Carrello 0
Viareggio ospiterà il Museo della Marineria Toscana
RISTRUTTURAZIONE

Viareggio ospiterà il Museo della Marineria Toscana

di Roberta Dragone

Già realizzati il sito web e il logo, ancora in corso i lavori di ristrutturazione

29/10/2003 – L’Associazione Pro Museo Marineria Toscana annuncia la realizzazione del sito web all’indirizzo www.museomarineria.it del futuro Museo della Marineria Toscana e del suo nuovo marchio. Ancora da portare a termine, invece, i lavori di allestimento del museo che presto prenderà corpo all’interno dell’ex Mercato Ittico di Viareggio. Il sito è strutturato su diverse sezioni illustranti la storia, le tecniche e gli episodi che hanno reso nota l’epopea viareggina in tutto il mondo. È possibile percorrere un excursus storico fin dalla prima idea del museo risalente al 1920 (sezione “chi”); conoscere le motivazioni della necessità di avere un museo della marineria toscana (sezione “perché”); essere aggiornati sulle mostre organizzate nella struttura museale (sezione “eventi”); visionare una serie di comunicati stampa del settore (sezione”area stampa”); informarsi su Associazioni, Enti e altri collaboratori che hanno partecipato alla realizzazione dell’evento (sezione “partners”); approfondire la conoscenza del mare e della sua storia visitando una serie di indirizzi internet linkati su quello del museo oppure consultando libri e documenti indicati sempre da quest’ultimo (sezioni “link” e “bibliografia”). Il cuore del sito è invece contenuto nella pagina centrale “museo” provvista di una serie di sottosezioni dedicate alla “tradizione velica” che illustrano con fotografie e testi la storia della marineria a vela di Viareggio; agli “artigiani” e agli strumenti che questi utilizzavano per realizzare vascelli e navi; alle storie della “gente di mare” che ha navigato i mari di tutto il mondo; ai “palombari dell’artiglio” con le storie più eclatanti della marineria viareggina; alle più importanti “navi a motore” che hanno reso Viareggio famosa in tutto il mondo; ed infine alle “notizie” che riportano curiosità e documentazioni. Il museo è geograficamente individuabile on-line sulla sezione “dove”, mentre un “glossario” dà la spiegazione di numerosissimi termini tecnici. Il marchio contiene segni antropomorfi: il navigatore alle prese col timone che rimanda all’uomo, la testa, il segno circolare, rappresentante il museo, ma anche l’occhio, mezzo di relazione tra l’essere umano e ciò che lo circonda, ovvero museo e visitatore. Visitando il sito www.museomarineria.it sarà dunque possibile fare un viaggio virtuale all’interno del Museo che, non appena saranno stati ultimati i lavori, potrà essere visitato all’interno dell’ex mercato ittico della città. VAI AL SITO DEL MUSEO DELLA MARINERIA TOSCANA
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
La domotica, quali risvolti sociali ed economici per le famiglie? Leggi i risultati