare dritta con supporti fissi piuttosto che con pendini regolabili grazie ai quali è difficile sbagliare.
   
Mauro
19 Lug 2019, 11:50

Scrive in risposta al messaggio scritto dall'utente Piero il 18 Lug 2019, 21:24 (Chiudi Messaggio)
> Siamo sui 30 cm di abbassamento complessivi. Più che altro mi chiedevo
> come può una struttura risultare dritta con supporti fissi piuttosto
> che con pendini regolabili grazie ai quali è difficile sbagliare.


se lo ha realizzato una ditta specializzata si presume abbiano utilizzato un laser autolivellante
con quella altezza l'utilizzo corretto di guide metalliche e incroci è sufficiente
Messaggi 7 di 7


 
Reti in fibra di vetro AR
Vimec

Pontarolo

Photo Book