Carrello 0
Appalti pubblici; è sempre possibile l'integrazione del prezzo pattuito
LAVORI PUBBLICI

Appalti pubblici; è sempre possibile l'integrazione del prezzo pattuito

di Daniela Colonna

E' quanto ha stabilito la Cassazione con sentenza di febbraio 2003

28/02/2003 - La Corte di Cassazione con la sentenza del 13 febbraio 2003, n. 2146 ha stabilito che l'importo stabilito per gli appalti pubblici non è fisso ma è suscettibile di ritocchi al rialzo quando si dovessero verificare eventi imprevisti che determinano la necessità di interventi e lavori non previsti nella prevsione di spesa iniziale. Questo è un principio molto importante che tutela il progettista contro eventuali imprevisti in corso d'opera. Nel caso in esame l'impresa doveva realizzare una strada di collegamento fra due piccoli comuni, a prezzo fisso a metro quadro. Senonchè l'impresa nel realizzare l'opera ha dovuto fare un'attività più intensa del previsto per rimuovere ampie zone rocciose. I giudici, applicando i tariffari regionali, hanno aggiunto all'importo inizialmente pattuito altri cincuecentomilioni di lire per ripagarla di tale attività extra.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati