Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Recovery Plan, Draghi: ‘supervisione politica affidata al Governo, operatività agli enti locali’
LAVORI PUBBLICI Recovery Plan, Draghi: ‘supervisione politica affidata al Governo, operatività agli enti locali’
AZIENDE

Tecnargilla 2004: il 1° ottobre si aprono i battenti

di

Oltre 770 espositori al maggiore salone internazionale delle tecnologie per l’industria ceramica e del laterizio

Commenti 1909
Tecnargilla, il più importante salone internazionale delle tecnologie e forniture per l’industria ceramica e del laterizio, organizzato da Rimini Fiera SpA in collaborazione con Acimac (Associazione Costruttori Italiani Macchine e Attrezzature per Ceramica), aprirà i cancelli venerdì 1° ottobre a Rimini e per cinque giorni, fino a martedì 5 ottobre, sarà la capitale mondiale dell’industria ceramica. Vi giungeranno da tutto il mondo produttori di piastrelle, sanitari, stoviglieria, laterizi, refrattari, ceramica artistica e tecnica per osservare le ultime proposte tecnologiche dei fornitori di macchine, impianti, materie prime e smalti, servizi nel campo del design e dell’estetica in ceramica. Nel 2002 i visitatori furono 29.689 (+7% sull’edizione precedente), di cui 10.697 provenienti da 84 paesi stranieri. Saranno presenti 773 espositori, in pratica la quasi totalità delle aziende italiane e straniere operanti in questo comparto. Di questi, 481 sono italiani e ben 292 stranieri, pari al 37,8% del totale, provenienti da 34 paesi. Si innalza il livello di internazionalità della fiera: nel 2002 gli espositori stranieri erano il 30,5% del totale. Tra le nazioni più rappresentate quest’anno: Germania (70 aziende), Spagna (67 espositori), Cina (23), Turchia (15), Gran Bretagna (14), Usa (14) e Francia (9). Tecnargilla occuperà un’area espositiva lorda di 83.000 metri quadrati (+3,4%) allestita su tutti i 14 padiglioni del quartiere fieristico, inclusi i due inaugurati a inizio settembre. Due le sezioni speciali che arricchiranno l’offerta espositiva: Kromatech, il salone dedicato al colore, al design e alla creatività in ceramica lanciato nel 2002, che registra quest’anno una forte crescita e occupa ben 3 padiglioni; e Claytech, il salone riservato alle tecnologie del laterizio che si inaugura quest’anno e che rappresenta la grande novità del salone riminese. L’edizione 2004 di Tecnargilla si preannuncia quindi sempre più ampia, più internazionale e più specializzata in termini di offerta espositiva, elementi che ne confermano l’assoluta leadership mondiale nel panorama fieristico di settore. “La grande capacità di attrazione di Tecnargilla – commenta Pierluigi Ponzoni, presidente di Acimac - deriva dal fatto che l’Italia esprime il più grande sistema industriale della ceramica a livello mondiale, con un giro d’affari complessivo di oltre 10 miliardi di euro, circa 4.000 imprese (inclusi i piccoli laboratori di ceramica ornamentale) e 64.000 addetti. Soprattutto, è italiana la leadership internazionale nel comparto degli impianti per ceramica, con 173 aziende che realizzano un fatturato annuo di 1.402 milioni di euro, di cui il 69,5% ricavato dalle esportazioni nei 5 continenti. Analogamente, è italiana la preminenza mondiale per qualità, innovazione e design delle piastrelle, che ha nel Cersaie (a Bologna, dal 28 settembre al 3 ottobre) la sua massima vetrina internazionale”. Tecnargilla e Cersaie si svolgono fra l’altro in parziale contemporaneità per consentire agli operatori del settore di visitarle entrambe comodamente. Evento di punta tra gli eventi collaterali sarà la mostra Ceramic Workshop, curata dall’Istituto Europeo di Design di Milano, che offrirà interessanti spunti di riflessione e stimoli creativi a chi deve progettare i nuovi materiali ceramici del futuro: un ulteriore elemento che sottolinea la capacità di Tecnargilla di coniugare tecnologia e design, innovazione di processo e di prodotto. Ricco infine anche il calendario dei convegni tecnici, che spazieranno dalle tecnologie di produzione del laterizio, alla ricerca scientifica e trasferimento tecnologico, alla creatività e al colore in ceramica. Secondo il presidente di Rimini Fiera Spa, Lorenzo Cagnoni “In uno scenario complessivamente non facile, dove anche alcuni

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui