Carrello 0
Un nuovo polo d’attrazione a Genova a pochi passi dall'Acquario
ARCHITETTURA

Un nuovo polo d’attrazione a Genova a pochi passi dall'Acquario

di Giusy Ottonelli
Commenti 3571

E’ firmata Renzo Piano, la Bolla di vetro destinata a diventare una foresta pluviale animata da piante e animali

Commenti 3571
12/05/2003 – Genova. Dopo l’ira e la delusione dell’architetto genovese per la mancata valorizzazione della sua creazione, ora i lavori per la Bolla di vetro sono ripresi a pieno ritmo. Alla Società pavese di Ornitologia, è stata affidata la parte scientifica; ora Renzo Piano sta lavorando a stretto contatto col Sindaco, alla creazione, all’interno della sfera, di un nuovo percorso didattico legato alla foresta pluviale in cui questa nuova architettura è stata trasformata. A pochi passi dall’Acquario, la sfera di vetro accoglierà, al suo interno, le felci arboree di cui il Comune di Genova possiede una collezione tra le più importanti d’Italia. Acquistando un biglietto, i visitatori potranno osservare piccoli animali innocui girare liberamente, formiche tagliatrici di foglie ambientate su particolari liane e conoscere, grazie ad una visita guidata, dove vivono questi animali, le loro caratteristiche essenziali e, soprattutto, che cosa è una foresta pluviale. Ora, quindi, nella sfera svuotata, si sta cercando di ricreare una biosfera. La prima fase del progetto sarà pronta entro fine maggio. Ma accanto alla sfera di vetro sorgerà un’altra struttura: un cubo, di vetro anch’esso, collocata tra l’Acquario e la Nave Italia, sospeso sull’acqua e raggiungibile grazie ad un pontile con passerelle. All’interno del cubo si svolgeranno lezioni di esperti circa la storia della Biosfera ricreata all’interno dell’architettura di Renzo Piano. Sembra entro l’estate, questo viaggio sarà a disposizione del pubblico.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa