Carrello 0
Al via Urban Regeneration
MERCATI

Al via Urban Regeneration

di

Apre i battenti il 13 novembre a Genova la prima edizione dell’iniziativa dedicata alla rigenerazione urbana delle città europee

Trentadue le città europee selezionate per illustrare un percorso tra esperienze di rigenerazione urbana, accompagnati dalla narrazione di otto referenti scientifici. Milano, 04 novembre 2004 – Partirà il 12 novembre “+ città”, la parte espositiva del progetto urban reGENeration. La mostra che si chiuderà il 9 gennaio 2005 avrà come sede la Loggia della Mercanzia in Piazza Banchi, a Genova. Il percorso urban reGENeration. + città rappresenta una riflessione sul tema della rigenerazione urbana e propone un viaggio tra trentadue città europee che negli ultimi anni sono state protagoniste di processi di trasformazione. Un viaggio che, partendo da Genova, tocca Torino, Brescia, Bari, Salerno, Cosenza, Zurigo, Barcellona, Vienna, Maastricht, Lille, Lipsia, Budapest, , Eeklo, Dunquerque, Nantes, Almere, Saint Nazaire, Amsterdam, Berlino, Bilbao, Hastings, Birmingham, Nottingham, Malmö, Manchester, Newcastle, Atene, Porto, Göteborg, Siviglia, Stoccolma, Tallin. Il percorso all’interno della mostra prevede una parte di immagini statiche, fotografie e scritti, che consentono al visitatore di soffermarsi sui contenuti specifici di ciascuna città. Una parte dell’esposizione è invece dedicata alla visione di alcuni cortometraggi sul tema della rigenerazione della città, selezionati all’interno del concorso cinematografico organizzato nei mesi scorsi, sempre nell’ambito dell’iniziativa urban reGENeration. Parallelamente saranno oltre dieci i convegni e le tavole rotonde per dibattere sul tema della rigenerazione urbana in Italia ed in Europa con un focus centrale sul futuro di Genova. L’iniziativa si avvale della collaborazione di referenti scientifici sia italiani che stranieri: Stefano Boeri, Marco Casamonti, Alberto Ferlenga e Carlo Olmo che saranno affiancati da esperti internazionali quali Hans Stimmann, Ariella Masboungi, Nuno Portaz, Manuel Gauza. “Ci si muove tra le esperienze in cui accanto alla riqualificazione fisica sono presenti aspetti culturali, sociali, economici ed ambientali – sottolinea il responsabile del progetto Federica Alcozer - I casi scelti sono significativi per un incremento della qualità della vita nel rispetto dei principi di sostenibilità ambientale, attraverso interventi sullo spazio pubblico, aree verdi, riduzione dell’inquinamento ; oppure possono riguardare singole architetture di grande richiamo, grandi progetti urbani o una molteplicità di piccoli interventi diffusi che hanno saputo rilanciare l’immagine della città; possono mostrare l’integrazione tra i processi di potenziamento di infrastrutture per la mobilità o la pedonalizzazione di ampie aree centrali”. La mostra sarà aperta dal 12 novembre al 9 gennaio. Costo del biglietto sarà di 5 Euro con sconti per i gruppi scolastici a 3 € e la possibilità, su prenotazione, di visite guidate. Per prenotazione visite e per informazioni le scuole potranno rivolgersi, a partire dal 2 Novembre, ai seguenti recapiti loro riservati : tel. 338/6702592 - fax 010-2481217 (ore 9,00/18,00) - La prenotazione è obbligatoria. Associazione culturale ‘urban reGENeration’ L’associazione culturale urban reGENeration nasce con lo scopo di promuovere la conoscenza e la diffusione di esperienze di rigenerazione urbana in Europa, studiare e divulgare le caratteristiche culturali, architettoniche, urbanistiche, sociali ed economiche delle città in trasformazione. Proprio per questo urban reGENeration ha tra i suoi scopi di favorire dibattiti, convegni e seminari inerenti l’analisi e lo studio della rigenerazione urbana in Europa; organizzare mostre che espongono materiali sul tema; promuovere la produzione, la stampa, la raccolta e la diffusione – nelle forme possibili e consentite – di libri, riviste, manoscritti, materiale audiovisivo e pubblicazioni varie. www.urbanregenerati
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui