Carrello 0
Una seconda tangenziale Est a Milano
LAVORI PUBBLICI

Una seconda tangenziale Est a Milano

Parte il progetto per la realizzazione dell’arteria esterna

Milano raddoppia la tangenziale Est. Sta infatti per partire il progetto per la realizzazione di un’arteria esterna. Lo ha rivelato il presidente della società autostradale Milano-Serravalle Spa, Aldo Belli, spiegando che il consiglio di amministrazione della società ha deciso all’unanimità di costituire una società per realizzare la nuova infrastruttura viaria. La nuova tangenziale avrà un’estensione di 37 chilometri e collegherà direttamente l’autostrada A1 Milano-Bologna con la A4 Milano-Venezia. Il tracciato sarà totalmente nuovo e non, come si pensava, una riqualificazione o un potenziamento della strada provinciale 39 della Cerca. Il costo complessivo dell’opera viene stimato tra i 1.050 e i 1.250 miliardi. “La Milano-Serravalle – spiega il presidente Belli – sarà l’azionista di riferimento della nuova società per la tangenziale Est esterna”. Anche se i nomi degli altri soci ancora non si conoscono, quasi certamente nella compagine azionaria entrerà la società Brebemi, la Spa che ha redatto il progetto per l’autostrada direttissima Milano-Brescia, a cui la costruzione della tangenziale Est è strettamente collegata: Brebemi ha infatti inserito un tratto della futura tangenziale (11 chilometri, compresi nei 37 complessivi) nel progetto della direttissima. Le due opere dovranno necessariamente marciare insieme (non è pensabile costruire l’autostrada senza la futura tangenziale Est esterna, naturale punto di arrivo della Milano-Brescia). Lo strumento giuridico per la realizzazione della nuova infrastruttura viaria esterna, “sarà – ha detto Belli – la concessione regionale. Noi saremo la cartina di tornasole di questa nuova legge, che dovrebbe velocizzare l’iter autorizzativo”. Lo strumento finanziario, invece, ha aggiunto, “sarà quello del project financing”. “Dimostreremo – ha concluso il presidente – che grazie a quest’opera si potrà ottenere una sensibile riduzione dell’inquinamento acustico e atmosferico, come pure un forte decongestionamento del traffico che ruota attorno a Milano”. Ragioni che quasi certamente non convinceranno gli ambientalisti, già pronti a fare battaglia.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa