Carrello 0
ANCE: i risultati dell’Osservatorio Congiunturale
LAVORI PUBBLICI

ANCE: i risultati dell’Osservatorio Congiunturale

di Roberta Dragone

Nel 2003 il settore delle costruzioni è ancora in crescita

27/10/2003 – Presentato a Roma l’Osservatorio Congiunturale dell’Ance sull’Industria delle Costruzioni – Ottobre 2003, a cura dell’Area Economia delle Costruzioni dell’Ance. I risultati registrano un incremento del settore nel 2003, sebbene in rallentamento rispetto al 2002. Se, rispetto agli anni precedenti, le crescite registrate erano state rispettivamente del 2,3% nel 2002, del 3,7 nel 2001 e del 5,9 nel 2000, nel 2003 l’incremento calcolato è sceso all’1,6%. Secondo le previsioni Ance un simile rallentamento negli investimenti sarebbe dovuto alla decisione del governo di revocare due importanti strumenti di sostegno all’attività edile: le detrazioni fiscali del 36% per le ristrutturazioni e la legge Tremonti bis. Ciononostante, si conferma il trend positivo del settore: il tasso di sviluppo occupazionale è risultato aumentare del doppio rispetto a quello dell’intero sistema economico: +17,9% contro +8,1%. In crescita anche gli investimenti, sia nell’edilizia residenziale (in nuove abitazioni e in manutenzioni straordinarie) che in quella non residenziale, oltre ad un aumento nelle opere pubbliche. Per il 2004 l’Ance prevede un duplice scenario di sviluppo per le costruzioni: se fosse ripristinata l’IVA al 20% si verificherebbe una modesta crescita dello 0,9 %, mentre salirebbe all’1,5% se venisse prorogata l’aliquota del 10% oltre la fine del 2003. Non troppo positivi i risultati nel mercato immobiliare, dove si riscontra un aumento dei prezzi contro una crescita più lenta del reddito medio delle famiglie. Analizzate anche le risorse che la manovra finanziaria 2004 ha destinato alle infrastrutture: si prevede un calo del 13,3% dei fondi rispetto al 2003, ma anche importanti assegnazioni di risorse per il 2005 e il 2006. In virtù dei risultati emersi dall’Osservatorio Congiunturale, l’Ance sembra dunque sostenere la necessità di rivedere la Finanziaria, al fine di evitare conseguenze negative in un settore che, nonostante tutto, continua a crescere e a trainare l’economia del paese
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati