Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, i tecnici chiedono norme certe e più controlli
NORMATIVA Superbonus 110%, i tecnici chiedono norme certe e più controlli
ARCHITETTURA

Torino: al via il polo culturale

di Roberta Dragone

Ok al progetto esecutivo per ristrutturare l’edificio delle Ogr e alla realizzazione della biblioteca di Bellini

Commenti 8085
03/01/2005 – Al via a Torino ristrutturazione dell’edificio ad H delle ex OGR (Officine Grandi Riparazioni) delle Ferrovie e realizzazione della biblioteca di Mario Bellini. I due progetti, selezionati rispettivamente con gara d’appalto e concorso internazionale di progettazione, saranno realizzati nella zona della Spina Centrale. Lo scorso 22 dicembre il Comune di Torino e Rfi hanno firmato il protocollo d’intesa che consente alla città di avviare la riqualificazione delle ex Ogr, destinate ad ospitare l’Urban Center. Nel dettaglio l’intesa prevede: - l’impegno di cessione alla Città da parte di RFI di tutta la capacità edificatoria generale dalle proprietà ferroviarie non impegnate da impianti, comprese tra piazza Statuto e corso Peschiera. Questa disponibilità in capo alla città consente di condurre rapidamente in porto le procedure in atto per la localizzazione di grandi insediamenti terziari (San Paolo ed altri) nelle future torri di corso Vittorio; - la destinazione da parte di RFI delle risorse tratte dalla cessione al finanziamento della nuova stazione Porta Susa, la cui realizzazione dovrà essere completata entro il 2008; - la messa a disposizione immediata al Comune dell’edificio ad H delle ex OGR, del quale si potrà così avviare rapidamente il recupero consentendo che fin dall’anno prossimo possano ospitare le manifestazioni culturali legate alle olimpiadi invernali. Entro il 2009 l’edificio di 20mila metri quadrati di fine Ottocento sarà trasformato. Sono previsti nuovo spazi espositivi per la galleria d’Arte Moderna nell’ala nord; nell’ala sud troveranno spazio invece il polo espositivo della città, l’Urban Center e l’archivio di Architettura Contemporanea. La gara europea d’appalto è attesa tra luglio e agosto del 2005, mentre l’apertura dei cantieri nella primavera del 2006. il costo dell'inetrvento ammonta a 55,5 milioni di euro. Ma le novità non riguardano solo il recupero delle ex Ogr. Il 14 dicembre scorso la Giunta comunale ha approvato il progetto definitivo per la realizzazione del Centro Culturale di via Borsellino (sull’area ex Nebiolo ed ex Westinghouse) che porterà la firma dell’architetto milanese Mario Bellini, vincitore a marzo del 2001 di un concorso internazionale di progettazione. Si tratta di un centro di complessivi 40 mila metri quadrati che ospiterà la nuova Biblioteca Civica Centrale, due teatri da 1300 e 400 posti, un teatro all’aperto per 500 posti, ed un parcheggio interrato per 400 posti auto. Il progetto prevede anche la realizzazione di spazi per istituti stranieri di cultura, attività commerciali e strutture di accoglienza, nonché la risistemazione di buona parte dei giardini dell’ex caserma Lamarmora. Nel corso del prossimo anno è attesa l’approvazione del progetto esecutivo, cui seguirà il lancio della gara per realizzare l’opera da 220 milioni. A finanziare i lavori sarà la città atraverso un mutuo; ma sono attesi anche dei contributi da parte delle Fondazioni bancarie torinesi e della regione Piemonte per 50 milioni circa. Scheda progetto della biblioteca

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa