Carrello 0
Ascensori, un decalogo per la sicurezza
SICUREZZA

Ascensori, un decalogo per la sicurezza

L'iniziativa di Confartigianato

21/05/2003 - Un decalogo messo a punto da Confartigianato per la manutenzione e la sicurezza degli ascensori. A livello normativo, si ricorda che ogni sei mesi vanno controllati tutti gli elementi dell'impianto; ogni due anni va invece eseguita la verifica generale da parte di organismi notificati, autorizzati dal ministero delle Attività produttive. Il contratto deve inoltre indicare esplicitamente la frequenza dei controlli da parte del manutentore. All'intero della cabina ascensore devono invece essere indicati i nomi delle ditte che eseguono i controlli. E se dai controlli emerge che l'impianto necessita di un intervento, la ditta di manutenzione, chiarisce Confartigianato, deve in primo luogo avvertire il proprietario dell'immobile e il suo amministratore. Se gli inquilini si rifiutano di eseguire i lavori, l'amministratore è tenuto a mettere i sigilli all'ascensore e a togliere l'alimentazione elettrica. Esistono, infine, alcuni dispositivi che servono per aumentare al sicurezza dell'ascensore: tra questi, un congegno che impedisce il funzionamento dell'impianto in caso di sovraccarico o un altro che consente un collegamento 24 ore su 24 con un centro operativo in caso di blocco.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Partecipa