Carrello 0
A giugno, project financing per 5 grandi opere
FINANZIAMENTI

A giugno, project financing per 5 grandi opere

Società Autostrade si candida per la Milano-Brescia

06/07/2001 – Svolta a giugno per il project financing. Nel mese scorso, infatti, sono state avviate cinque importanti iniziative: autostrada Milano-Brescia (1.406 miliardi), passante di Mestre (1.050 miliardi), tunnel di Genova (750-968 miliardi, 1.100 il prezzo stimato dal Comune), ospedale di Mestre (320 miliardi), raccordo di Ancona (200 miliardi circa). Per la Mi-Bs, a sorpresa, è scesa in campo la società Autostrade candidandosi, con una proposta depositata all’Anas, in alternativa alla Brebemi Spa di cui detiene il 5% (la società è stata costituita due anni fa dalle Camere di Commercio, le Province interessate, Banca Intesa, le società autostradali Milano-Serravalle, Centropadane, Brescia-Padova e Autostrade, appunto). Il costo stimato della nuova arteria (50 chilometri nel tracciato principale, più 11 come primo tronco della nuova tangenziale est di Milano) è salito, rispetto ai progetti del 1999 e 2000, da 1.222 miliardi a 1.406 (1.643 con gli oneri finanziari). Sarà finanziata al 100% dai privati. Ora spetta all’Anas selezionare la proposta ritenuta migliore. Per quanto riguarda il passante di Mestre, l’opera proposta da Anas e ministero delle Infrastrutture e che dovrebbe creare un nuovo anello di 32 chilometri a nord di Mestre, la cordata dei promotori è composta da autostrade Brescia-Padova e Padova-Venezia insieme a banche locali e Veneto Sviluppo (Regione Veneto). Al ministro Lunardi spetta decidere prima di tutto tra l’ipotesi di Passante, prevista nel piano generale dei trasporti, e quella del tunnel, promossa dall’ex ministro Nesi. Per il tunnel di Genova (1,8 chilometri sotto il porto) la proposta, per un costo che oscilla tra i 750-968 miliardi a seconda delle ipotesi di tracciato, è giunta dalla cordata Earth Tech Engineering (Gran Bretagna), Strabag (Austria), Macquarrie Bank (Australia). Allo studio anche una proposta elaborata da Europrogetti & Finanza per costituire una società mista tra Comune, Autorità portuale e Cassa depositi e prestiti. Per l’ospedale di Mestre sono scese in campo due società italiane, Impregilo e Astaldi, mentre per il passante di Ancona c’è la proposta avanzata da Geodata-Grassetto.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa