Carrello 0
Appalti, norme Ue su ritardo pagamenti non applicabile a settore pubblico
LAVORI PUBBLICI

Appalti, norme Ue su ritardo pagamenti non applicabile a settore pubblico

La delibera dell’Authority

09/04/2002 – Le norme Ue sui ritardi delle pubbliche amministrazioni nei pagamenti dei contratti per la fornitura di beni e servizi stipulati con imprese private non sono applicabili al settore degli appalti pubblici. Lo ha stabilito l'Autorità di vigilanza sui Lavori pubblici, chiarendo che la direttiva 35/2000/Cee del 2000 inerente la lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali stipulate con i privati, è limitata ai contratti che comportano la consegna di merci o la prestazione di specifici servizi. Le imprese edili, per accelerare i pagamenti non potranno pertanto ricorrere alla norma che prevede, in caso di ritardo superiore ai 30 giorni, l'applicazione di un tasso di interesse pari a quello praticato dalla Banca centrale europea nelle operazioni di rifinanziamento, maggiorato di almeno sette punti percentuali.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati