Carrello 0
Architetti, nessuna censura dall’Ue sui compensi
NORMATIVA

Architetti, nessuna censura dall’Ue sui compensi

La sentenza della Corte di giustizia europea

Vedi Aggiornamento del 14/12/2010
05/12/2001 – Va bene l’attuale sistema nazionale di determinazione dei compensi per gli architetti. La promozione arriva dalla Corte di giustizia europea che, con la sentenza del 29 novembre scorso, non ha censurato la normativa italiana che consente ai liberi professionisti di stabilire liberamente l’importo degli onorari. In particolare, la quinta sezione della Corte Ue era stata chiamata ad esprimersi su più questioni: se gli architetti siano impresa e l’Ordine un’associazione di imprese; se sia lecito delegare la fissazione di una tariffa obbligatoria ad un’associazione professionale; infine, se sia compatibile con le regole comunitarie demandare ad una commissione tariffaria (istituita presso un Consiglio dell’Ordine e composta da soli iscritti) il potere di emettere un provvedimento discrezionale di liquidazione dell’onerario che vincola il giudice a pronunciare una conforme ingiunzione di pagamento. vedi la versione integrale della sentenza; Sentenza 29/11/2001 n. C-221/99 Corte di Giustizia Europea - «Onorari degli architetti - Procedimento sommario d'ingiunzione di pagamento - Parere dell'associazione professionale.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati