Carrello 0
Alta velocità, bloccati i lavori in Toscana
LAVORI PUBBLICI

Alta velocità, bloccati i lavori in Toscana

I cantieri sulla tratta Firenze-Bologna posti sotto sequestro. Decine di indagati per danni ambientali

25/06/2001 - I carabinieri del Noe (Nucleo operativo ecologico) e della polizia municipale di Firenze, coadiuvati da Arpat e guardia forestale hanno bloccato i lavori per l'alta velocità in Toscana sulla Firenze-Bologna: una ventina tra cantieri, depositi e discariche della TAV sono stati posti sotto sequestro. Erano oltre due anni che la polizia municipale di Firenze aveva avviato l' indagine che ha portato al sequestro. Da sempre i lavori per la tratta ferroviaria di alta velocita Firenze-Bologna sono al centro di polemiche da parte degli ambientalisti. Negli ultimi tempi era stato denunciato che i lavori per la realizzazione delle gallerie (in totale hanno una lunghezza di più di 70 chilometri) stavano arrecando gravi danni alle falde acquifere della zona. In certi casi si erano dovuti sospendere temporaneamente i lavori per l'allagamento delle gallerie. Alcuni abitanti lamentano che sorgenti e pozzi della zona sono diventati secchi. Non si sa però se il problema idrogeologico sia al centro della inchiesta, che comunque si occupa di presunte violazioni alle norme di tutela ambientale. L' Associazione di volontariato Idra ha denunciato nel dettaglio: "Gli scavi nei cantieri della Tav per la costruzione della direttissima ferroviaria Firenze-Bologna stanno seccando i corsi d' acqua del Mugello e la crisi idrica provocata dalle nuove gallerie ha portato ora alla completa essiccazione del torrente Carzola nel parco territoriale di Monte Morello". L'associazione ha rilevato che la morte del corso d'acqua ha portato alla scomparsa di pesci e gamberi di fiume e ha lanciato anche un grido d'allarme per l'avvicinamento delle talpe scavagalleria alla zona del parco della villa Demidoff a Pratolino, complesso monumentale recentemente restaurato con forti investimenti pubblici, per il quale si temono danni idrogeologici e statici per i monumenti. Fra questi la monumentale statua con fontane del gigante dell' Appennino, opera di Bartolomeo Ammannati. Conclude Idra: "La zona del Monte Morello, dichiarata sito di importanza comunitaria, ha già visto la sparizione di pozzi, con gravi problemi per la selvaggina costretta a scendere vicino alle case per potersi abbeverare in qualche modo ed ora è scomparso un corso d' acqua perenne". Secondo il progetto, quando i lavori saranno conclusi i treni dovrebbero impiegare poco più di mezzora per percorrere il tratto, quasi tutto sotterraneo, tra Firenze e Bologna. Il 20 febbraio scorso il presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, era intervenuto alla cerimonia per l' abbattimento dell' ultimo diaframma della galleria di Vaglia, di 18 chilometri, la più lunga d' Italia. Secondo le prime informazioni nell'inchiesta sarebbero coinvolti decine di indagati. Il sequestro riguarderebbe in particolare sette cave di inerti, il cantiere della galleria di Marzano ed otto discariche, tutte comprese tra il Mugello e l'Alto Mugello. I reati ipotizzati sono molteplici, tra i quali lo smaltimento non autorizzato di rifiuti, in particolare per i fanghi di trattamento delle acque di aggottamento, il danneggiamento ed impoverimento delle falde acquifere, l' inquinamento ambientale e la truffa relativa alla gestione delle cave.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati