Carrello 0
Valorizzare i siti rurali
URBANISTICA

Valorizzare i siti rurali

In un nuovo volume, le linee metodologiche per il recupero di un patrimonio spesso sottovalutato

10/06/2004 - Flaccovio Editore pubblica un interessante volume sul recupero dei siti rurali. Il libro, a cura di V. Anello, traccia le linee metodologiche per l’intervento nei siti rurali, delineandosi come uno strumento di ausilio per gli operatori. L’obiettivo del manuale è quello di indicare a professionisti, amministrazioni, proprietari, gli orientamenti per sottrarre al degrado fisico edifici ed insediamenti di tipo rurale ed inserirli in nuovi cicli vitali, sensibilizzando gli operatori ad ogni livello nei confronti di questo tipo di architettura spesso, a torto, considerata ‘minore’. La pubblicazione ma espone dettagliatamente un caso di studio concreto, riguardante l’esperienza di recupero della Valle di Sosio. L’idea centrale è quella del “riuso” delle strutture rurali e del loro inserimento in nuovi cicli vitali, come passaggio cruciale per la conservazione e rivitalizzazione di questo patrimonio e della valorizzazione delle potenzialità non necessariamente legate alla terra (culturali, ricreative, ecc.); il tutto per innescare un processo di richiamo nei confronti dei soggetti imprenditoriali e di potenziali investitori, per far riemegere la redditività di questi edifici. La tesi del volume punta sul concetto che il territorio rurale sia, in sostanza, una preziosa risorsa ed una potenziale fonte di reddito. La parte centrale del libro espone i risultati dell’esperienza di recupero promossa dal Consorzio LEADER Terre del Sosio. Dopo alcuni interventi riguardanti l’aspetto storico ed antropologico del territorio oggetto di studio, c’è una estesa schedatura di tutti gli edifici rurali censiti negli otto comuni interessati; di alcuni esempi maggiormente significativi c’è una analisi più approfondita relativa all’inquadramento nel territorio, le caratteristiche costruttive, le ipotesi evolutive. Il tutto è corredato da immagini fotografiche, disegni, rendering. La parte finale della pubblicazione, a nostro avviso la più utile ed interessante, è quella più propriamente tecnica che espone il metodo di lavoro proposto dal curatore per gli interventi di recupero del patrimonio rurale. Tecniche di intervento, campionatura dei materiali, descrizione delle tipologie costruttive, analisi dei dissesti, tecniche di consolidamento e miglioramento strutturale vengono esposte in modo chiaro e conciso, accompagnate da schede tecniche esemplificative ben realizzate anche dal punto di vista grafico. Completa il volume un CD-Rom contenente le immagini relative ad un caso notevole di studio (fotografie, animazioni, rendering) ed una utilissima campionatura di 270 textures murarie, uno strumento di lavoro indispensabile per i tecnici impegnati nella modellazione fotorealistica delle strutture rurali.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa