Carrello 0
Barletta: rifiuti inerti e macerie edilizie
AZIENDE

Barletta: rifiuti inerti e macerie edilizie

di

La Provincia di Bari autorizza l’apertura di un apposito Centro di Raccolta

01/04/2005 - La Provincia di Bari ha concesso recentemente l’autorizzazione all’apertura del Centro di Raccolta per il conferimento dei rifiuti inerti e macerie edilizie a Barletta. Il Centro si estende su una superficie attrezzata di circa 8 mila metri quadrati ed è ubicato sulla Strada Statale 16, Via Foggia, alla Contrada Santacroce ed aderisce al raggruppamento del Programma RECinert. Con tale provvedimento viene data una concreta risposta alle annose problematiche riguardanti la corretta gestione dei rifiuti inerti e delle macerie edilizie fornendo ad imprese, operatori e cittadini un servizio al passo con la normativa in materia ambientale. Una particolare attenzione al territorio ed il controllo sul percorso dei rifiuti eviteranno quindi il proliferarsi di situazioni di degrado dovute all’abbandono. Il Centro di Raccolta della società Reciclair srl di Barletta è aperto tutti i giorni lavorativi. Per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero 320.1916071 o all’indirizzo mail: centrobarletta@recinert.it. L'utilizzo del "Programma RECinert" consente di ridurre lo smaltimento in discarica, di recuperare i rifiuti inerti in materiali idonei al reimpiego nella formazione di rilevati e sottofondi stradali, riempimenti di infrastrutture in rete, sottofondi di piazzali, evitando con l’abbandono il degrado urbano. Il progetto, dà attuazione alle direttive del Decreto legislativo numero 22 del 5 febbraio 1997 (Decreto Ronchi) e del Decreto del Ministero dell'Ambiente n° 203/03 che obbliga i Comuni e gli altri Enti pubblici al riutilizzo di almeno il 30 per cento di materiale da riciclo nella realizzazione di opere pubbliche. Il RI-inerte (inerte da recupero) è la nuova frontiera del riutilizzo dei materiali da costruzione e demolizione. Il progetto del “Programma RECinert” segna una svolta significativa per scongiurare dannosi e costosi smaltimenti in discarica e garantisce il ciclo completo del recupero: dalla raccolta al trasporto, stoccaggio, separazione e frantumazione, alla collocazione sul mercato del prodotto secondario "RI-inerte". L'idea ha ottenuto il riconoscimento dalla Direzione Generale di Legambiente "quale sistema concreto e innovativo per ridurre il degrado ambientale”. L'operatività della società capofila del progetto ha sensibilizzato e stimolato un Accordo Volontario Regionale sul recupero dei rifiuti inerti sottoscritto da Anci, Legambiente Basilicata, Associazioni di Categoria e Professionali, primo accordo del genere in Italia. Per ulteriori informazioni è consultabile il sito web www.recinert.it. Ufficio Stampa: Donato Mastrangelo mastrangelodon@libero.it
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati