Carrello 0
Architettura del paesaggio
ARCHITETTURA

Architettura del paesaggio

La rinascita di un’architettura di pietra dedicata al mare

20/06/2002 - E’ stato recentemente presentato in Sicilia il Progetto Metafora, un'iniziativa, finanziata dall'Unione Europea, che mira al recupero e alla salvaguardia delle fortezze e delle torri costiere del Mediterraneo. E’ già da troppo tempo che patrimoni architettonici delle coste del Mediterraneo quali fortezze, baluardi di pietra, castelli, bastioni di mura, torri di avvistamento è stata abbandonata ad un graduale e miope degrado. Oggi questa rete di architetture si presenta degradata e abbandonata a se stessa, luogo solo di appuntamenti sporadici con la memoria: eppure sono proprio queste costruzioni a narrarci le storie e le vicende di intere popolazioni. Ed è proprio il desiderio di non perdere questa memoria storica che ha spinto alcuni a recuperare le valenze culturali di questi tessuti territoriali. La morfologia di insediamento e la tipologia, simili in tutto il bacino, pur nella diversità delle tecniche costruttive, costituiscono testimonianza di un processo di trasmigrazione culturale molto intenso fra le popolazioni del Mediterraneo Il Progetto Metafora ha per obiettivo quello di recuperare alla storia tali manufatti e di inserirli all'interno di un percorso culturale alternativo che funzioni come una rete di insolite e affascinanti mete turistiche. Si tratta di rivisitare la storia delle rotte di mare attraverso il tema della conservazione delle architetture fortificate, le quali andranno a costituire una rete di poli d'attrazione chiamati "musei delle fortificazioni costiere". L’intento è quello di realizzare particolari luoghi espositivi, aventi il carattere di centri di documentazione in progress, nei quali ai visitatori verrà presentata una ricostruzione storica del contesto e illustrato il quadro culturale e tecnologico, oltre che le attività di scambio mercantile e culturale del periodo delle dominazioni saracene, francesi e spagnole. La logica del recupero è quella del restauro sostenibile, e cioè di un processo di valorizzazione del patrimonio culturale che coinvolga un ampio spettro di ricadute in termini di nuovi potenziali bacini di impiego, di una specifica qualificazione delle risorse umane, impegnate nella gestione di tali manufatti e nella guida esperta attraverso la rete delle architetture di difesa, in una maggiore coesione delle popolazioni del Mediterraneo in nome dell'identità e dell'appartenenza ad un unico ambito territoriale e culturale. Il Progetto Metafora, cofinanziato dal programma europeo "Cultura 2000", intende quindi promuovere la documentazione e la valorizzazione dell'architettura fortificata mediterranea, presentare le possibilità offerte dai programmi comunitari a progetti di collaborazione scientifica e operativa tra la Sicilia e i Paesi mediterranei europei e del nord Africa sul tema della valorizzazione dei beni culturali, anche in relazione allo sviluppo economico e all'occupazione, favorire l'inserimento degli enti locali nel processo di integrazione europea e la partecipazione delle comunità cittadine alle azioni di recupero e protezione del patrimonio storico artistico; delineare, infine, nuove possibili strutture scientifiche e gestionali orientate alla valorizzazione del patrimonio culturale nelle aree deboli. Castellammare del Golfo è già pronta per far parte di tale rete di "architetture del mare": l'antico borgo fortificato è infatti tornato ad esprimere i suoi tratti originari, grazie alla collaborazione fra il CNR e il Comune. L'iniziativa di salvaguardia delle torri e delle fortezze marine mira ora al recupero dei bastioni marini di Firca' a Creta, Castel del Ferro a Granada e di Qait Bey ad Alessandria d'Egitto
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa