Carrello 0
Vercelli dice no al termovalorizzatore
URBANISTICA

Vercelli dice no al termovalorizzatore

di Roberta Dragone
Commenti 2003

Dopo Comune e Provincia, parola alla conferenza dei servizi

Commenti 2003
02/05/2005 – Il Comune di Livorno Ferraris, in provincia di Vercelli, potrebbe presto accogliere un termovalorizzatore in grado di bruciare 350mila tonnellate di rifiuti all’anno. La realizzazione dell’inceneritore sarebbe opera della filiale italiana della multinazionale statunitense “Foster Weeler”. Nonostante il secco no da parte dell’amministrazione, dei cittadini e degli ambientalisti, il progetto non può esser ancora considerato tramontato. L’impianto dovrebbe occupare un’area agricola di 80mila metri quadrati, a 2 km circa dal più vicino centro abitato. Sebbene sia stato assicurato che in esso convoglierebbero i rifiuti delle sole città di Vercelli, Novara, Verbania e Biella, cittadini ed ambientalisti temono che possano essere successivamente interessati anche altri territori. Il mese scorso il Consiglio comunale di Livorno Ferraris e la Giunta provinciale di Vercelli respingevano il progetto all’unanimità. Ambientalisti, cittadini, comune e Provincia concordano dunque sull’idea di bocciare l'iniziativa, ma il parere più importante dal punto di vista burocratico è quello della Provincia, dato che spetta a quest’ultima dare il via libera al progetto. “Ora – spiega il Presidente del Consiglio Provinciale Renzo Masoero - la questione passa alla Conferenza dei Servizi. Sono sicuro che le motivazioni politiche, rafforzate dal no della Provincia, del comune di Livorno Ferraris, dei comuni limitrofi e delle varie associazioni costituiranno un muro invalicabile per la Foster Wheeler”. Ora la parola passa infatti alla conferenza dei servizi, che dovrà fornire un parere tecnico sulla compatibilità ambientale del progetto definitivo.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa