Carrello 0
Architettura, museo d’arte contemporanea di Sarajevo di Renzo Piano
ARCHITETTURA

Architettura, museo d’arte contemporanea di Sarajevo di Renzo Piano

Periodo di intensa attività per l’architetto italiano: dopo il Nasher Sculpture Center di Dallas e il Museo Agnelli al Lingotto di Torino

12/09/2002 – Sarajevo. In una città in via di ripresa ,dove i segni e le ferite della guerra sono ancora drasticamente visibili ,si staglia il nuovo progetto di Renzo Piano. Non è un caso che il progetto sia nato nel 1992, in piena fase di guerriglia , per iniziativa di un forum di intellettuali.Patrocinato dal Consiglio d’Europa e sostenuto anche da numerose istituzioni, enti e aziende private italiane,il progetto è stato regalato da Renzo Piano in qualità di Ambasciatore dell’Unescu. In una città ancora martoriata dalla guerra, ma tradizionalmente crocevia di etnie e di culture diverse,il Museo di arte contemporanea ( che raccoglierà la collezione costituita da donazioni di un centinaio di artisti internazionali) si pone quale ponte di dialogo e di collegamento con la comunità internazionale. Ne è testimonianza la scelta stessa del sito, baricentro dei simboli di Sarajevo:accanto al museo storico della città, vicino alla biblioteca distrutta dalle bombe, vicino alle rive del fiume Miljaca. Più precisamente l’area è tristemente nota come “viale dei cecchini” Intenzione dell’architetto è che il progetto “voli sulla città”: prima tappa, la realizzazione di un ponte pedonale di 300 metri che collegherà l’area residenziale con il museo.Il piano terreno sarà dedicato alle attività pubbliche e ricreative, i piani superiori ,invece, in un contesto più intimo e silenzioso, saranno adibiti a spazi mussali. L’ intenzione ultima è che un nuovo museo, anche architettonicamente interessante sia capace di modificare l’ economia di una collettività.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati