Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus ristrutturazioni, come funziona la detrazione se varia il numero delle unità immobiliari?
NORMATIVA Bonus ristrutturazioni, come funziona la detrazione se varia il numero delle unità immobiliari?
ARCHITETTURA

Thom Mayne vince il Pritzker Architecture Prize 2005

di Roberta Dragone

Ottavo architetto americano cui viene riconosciuto il prestigioso premio

Vedi Aggiornamento del 01/04/2008
Commenti 6336
22/03/2005 – Il vincitore del Pritzker Architecture Prize 2005 è il sessantunenne Thomas Mayne. Ottavo architetto statunitense ad essere insignito del prestigioso titolo, Mayne ha interrotto il lungo silenzio che negli ultimi 14 anni ha tenuto i professionisti americani lontani dal “Nobel dell’architettura”. Il Pritzker Architecture Prize, istituito nel 1979 dalla Hyatt Foundation, conferisce ogni anno un importante riconoscimento ad architetti ancora in vita il cui lavoro, prova di talento, impegno e capacità immaginative, rappresenti un contributo significativo, attraverso l’arte dell’architettura, all’umanità e all’ambiente. “Thom Mayne rappresenta il prodotto dei turbolenti anni ‘60 che ha trasformato in realtà l’ardente e ribelle desiderio di cambiamento”. Queste le parole che la giuria ha dedicato all’architetto americano, nella cui opera non vede l’influenza del modernismo europeo, né di quello orientale, e nemmeno dell’architettura statunitense precedente. Peculiarità e merito dell’opera di Mayne deriverebbero proprio dalla capacità di aver creato un’architettura “originale, rappresentativa della unicità e della mancanza di radici della cultura californiana”. Il prestigioso riconoscimento rappresenta oggi per Mayne una rivincita per tutti gli anni passati, trascorsi nello sforzo di tutelare la purezza delle sue idee poco ortodosse: “Per tutta la vita sei definito un outsider ma non legittimato ad esserlo, e poi di colpo ricevi degli onori proprio per questo”. Mayne è tra i fondatori di una scuola alternativa di architettura nota come “SCI-Arc” (Southern California Institute of Architecture), e dello studio (fondato nello stesso anno, ovvero nel 1972) Morphosis, nato con lo scopo di sviluppare un’architettura che rifuggisse dalle limitazioni imposte da forme e materiali tradizionali e superasse il restrittivo dualismo tra moderno e postmoderno. Ha insegnato alla Columbia University, alla Harvard University, all'Università di Yale, presso il Berlage Institute in Olanda, la Barlett School of Architecture di Londra, e la UCLA School of Arts and Architecture. Diversi lavori firmati dallo studio Morphosis sono stati commissionati in seguito a concorsi internazionali; tra questi anche l’Hypo-Alpe-Adria-Center in Austria, il Graduate Student Housing della University of Toronto in Canada e la Diamond Ranch High School in California. Numerosi anche i premi di cui Thom Mayne è vincitore: il Rome Prize Fellowship dall’Accademia Americana di Design di Roma (1987), il premio Alumni of the Year dall’USC (1992), la medaglia d’oro dall’American Institute of Architects di Los Angeles (2000) e il Chrysler Award of Excellence (2001). Nel 1992 è stato nominato Member Elect dall’Academy of Arts and Letters. Il suo “talento, impegno e capacità immaginative” hanno portato l’architetto statunitense anche alla vittoria del Pritzker Architecture Prize 2005. La cerimonia ufficiale, durante la quale Mayne riceverà il premio di 100mila dollari insieme alla medaglia di bronzo, si svolgerà il prossimo 31 maggio al Jay Pritzker Pavilion nel Millennium Park di Chicago. Maggiori informazioni (inglese)

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui