Carrello 0
UNI 11059: una nuova norma sui materassini elastomerici per armamenti ferrotranviari
SICUREZZA

UNI 11059: una nuova norma sui materassini elastomerici per armamenti ferrotranviari

di A cura di www.uni.com
Commenti 3971

Recentemente pubblicata

Commenti 3971
30/09/2003 - E' stata recentemente pubblicata la nuova norma UNI 11059 "Materassini elastomerici per armamenti ferrotranviari. Indagini di verifica e controllo delle caratteristiche meccaniche e delle prestazioni". L'entità delle vibrazioni e dei rumori solidi (o strutturali) indotti dalle ferrovie, dalle metropolitane e dalle tranvie, nonché la maggior sensibilità della comunità ai problemi di impatto ambientale, richiede sempre più frequentemente l'impiego di materassini elastomerici per armamenti ferrotranviari. Due sono fondamentalmente gli impieghi dei materassini resilienti elastomerici : materassini sotto-ballast: stesi direttamente sul piano di posa prima della messa in opera del ballast; materassini sotto-piastra: inseriti tra piano di posa e platee ferrotranviarie flottanti (o altri manufatti in calcestruzzo) L'impiego sempre più frequente di tali materassini ha reso dunque necessaria la predisposizione di una norma sulle regole di indagine, di qualifica e di controllo per l'esame delle caratteristiche meccaniche e di invecchiamento meccanico ed ambientale, finalizzato a valutare l'adeguatezza di un dato prodotto all'impiego ferrotranviario. La UNI 11059 è stata elaborata dal Gruppo di lavoro "Modellazione" operante nella sottocommissione 2 "Vibrazioni trasmesse a strutture fisse" della Commissione Vibrazioni dell'UNI, coordinato da Paolo Pezzoli e al quale hanno partecipato rappresentanti dei gestori di linee ferrotranviarie, di progettisti d'infrastrutture, del mondo accademico e di produttori di materiali resilienti elastomerici. Nell'elaborazione della UNI 11059 sono stati presi in considerazione alcuni capitolati, peraltro elaborati in alcuni casi dagli stessi membri del gruppo di lavoro, e alcune norme riguardanti materiali elastomerici in generale e/o, in particolare, materassini elastomerici . La nuova norma si applica a tutti quei materassini elastomerici o similari, di qualsiasi materiale, semplice o composto, utilizzati per la costruzione di armamenti ferrotranviari, in particolare: materassini elastomerici in poliuretano espanso; materassini elastomerici in gomma espansa; materassini elastomerici in gomma compatta estrusa; materassini elastomerici confezionati con granuli o fibre assemblati con resine a base poliuretanica. In genere i prodotti commerciali disponibili hanno: spessori: da mm 15 a 50 mm densità vuoto/pieno: da 100 kg/m³ a 600 kg/m³ rigidezze statiche : da 5 N/cm³ a 60 N/cm³ irrigidimenti dinamici: dell'ordine di 2. La UNI 11059 individua due fasi per le indagini in laboratorio: la fase di verifica: indagini rivolte alla completa definizione delle caratteristiche meccaniche e delle prestazioni di uno specifico materassino elastomerico. Il programma delle prove di verifica (o prove di tipo o prove di caratterizzazione del prodotto), più spinto rispetto al programma delle prove di controllo della produzione, prevede l'esecuzione di tutte le tipologie d'indagini descritte nella norma; la fase di controllo della produzione: controllo delle caratteristiche meccaniche di una partita di una tipologia di materassino elastomerico già indagato nella fase di verifica. Il programma delle prove di controllo della produzione (o prove di serie o collaudi) prevede l'esecuzione soltanto di alcune delle tipologie d'indagine descritte in tale norma. Per informazioni tecniche: UNI, Roberto Bottio Comparto Meccanica tel. 02 70024.443, fax 02 70106106 e-mail: meccanica@uni.com Per informazioni commerciali: Diffusione UNI tel. 02 70024.200, fax 02 70105992 e-mail: diffusione@uni.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa