Carrello 0
Addio all’imposta su successioni e donazioni
NORMATIVA

Addio all’imposta su successioni e donazioni

Scompare con l’approvazione definitiva della “manovra dei 100 giorni”

15/11/2001 – Con l’approvazione definitiva della cosiddetta “manovra dei 100 giorni”, scompare l’imposta sulle successioni e sulle donazioni. In particolare, per quanto riguarda le successioni, non si dovranno più pagare le imposte sui beni ereditati, indipendentemente dal loro valore e dal grado di parentela. Si dovrà presentare la dichiarazione di successione quando l’eredità comprende beni immobili; in questo caso, dovranno essere versate l’imposta ipotecaria, nella misura del 2%, e quella catastale (1%), oppure nella misura fissa agevolata di lire 250.000, se sussistono i benefici per la prima casa. Scompare anche l’imposta sulle donazioni e per le altre liberalità di beni e diritti. Quando le liberalità sono fatte a favore di soggetti diversi rispetto al coniuge, ai discendenti diretti (padre-figli, nonno-nipote) e ad altri parenti fino al IV grado (zio-nipote, cugini) l’imposta di registro è dovuta se il valore supera i 350 milioni e sarà calcolata per la parte eccedente. La franchigia passa da 350 milioni a un miliardo se il beneficiario è portatore di handicap.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati