Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Progettazione con calcoli complessi, nullo il contratto con il geometra
NORMATIVA Progettazione con calcoli complessi, nullo il contratto con il geometra
AZIENDE

Trevi si aggiudica ampliamento del porto di Bandar Abbas in Iran

di

Il Gruppo acquisisce commessa per 15,3 milioni di dollari Usa

Commenti 3768
28/07/2004 - Il Gruppo TREVI ha acquisito una nuova commessa per 15,3 milioni di USD per l’ampliamento dell’importante porto commerciale di Bandar Abbas in Iran già realizzato da TREVI negli anni ‘70-’80. Il Gruppo TREVI, tra i principali operatori mondiali nel settore dei servizi di ingegneria del sottosuolo e delle macchine per fondazioni e perforazioni, ha acquisito dall’ente governativo iraniano Port and Shipping Organization, un’importante commessa del valore di 15,3 milioni di USD, garantita da lettera di credito. La commessa, che avrà durata 12 mesi, consisterà nella realizzazioni di 1.000 metri di banchine per l‘ampliamento del porto commerciale più importante dell’Iran situato nella città di Bandar Abbas, affacciata sullo stretto di Hormuz. Il Gruppo TREVI già negli anni ‘70 aveva partecipato alla costruzione del porto commerciale, realizzando circa 5 Km di banchine. Per realizzare l’imponente opera estesa per circa 20 km quadrati, il Gruppo TREVI aveva messo a punto particolari tecnologie e macchinari per risolvere i problemi imposti dalla natura dei terreni e dalle condizioni ambientali. “Questa importante commessa – dichiara il Presidente Davide Trevisani – ottenuta grazie alla capacità del Gruppo di svolgere significativi e difficili lavori spot in tutti i continenti, conferma la solidità degli investimenti infrastrutturali programmati in tutta l’area medio – orientale e la visibilità del Gruppo TREVI che fu chiamato con successo a realizzare le opere di consolidamento del porto esistente, una commessa che segnò la crescita di tutto il Gruppo, che premia le tecnologie innovative che il Gruppo detiene e che lo rendono competitivo sul mercato internazionale. L’aggiudicazione fa seguito alla recente visita di un’importante delegazione italiana, guidata dal Ministro Pietro Lunardi, cui ha partecipato l’Amministratore Delegato di TREVI Ing. Stefano Trevisani, finalizzata alla conclusione di accordi tra imprese italiane e primari operatori locali, coordinati dal Ministero dei Trasporti iraniano, al fine di supportare con tecnologia italiana lo sviluppo infrastrutturale del Paese, in particolare per la realizzazione di porti, strade, autostrade e aeroporti. A proposito di Trevi: Il Gruppo Trevi è leader a livello mondiale nell’ingegneria del sottosuolo (fondazioni speciali, scavo di gallerie e consolidamenti del terreno e realizzazione e commercializzazione dei macchinari e delle attrezzature specialistiche del settore); è anche attivo nel settore delle perforazioni (petrolio, gas, acqua) sia come produzione di impianti che come servizi prestati e nella realizzazione di parcheggi sotterranei automatizzati. Nato a Cesena nel 1957 conta oggi 21 sedi in altrettanti paesi. Il successo del Gruppo Trevi si basa sull'integrazione verticale tra le divisioni costituenti il Gruppo: la Divisione Trevi, che opera nei servizi specializzati dell'ingegneria del sottosuolo e di perforazione, la Divisione Soilmec, che produce e sviluppa i macchinari e gli impianti per l'ingegneria del sottosuolo, Drillmec S.p.A. che produce e sviluppa gli impianti per le perforazioni (petrolio, gas, acqua). La capogruppo è quotata alla Borsa di Milano dal mese di luglio 1999. I ricavi totali nel 2003 sono stati pari a 366,6 milioni di € (368,7 milioni il valore della produzione) con un Ebitda pari a 41,3 milioni di Euro. Maggiori informazioni sul sito Web: www.trevifin.com Investor Relations: Stefano Campana 0547 319 411 Ufficio Stampa: Studio Mailander 011 5527 311 Carolina Mailander 335 6555651 Bruno Caprioli 335 5901402

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Liguria, quali scenari si aprono per architetture e cantieri? Partecipa