Carrello 0
Approvata la legge obiettivo che dà il via al piano dei cento giorni del Governo
NORMATIVA

Approvata la legge obiettivo che dà il via al piano dei cento giorni del Governo

Molte le novità per le imprese del settore edile finalizzate a snellire l'avvio delle Grandi Opere

E’ stato approvato dal Consiglio dei Ministri il 28 aprile 2001 la legge obiettivo che da il via al piano dei cento giorni che il Presidente del Consiglio dei Ministri, Silvio Berlusconi, vuole far approvare almeno in un ramo del parlamento prima delle vacanze estive. Il maxiprogetto coinvolge molteplici settori dell’economia nazionale e lo scopo, come è stato dichiarato dallo stesso Presidente, è quello di dare uno scossone positivo all’andamento del paese. In primo luogo il progetto prevede lo snellimento delle procedure di apertura dei cantieri per la realizzazione delle grandi opere. Il Governo individua una volta l’anno, nella finanziaria, le grandi infrastrutture da realizzare. La gestione di tali progetti seguirà una corsia preferenziale grazie alla costituzione di un comitato per le infrastrutture con superpoteri che consentirà la realizzazione non solo di porti e aeroporti ma anche di grossi sistemi di collegamento informatico. In secondo luogo la legge si occupa della liberalizzazione delle opere di ristrutturazione demolizione ricostruzione, grazie alla così detta super-dia, ossia all’estensione della denuncia di inizio attività. In questo modo tutte le operazioni di ristrutturazione potranno essere intraprese con la semplice autocertificazione vale a dire che non sarà più necessario attendere autorizzazioni o nulla osta. In terzo luogo il progetto prevede per le imprese che si autodenunciano sconti fiscali e contributi applicabili per tre anni. Si prevede inoltre la detassazione sugli utili reinvestiti da beni strumentali nei quali il governo fa rientrare le spese per la formazione; i beneficiari saranno i lavoratori autonomi, banche e assicurazioni. Novità anche nel settore dei rifiuti; viene modificato infatti, il Decreto legislativo 22/1997 sulle gestione dei rifiuti. Per quanto riguarda la manovra di semplificazione fiscale a favore delle imprese, il progetto elimina le dichiarazioni periodiche Iva, la vidimazione dei registri, il versamento delle imposte a Ferragosto e le dichiarazioni dei sostituti d’imposta.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui