Carrello 0
36%, continua il successo
RISTRUTTURAZIONE

36%, continua il successo

Ad oggi, 1 milione 181 mila “comunicazioni di inizio lavori”

13/06/2002 – Sempre più italiani ricorrono all’operazione 36%, ossia alla possibilità di usufruire della detrazione Irpef pari al 36 per cento, appunto, delle spese sostenute per gli interventi di recupero abitativo. Ad oggi, sulla base dei dati forniti dall’Agenzia delle Entrate, ammontano ad 1 milione 181 le “comunicazioni di inizio lavori” per manutenzioni e ristrutturazioni edilizie. Al riguardo, sta per essere pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto del ministero dell’Economia che ritocca le regole sulla presentazione della “comunicazione”, che, per esempio, non dovranno più essere inviate al Centro di servizio di Pescara (come succede oggi) ma agli uffici individuati dal direttore delle Entrate. Inoltre, nel caso, sia acquistata una casa già restaurata o ristrutturata dall’impresa, non va inviata alcuna comunicazione né alcun documento alle Entrate, ma basta il rogito e il rispetto delle regole sui limiti della detrazione e sui pagamenti tramite bonifico. Infine, la trasmissione, da parte delle banche, dei dati dei bonifici fatti dal contribuente per pagare l’impresa va inoltrata in via telematica. Esso modifica il decreto del ministero delle Finanze del 18 febbraio 1998. Altre notizie sull’argomento: 36%, sì del Senato alla proroga degli sgravi fiscali per le ristrutturazioni 36%, possibilità di proroga a tutto il 2002 Ristrutturazioni, proroga anche per Iva agevolata 36%, proroga al 30 giugno 2002 In arrivo la conferma del 36% Ancora in crescita le ristrutturazioni agevolate con detrazione Irpef al 36% Aumentano le domande di ristrutturazione agevolata Recupero edilizio, il successo del 36%
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati