Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso, professionisti molto critici sul ddl Meloni
PROFESSIONE Equo compenso, professionisti molto critici sul ddl Meloni
LAVORI PUBBLICI

Documento unico di regolarità contributiva

di Daniela Colonna

Obbligatorio per appalti e lavori privati

Vedi Aggiornamento del 29/04/2005
Commenti 25643
21/04/2004 - Diventa operativo il DURC ossia il documento unico di regolarità contributiva che serve a dimostrare appunto la regolarità contributiva delle imprese che partecipano ad appalti e lavori privati. Risulta evidente che lo scopo della obbligatorietà della presentazione di tale certificato debba essere ricercato nella necessità di combattere il lavoro nero e le evasioni contributive. Tale documento può essere richiesto dalle imprese edili alla Cassa edile, all'Inps o all'Inail. Nel caso la richiesta sia effettuata nei confronti di questi due ultimi enti pubblici, loro dovranno trasmettere tale richiesta alla Cassa edile dato che solo quest'ultima potrà emettere il certificato. Tale trasmissione deve essere effettuata alla Cassa edile nel termine di trenta giorni. Per quanto concerne le imprese, queste si considerano regolari quando hanno versato i contributi e gli accantonamenti dovuti e se per ciascun operaio hanno documentato un numero di ore non inferiore a quello stabilito dal contratto,.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
ing.antonio

come si applica la Legge Biagi nel caso di Società costituite da soli soci senza dipendenti che subappaltano i lavori a diversi artigiani o ad altre società ' grazie per l'aiuto.

thumb profile
[email protected]

per le società di nuova costituzione, come ci si comporta a riguardo del durc?