Carrello 0
NORMATIVA

Tutela acquirenti di immobili: Governo approva decreto

di Roberta Dragone
Commenti 9011

I contratti stipulati dovranno essere accompagnati da una fideiussione che copre il valore immobile comprato

Vedi Aggiornamento del 29/01/2007
Commenti 9011
13/06/2005 – Procede sinora senza sorprese il cammino verso la tutela degli acquirenti di immobili dal rischio di fallimento del costruttore. Venerdì 10 giugno il Consiglio dei Ministri ha definitivamente approvato lo schema di decreto legislativo recante disposizioni per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire, in attuazione della delega conferita al Governo dall’articolo 1 della legge n. 210 dell’8 agosto 2004. Il documento, messo a punto dal ministero della Giustizia, era stato già licenziato in via preliminare nella seduta del 18 febbraio 2005. ”Molte abitazioni – spiega il Guardasigilli - vengono acquistate, pagati gli anticipi, ma accade molto spesso che in caso di fallimento dell’azienda costruttrice, i cittadini pur avendo pagato si ritrovano a zero, perdono la casa o devono pagarla due volte”. “Con il decreto – ricorda il ministro della Giustizia Roberto Castelli - viene previsto un meccanismo che consente di creare un fondo per coprire queste fattispecie retroattivamente dal ‘93, e i contratti stipulati dovranno essere obbligatoriamente accompagnati da una fideiussione che copre il valore immobile comprato”. Il costruttore è dunque obbligato a consegnare all’acquirente una fideiussione che - precisa lo schema di decreto - deve essere rilasciata da una banca, un’impresa assicurativa o intermediari finanziari. Il decreto istituisce anche un fondo di solidarietà, istituito presso il ministero dell’Economia, con effetto retroattivo. Si tratta di un fondo alimentato dal 4 per mille di ogni somma coperta da fideiussione, volto a indennizzare anche gli acquirenti di immobili che sono stati vittime di fallimenti immobiliari negli anni passati. Anche se solo in parte. Potranno usufruire di tale effetto retroattivo del decreto gli acquirenti di immobili i cui costruttori siano falliti tra il 31 dicembre 1993 e la data di entrata in vigore del decreto.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa