Carrello 0
Bloccati i lavori della Valdastico sud
LAVORI PUBBLICI

Bloccati i lavori della Valdastico sud

di Rossella Calabrese

Tar Veneto accoglie ricorso degli ambientalisti

10/06/2005 - La sentenza n. 2234 del Tar del Veneto, depositata il 30 maggio scorso, ha dichiarato illegittimo l’iter di approvazione del tratto autostradale Valdastico sud, bloccando i lavori. Accogliendo il ricorso presentato da alcune associazioni ambientaliste, il Tar ha ritenuto insufficiente la motivazione con la quale il Consiglio dei Ministri ha dato il via libera al completamento dell’opera, nonostante il Ministero dei Beni culturali avesse espresso parere negativo. Si tratta di un pronunciamento di grande importanza perché, per la prima volta, si affronta il delicato tema dei poteri del Consiglio dei Ministri sulle opere pubbliche in presenza di veti opposti da altre amministrazioni. L’oggetto del provvedimento è il completamento del tratto dell’autostrada A31, di competenza della concessionaria Brescia-Padova Spa, verso Piovene Rocchette: un percorso di 54 km che implicava l’esproprio per 900 proprietari (anche di aziende agricole). Nonostante il parere negativo espresso dal Ministero dei Beni culturali, il verbale del Consiglio dei Ministri recita che il Consiglio “delibera che debba avere corso il completamento dell’opera”. Motivazione non accettata dai giudici amministrativi in un caso come questo, nel quale sono in campo rilevanti interessi e per il quale la scelta avrebbe dovuto essere sostenuta da valutazioni sui flussi di traffico e sui vantaggi e ritorni economici dell’infrastruttura. Il Tar ha, inoltre, accusato il Governo di responsabilità su una “politica del territorio mancata” e di “spreco della risorsa-territorio”. L’assessore regionale alla mobilità, Renato Chisso, ha annunciato il ricorso al Consiglio di Stato. Vedi il testo integrale della sentenza.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui