Carrello 0
Appalti con gara per i gestori dei servizi pubblici locali; compensazioni edificatorie e sanatorie
URBANISTICA

Appalti con gara per i gestori dei servizi pubblici locali; compensazioni edificatorie e sanatorie

di Daniela Colonna

Questo e altro nel nuovo progetto di legge

03/11/2003 – Il progetto di legge in questo momento all’approvazione del Senato relativo alle deleghe ambientali contiene degli emendamenti che se approvati in via definitiva cambieranno il modo di gestire i servizi pubblici locali. Infatti il Ddl prevede che i gestori dei servizi pubblici locali non potranno più realizzare lavori in house poiché gli appalti dovranno essere eseguiti solo per mezzo di gare. Tale imposizione è assoluta nel caso di affidamento diretto della gestione, se invece l’affidamento è stata dato seguendo i principi concorrenziali, allora l’obbligo di ricorrere alla gara sarà assoluto nel caso in cui l’affidamento del servizio abbia avuto come oggetto l’esecuzione dei lavori, nel caso in cui invece l’affidamento abbia avuto ad oggetto solo la gestione allora potranno essere eseguiti in house. Inoltre il Ddl stabilisce che le norme dettate dal decreto legge 269/2003 (quello che ha disposto il condono all’art. 32) non si applichino anche al trasporto pubblico locale nella parte in cui prevede tre modelli di affidamento della gestione e fissa al 31 dicembre 2006 il termine ultimo per smettere di affidare lavori secondo tipologie diverse da quelle previste dalla legge. Il Ddl prevede anche una sanatoria per le opere realizzate su aree a vincolo paesaggistico edificabili ma che siano state realizzate senza l’autorizzazione. In tale caso la sanatoria è conseguibile solo di fronte a due requisiti; quello della compatibilità del paesaggio e quello del pagamento di una sanzione. Inoltre il Ddl contiene anche una forma di compensazione edificatoria. Questa fattispecie si realizzerebbe tutte le volte in cui interviene su un’area edificabile il vincolo ambientale con il conseguente diritto del proprietario di chiedere lo slittamento dei diritti edificatori su un’altra area. Ricordiamo che tale provvedimento è in discussione al Parlamento e siamo dunque in attesa della sua approvazione finale. vedi di seguito il disegno di legge; Bozza non ancora in vigore Delega al Governo per il riordino, il coordinamento e l’integrazione della legislazione in materia ambientale e misure di diretta applicazione (assegnato al Senato il 23 ottobre 2003)
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa