Carrello 0
Verrà realizzato un ponte “strallato” per l’Alta velocità che attraversa il Po.
LAVORI PUBBLICI

Verrà realizzato un ponte “strallato” per l’Alta velocità che attraversa il Po.

Una novità in Italia per i viadotti ferroviari in calcestruzzo armato precompresso

27/06/2002 - E’ la prima volta in Italia che viene approvato un progetto per la realizzazione di un ponte in calcestruzzo armato precompresso “strallato” cioè appeso per mezzo di cavi di acciaio chiamati stralli e strutture molto alte di sostegno chiamate antenne. Infatti è innovativo il fatto che un progetto di tal fatta che utilizza il calcestruzzo sia stato accettato, dato che l’area più conservatrice dal punto di vista progettuale ha sempre sostenuto l’acciaio come strumento di sostegno del ponte. Il ponte strallato in realtà non sarà l’unico mezzo di attraversamento del fiume, infatti in tutto il viadotto è di circa 1.200 metri mentre il ponte è di circa 400 metri con due luci laterali di 104 metri ciascuna e una luce centrale di 194 metri Il mezzo di attraversamento si completerà con due viadotti di attraversamento degli argini maestri e le zone golenali. Da un punto di vista dell’utilizzo finale della struttura è stato osservato dal suo progettista Mario Paolo Petrangeli, ingegnere esperto con molti anni di esperienza, che i “problemi maggiori da affrontare sono risultati quelli relativi al comfort dei passeggeri. Si deve sempre pensare che si tratta di un ponte di circa 200 metri di luce centrale su cui i treni passeranno a velocità vicine se non superiori ai 300 chilometri all’ora. Conta, in questo caso, la deformabilità della struttura. Un impalcato troppo deformabile a queste velocità di attraversamento pone non pochi problemi in termini di vibrazioni avvertite dai passeggeri.”
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
La domotica, quali risvolti sociali ed economici per le famiglie? Leggi i risultati